home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 86.064.429 visualizzazioni ]
15/03/2011 19.00.03 - Articolo letto 3914 volte

Settimana della donazione del sangue per la FIDAS

Fidas ad Irsina Fidas ad Irsina
Media voti: Settimana della donazione del sangue per la FIDAS - Voti: 0
L'Italia rischia di non avere più “scorte” sufficienti
Matera Per ora il fabbisogno di sangue in Italia è coperto dalle donazioni, ma da qui al 2020, con l’aumento della popolazione anziana e il calo di quella giovane, il Paese rischia di non avere più “scorte” sufficienti.
Sono i dati che emergono da uno studio commissionato dalla FIDAS- Federazione Italiana Associazioni Donatori Sangue – al Censis.Secondo le previsioni dell’istituto di ricerca, nei prossimi 10-20 anni aumenterà, da un lato, il numero degli anziani che costituiscono l’80% dei beneficiari della terapia trasfusionale; dall’altro, si registrerà un calo demografico del 15% della popolazione giovanile. La conseguenza è che nel giro di nove anni il fabbisogno di sangue crescerà del 10%, mentre le donazioni caleranno dell’8,7%, a causa del superamento limiti di età degli attuali donatori.
L’equilibrio dinamico faticosamente raggiunto tra fabbisogno e consumi di sangue e suoi derivati nelle nostre strutture ospedaliere fa sì che dal 2003 l’Italia, come sistema paese,  non importi più sangue dall’estero. Ora però  torna concreto il rischio che si debba nuovamente far ricorso a “forniture” da altri Paesi europei.
Ancora una volta le Associazioni di Volontariato del Sangue, in stretta sinergia con le Istituzioni pubbliche, sono chiamate a promuovere sempre più e sempre meglio la cultura del dono tra i giovanissimi. Di particolare rilevanza sono iniziative quali la Settimana della donazione del sangue dei volontari del Servizio Civile Nazionale che si concluderà il prossimo 20 marzo ed il meeting giovani Fidas, in programma a Matera dal 18 al 20 marzo.
I giovani dirigenti FIDAS sanno bene che, per mantenere l’autosufficienza nazionale di sangue e per raggiungere quella di farmaci emoderivati, occorre impegnarsi attivamente su due fronti. Il primo, incrementare in termini assoluti i donatori tra i 18 ed i 28 anni, che attualmente rappresentano solo il 17% dei volontari del sangue. Il secondo, “stabilizzare” i donatori occasionali, facendoli divenire periodici, ricordando che l’atto della donazione del sangue è un impegno che si prende per tutta la vita “da sani”. Circa 200.000 persone,infatti, hanno donato solo una volta negli ultimi due anni, sebbene i maschi possano donare sangue intero 4 volte in un anno e le donne due. Ben 6 sono le donazioni di plasma mediante aferesi che si possono effettuare per ambo i sessi senza alcun rischio per la salute.
L’invito rivolto dal coordinatore dei giovani FIDAS della Basilicata, Antonio Siggillino  ai coetanei che attualmente stanno svolgendo il servizio civile in regione è di andare a donare presso uno dei sette centri trasfusionali e di raggiungere Matera per il mettine dei giovani della Federazione Italiana delle Associazioni Donatori Sangue.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi