home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 86.366.228 visualizzazioni ]
09/10/2008 1.07.35 - Articolo letto 6394 volte

Ritornano alla luce gli ipogei di S. Agostino

Ritornano alla luce gli ipogei di S. Agostino Ritornano alla luce gli ipogei di S. Agostino
Ritornano alla luce gli ipogei di S. Agostino Ritornano alla luce gli ipogei di S. Agostino
Media voti: Ritornano alla luce gli ipogei di S. Agostino - Voti: 0
Il 7 ottobre 2008 sono ripresi i lavori nel cantiere di S. Agostino. Da SassiKult.it
di SASSIKULT.IT
Matera

Al momento riguardano la rimozione del materiale di risulta prodotto dagli sbancamenti dell’ottobre 2006 effettuati dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio della Basilicata per la costruzione del proprio parcheggio.
Per ora non sappiamo perchè sono ripresi i lavori e a cosa siano finalizzati, sta di fatto che, esattamente come abbiamo scritto e ampiamente illustrato in questi 2 anni, sono tornati alla luce gli ipogei del Complesso Monumentale, quella parte che si estende nei giardini e che ne costituisce il naturale accesso.

Cade così definitivamente l’alibi della Soprintendenza descritto nelle relazioni di progetto dell’ente, secondo il quale il parcheggio interrato nel 2004 e la sala convegni interrata, in variante, nel 2008 sarebbero opere senza le quali non può esserci la fruizione degli ipogei del complesso che culminano con la Chiesa Rupestre di S. Giuliano.


Nell’ultima informativa sulla vicenda di S. Agostino avevamo scritto che per la fruizione degli ipogei bastava rimuovere una banale muratura in tufo. La banale muratura in tufo che ostruisce l’accesso al sistema degli ipogei la potete vedere nell’immagine di oggi, che conferma tutto quanto è stato detto e prodotto dalle Associazioni a proposito di questo monumento.

Nella sequenza di 45 immagini scattate oggi potrete comprendere chiaramente quale valore è stato sottratto dallo scempio prodotto al Monumento che si trova all’ingresso dei Sassi di Matera. Forse l’unico rimasto dove si può avere una lettura unitaria della storia e della capacità dei materani di creare valore: dagli ipogei, che si sviluppano attorno alla straordinaria Chiesa Rupestre di S. Giuliano fino ai monumentali manufatti del Convento e della Chiesa di S. Agostino.
Come rendere un posto ostile e impervio un’opera irripetibile, una testimonianza di capacità che pochi hanno avuto.

I materani, per secoli, quelli la cui opera è riconosciuta universalmente e registrata al n. 670 presso gli uffici dell Nazioni Unite, non hanno mai smesso di creare valore per i materani di oggi.

Tutte cose che finora le amministrazioni pubbliche e le "eccellenze culturali" cittadine hanno volutamente dimenticato trincerandosi dietro mediocri interessi e contraddittorie autosuggestioni.

Non sappiamo come accennato il motivo della ripresa dei lavori ma la rimozione del materiale rimette in luce, pur nello scempio prodotto, le caratteristiche naturali del Complesso Monumentale. Fatto che testimonia che per ridare la dovuta dignità a questo luogo basta e bastava niente. Come sosteniamo da sempre.

Era ed è ancora sufficiente che l’Amministrazione Comunale si costituisca parte civile contro coloro che a vario titolo hanno prodotto questo scempio.
Una semplice iniziativa, un segnale che l’amministrazione è ancora in grado di difendere e tutelare gli interessi della comunità e un patrimonio il cui valore si estende ben oltre il perimetro urbano di Matera.

Siamo convinti che il giorno dopo torneranno ad esserci i giardini di S. Agostino.

>> Guarda le immagini

Cosa c’è di ancora straordinario

Oltre tutto quello che abbiamo descritto in due anni ci sono ancora dei particolari straordinari  che di seguito elenchiamo:

1. La straordinaria inutilità
Chi ha un minimo di conoscenza del Complesso di S. Agostino sa che da sempre esiste un accesso al sistema degli ipogei indipendente dai giardini e soprattutto dagli uffici della Soprintendenza.
L’ingresso è situato all’interno del chiostro del Convento ed è da sempre perfettamente praticabile. L’obiettivo di tutti i soldi spesi per realizzare lo scempio che abbiamo sotto gli occhi è la fruizione degli ipogei. E’ scritto ovunque dal cartello del cantiere ai progetti all’accordo di programma.
E’ pacifico infatti che il Ministero dei Beni Culturali normalmente non finanzia nè parcheggi nè sale conferenze.
Questo vuol dire che utilizzando questo accesso l’intera operazione fatta dalla Soprintendenza è assolutamente inutile.
Ma la Soprintendenza scrive nei progetti che l’area antistante (i giardini) era in uno stato di "abbandono". In effetti dal 1982, da quando gli è stato concesso di sottrarre questo monumento alla collettività e destinarlo a sede dei propri uffici periferici, la Soprintendenza non ha mai tagliato l’erba superflua. E non si capisce chi altri poteva farlo.
Il teorema dell’abbandono si sostanzia quindi nel fatto che all’ordinaria manutenzione di un giardino si è preferito attendere i finanziamenti pubblici di un accordo di programma per realizzare il proprio parcheggio.


2. Lo straordinario contributo della conferenza di servizi

In allegato potrete leggere i verbali delle due sedute della conferenza di servizio per la valutazione del nuovo progetto in variante relativo alla sala convegni interrata che sostituirebbe il pargheggio.
Vi farete un’idea dell’operato di una serie di pubbliche amministrazioni locali.



1° Conferenza servizi S. Agostino del 16.04.2008 1° Conferenza servizi S. Agostino del 16.04.2008



2° Conferenza servizi S. Agostino del 15.07.2008 2° Conferenza servizi S. Agostino del 15.07.2008




Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi