home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 83.098.576 visualizzazioni ]
31/03/2011 18.43.47 - Articolo letto 4756 volte

APRILE 2011: LA PREVENZIONE DEL MELANOMA

Ospedale di Matera, Madonna della Grazie Ospedale di Matera, Madonna della Grazie
Media voti: APRILE 2011: LA PREVENZIONE DEL MELANOMA - Voti: 0
Aderisce anche una farmacia di Matera a questa iniziativa nazionale
Matera Myskincheck è un progetto di prevenzione del melanoma, realizzato con il supporto tecnico e scientifico di ADOI (Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani) e La Roche‐Posay, arrivato alla sua terza edizione. L’obiettivo è la sensibilizzazione alla prevenzione del melanoma e l’educazione al comportamento responsabile al sole.
I risultati dello studio epidemiologico sul melanoma, realizzato in occasione della seconda edizione del progetto, dimostrano l’importanza di questo tipo di sensibilizzazione. “Il più preoccupante dato emerso è che 1 adulto ogni 20 ha presentato anamnesi positiva per neoplasia cutanea, di cui il 44% era rappresentato da melanomi” afferma la Dottoressa OrnellaDe Pità, Presidente Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani.
“Tra le persone visitate anche 339 bambini, di cui 9 hanno ricevuto un’anamnesi positiva per neoplasia, con 3 casi di melanoma”. “La diagnosi precoce del melanoma rappresenta il più efficace strumento per il controllo clinicoprognostico del tumore” ci spiega il Dottor Gian Marco Tomassini, Coordinatore Nazionale Gruppo Melanoma ADOI. “Il melanoma è sicuramente guaribile solo se viene asportato chirurgicamente nella sua fase iniziale, quando ancora confinato negli strati più superficiali della pelle. La strategia più importante per combattere questa malattia è la prevenzione primaria, con campagne d’informazione ed educazione”. Per contrastare il melanoma è importante conoscere quelle che sono le condizioni capaci di aumentarne il rischio: “è consigliabile prendere il sole fin dall’età infantile in maniera moderata, evitando gli eccessi e le ustioni”.
Ecco perché La Roche‐Posay ed ADOI hanno deciso di dare il via alla terza edizione del progetto myskincheck.
Maité Cristiani, direttore di marca La Roche-Posay, ci spiega che “La Roche-Posay, marca partner di 25.000 dermatologi nel mondo, è da sempre impegnata in missioni di salute e di prevenzione. L’educazione al corretto comportamento al sole è una delle priorità della marca. Si declina in azioni concrete finalizzate ad aiutare la popolazione a proteggere correttamente la pelle, prevenendo così l’insorgenza di tumori cutanei. A supporto dell’importanza della fotoprotezione anche un recente studio condotto per 15 anni su 1.621 persone che ha dimostrato una riduzione del 73% dei melanomi invasivi sul gruppo di adulti che aveva applicato una fotoprotezione quotidiana. Lo studio è stato realizzato in collaborazione con la Recherche L’Oréal e pubblicato sul Journal Of Clinical Oncology”.
La Dottoressa DePità aggiunge che “anche nei progetti educazionali di ADOI la prevenzione del melanoma riveste un ruolo preminente, per garantire ai pazienti una corretta informazione sui fattori di rischio,sull’importanza di una diagnosi precoce e sulla necessità di consultare lo specialista dermatologo”.
Per parlare sia di corretta esposizione al sole, sia dell’importanza dello screening periodico, l’iniziativa myskincheck si articola in 3 azioni concrete e complementari:
‐ il progetto “100 farmacie + 100 dermatologi” che promuove la prevenzione attraverso la distribuzione di materiale informativo in 100 farmacie italiane, dove è possibile ricevere un invito per prenotare dall’11 al 29 aprile il proprio screening gratuito dei nei, da effettuare dal 2 al 31 maggio presso gli ambulatori di 100 dermatologi sparsi in tutta Italia. Ogni farmacia avrà a disposizione 50 inviti, per un totale Italia di 5.000 visite gratuite;
‐ il sito www.myskincheck.it, dove trovare consigli utili per la salute della propria pelle, approfondimenti sul tema del melanoma, strumenti per prepararsi alla visita dal dermatologo e l’elenco delle farmacie che partecipano al progetto;
‐ il coinvolgimento di 1.000 farmacie in Italia, dove saranno distribuiti materiali d’informazione alla protezione solare e alla prevenzione del melanoma.
“Novità del 2011 è la capillarità dell’iniziativa”, ci spiega Maité Cristiani. “Per estendere al massimo l’azione di sensibilizzazione le attività degli anni passati, concentrate solo nelle località balneari, sono sostituite da un impegno diffuso su tutto il territorio nazionale, grazie alla rete di farmacie che aderiscono all’iniziativa”. Il ruolo della farmacia è, infatti, rilevante in questo tipo di sensibilizzazione. Il Dottor Lanfranco Galimberti, farmacista, ci spiega che “la farmacia è il luogo di salute e prevenzione più “prossimo” alle persone, il più legato alla quotidianità, che deve partecipare all’educazione sia di chi non conosce i pericoli legati ad una cattiva esposizione al sole, sia di chi pur conoscendoli non mette in atto comportamenti adeguati. Per questo il nostro consiglio oggi si concentra anche sul modo in cui proteggersi correttamente”. La figura del farmacista si affianca chiaramente al ruolo fondamentale del dermatologo, riferimento in caso di qualsiasi dubbio.
Alcune evidenze emerse dallo studio epidemiologico effettuato durante l’edizione 2010 dimostrano, infatti, che gli italiani hanno ancora bisogno di ricevere informazioni su quanto sia importante proteggere la pelle al sole e su come farlo correttamente.
Il 24% degli intervistati adulti (età media 44 anni) non utilizza mai una crema solare per proteggere la propria pelle al sole ed il 12% non utilizza nessun tipo di protezione (crema solare, cappello, maglietta, occhiali da sole). Dei soggetti che si proteggono, il 53% usa una protezione bassa; questo porta ad avere una percentuale delle persone che si scottano del 51%. I bambini vengono protetti nel 96% del totale, ma ugualmente il 41% di loro si scotta a dimostrazione di una imperfetta applicazione o della scelta inadeguata dei fattori di protezione.
Oltre all’utilizzo delle creme solari è importante indossare indumenti protettivi, ma i dati raccolti ci dicono che gli italiani sono poco abituati ad usare cappello (solo il 23%), maglietta (solo il 6%), mentre è più consolidato l’uso degli occhiali (42%). Nei bambini si utilizza di più il cappello, nel 44% dei casi, e meno maglietta ed occhiali, rispettivamente utilizzati dall’11% e 17% dei bimbi visitati.
L’82% dei bambini visitati non era mai stato portato dal dermatologo per un controllo dei nei. Tra questi 9 hanno ricevuto un’anamnesi positiva per neoplasia, un dato davvero allarmante. “Il melanoma pediatrico, sebbene raro in assoluto, rappresenta circa il 2% di tutti i melanomi e una frazione comunque apprezzabile (1-3%) di tutte le malignità pediatriche con un’incidenza in salita del 2,9% ogni anno (dato del National Cancer Institute)” spiega il Dottor Gian Marco Tomassini. “Per questo è necessario effettuare almeno 1 visita in tenera età per escludere che ci siano nevi congeniti sospetti, che possano evolvere in neoplasie. Nei primi 18 anni di vita, inoltre, si verifica la maggior parte dell’esposizione al sole, e una scottatura grave raddoppia i rischi di una neoplasia cutanea in età matura. Le ricerche dimostrano che una serie di accortezze e l’uso regolare di un protettore solare in questa età riducono il numero dei tumori della pelle”.
Infine, anche per gli adulti c’è ancora molto bisogno di educazione, per quanto riguarda la prevenzione attraverso controlli frequenti: per il 52% delle persone visitate si trattava, infatti, del primo controllo dei nei dal dermatologo.

La farmacia di Matera che aderisce all'iniziativa è la farmacia D'Aria , via XX Settembre, 77 - tel. 0835 332282



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi