home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 96.243.280 visualizzazioni ]
24/03/2011 16.40.32 - Articolo letto 8522 volte

Case popolari: aree disponibili a Matera

Acquisto casa Acquisto casa
Media voti: Case popolari: aree disponibili a Matera - Voti: 0
Un incontro finalizzato alla verifica della effettiva disponibilità
Matera Nel Comune di Matera si è tenuto nella settimana scorsa un incontro al quale erano presenti l’Assessore all’Urbanistica Ing. Pietrantonio Mazzei, il Segretario Generale  della Federazione provinciale Sunia di Matera, dott. Franco Casertano e quello dell’Associazione “Diritti di Cittadinanza” di Matera, prof. Angelo Bianchi.
L’incontro era finalizzato alla  verifica della effettiva disponibilità di aree da parte del Comune da cedere quanto prima possibile all’Ater di Matera per la costruzione di alloggi di edilizia sovvenzionata e/o convenzionata.
 I rappresentanti di Sunia e “Diritti di Cittadinanza” hanno manifestato la loro preoccupazione per il ritardo accumulato dal Comune nell’accogliere la richiesta di aree avanzate dall’Ater, la quale, pur disponendo da tempo delle risorse finanziarie (oltre € 20 milioni) necessarie per soddisfare almeno in parte le richieste di case economiche e popolari delle famiglie non abbienti, non è in grado di impegnare gli investimenti proprio a causa dell’indisponibilità dei suoli. Si tenga presente che a Matera sono circa mille le domande inoltrate dalle famiglie materane per concorrere all’assegnazione di alloggi popolari.
L’ Assessore Mazzei da parte sua ha assicurato di aver finalmente portato a termine
l’operazione di ricognizione per l’identificazione precisa di aree da mettere a disposizione dell’Ater  sulla base dei vari programmi, tutti debitamente finanziati, che negli anni precedenti sono stati approvati dall’Amministrazione comunale di Matera.
In base a detti programmi, ha sottolineato l’Assessore, si potrebbero realizzare subito complessivamente 141 alloggi  nelle seguenti zone:
nel borgoLa Martella n. 14 alloggi di edilizia sperimentale  (accordo di Programma di riqualificazione recentemente sottoscritto con il Governo);
nel rione S. Giacomo n. 30 alloggi nell’ambito dell’accordo di Programma di recupero urbano (Pru);
nel rione S. Giacomo n. 51 alloggi di edilizia sovvenzionata in aree Peep;
nel  borgo Venusio n.  46 alloggi di edilizia sovvenzionata.
L’Assessore Mazzei ha riferito di avere stabilito con l’Amministratore dell’Ater intese per accelerare le procedure per la realizzazione degli alloggi in questione.
 
 I rappresentanti di Sunia e “Diritti di Cittadinanza” hanno poi invitato l’Assessore ad impegnarsi per accelerare la ripresa dei lavori per la realizzazione dei circa 70 alloggi di edilizia economica e popolari nei Sassi (ex L. R n. 179).
Hanno  altresì esortato l’Amministrazione Comunale a prendere in esame la possibilità di impegnare l’Ater  anche nell’edilizia convenzionata, in considerazione del fatto che l’Azienda non persegue  scopo di lucro, ed hanno raccomandato che anche per l’assegnazione degli alloggi  di edilizia convenzionata realizzati dai costruttori privati si proceda a mezzo bando pubblico finalizzato all’inclusione in graduatorie degli aventi diritto in base a punteggi da assegnare con il massimo di trasparenza e imparzialità.
In riferimento alle possibilità di favorire l’edilizia sociale che vengono da più parti prospettate  con l’attuazione del Piano casa, Sunia e “Diritti di Cittadinanza” hanno espresso all’Assessore le loro preoccupazioni per l’ulteriore espansione urbana e relativo massiccio consumo di suolo che tutta l’operazione potrebbe comportare se venissero accolte le varie proposte dei costruttori, senza peraltro offrire garanzie che vengano effettivamente soddisfatte le richieste di case popolari per le famiglie bisognose.
Con il Piano straordinario casa andrebbe invece privilegiata l’opera di recupero e di riqualificazione di realtà urbane degradate nel perseguimento degli obiettivi dell’edilizia sociale, affidando al Piano Strutturale scelte di un diverso assetto generale del territorio, anche su una dimensione sovracomunale, in cui potranno trovare risposte anche le esigenze di edilizia sociale. 
Sunia e “Diritti di Cittadinanza”, infine, hanno fatto presente all’Assessore quale sarebbe il loro orientamento nel caso in cui, comunque, il Consiglio Comunale dovesse decidere di accogliere le proposte dei costruttori per il Piano Casa, segnalando  in tale contesto l'idea che le premialità (consistenti in maggiorazioni volumetriche per chi cede parte di  proprie aree per edilizia sociale) da riconoscere ai costruttori  sianoriconosciute esclusivamente ove costoro  si impegnino a costruire (o, ancor meglio, a far costruire dall'Ater) abitazioni di edilizia sovvenzionata e convenzionata(lo stesso peraltro dovrebbe avvenire anche relativamente alle previsioni del RU), escludendo quindi  (come avviene in Puglia per il Piano casa)  dalle dette  premialità le imprese che fossero interessate solo a favorire l'edilizia sociale agevolata, dal momento che quest’ultima si traduce in genere nella costruzione di case di proprietà delle cooperative a prezzi considerevoli  che non tutti  possono permettersi.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi