home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 87.528.832 visualizzazioni ]
16/11/2008 17.05.33 - Articolo letto 6221 volte

VIA DELL'INDUSTRIA RIPULITA

VIA DELL´INDUSTRIA RIPULITA VIA DELL´INDUSTRIA RIPULITA
VIA DELL´INDUSTRIA RIPULITA VIA DELL´INDUSTRIA RIPULITA
Media voti: VIA DELL'INDUSTRIA RIPULITA - Voti: 0
È ritornata ad un livello accettabile di decoro la situazione alla zona Paip 2 di Matera.
di GIOVANNI MARTEMUCCI
Matera

È ritornata ad un livello accettabile di decoro la situazione in via dell’Industria, alla zona Paip 2 di Matera. Nelle scorse settimane gli addetti alla raccolta dei rifiuti hanno ripulito strada e marciapiedi invasi dai rifiuti ingombranti e speciali che da tempo rendevano inutilizzabile il marciapiedi e parte della strada dove si trovano importanti aziende poduttive e concessionarie d’auto. La situazione della sporcizia e dei rifiuti era diventata insostenibile vista l’enorme la quantità di masserizie sparse, per una cinquantina di metri, lungo il marciapiede e, paradossalmente, proprio di fronte all’Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente della Basilicata (Arpab), la massima agenzia territoriale preposta al monitoraggio e al controllo dei fattori di rischio per la protezione dell’ambiente. Per diverse settimane nessuno sembra essersi accorto di questa vera e propria discarica a cielo aperto, nemmeno i dipendenti dell’Arpab dove c’è un ufficio denominato “Suolo e Rifiuti” che dovrebbe svolgere attività e compiti di prevenzione e controllo in materia ambientale con funzioni di supporto tecnico-scientifico alle autorità locali amministrative e giudiziarie. Non sappiamo se la pulizia dell’area sia stata sollecitata dai dipendenti dell’Agenzia regionale o qualcosa si è mosso a seguito dell’articolo comparso qualche giorno fa sul Quotidiano della Basilicata. Intanto ora la zona e pulita, ma quanto durerà. Qualche commerciante del Paip invoca anche per la Basilicata l’applicazione del Decreto Legge varato dal Consiglio dei Ministri che porta il numero 172/2008 e prevede l’arresto per “chiunque in modo incontrollato o presso siti non autorizzati abbandona, scarica, deposita sul suolo o nel sottosuolo o immette nelle acque superficiali o sotterranee rifiuti pericolosi, speciali ovvero rifiuti ingombranti domestici e non, di volume pari ad almeno 0.5 metri cubi e con almeno due delle dimensioni di altezza, lunghezza o larghezza superiori a cinquanta centimetri”. Anche perché l’aver limitato alla sola Campania l’arresto per chi abbandona rifiuti ingombranti in strada è una violazione del principio di uguaglianza. A questo proposito due presidenti emeriti della Corte Costituzionale, Valerio Onida e Antonio Baldassarre, dubitano della legittimità dell’ultimo decreto rifiuti. Se la questione verrà sollevata dinanzi alla Consulta, la norma - a detta di entrambi- rischia di subire una sonora bocciatura. E poi l’abbandono di un frigo o di un mobile per strada, proprio come succede spesso a Matera, arreca lo stesso pregiudizio all’ambiente in qualsiasi regione d’Italia.

Giovanni Martemucci
 

 

 




Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi