home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 84.993.582 visualizzazioni ]
18/01/2011 15.18.02 - Articolo letto 5565 volte

I Vastax cantano l'euroscetticismo

Vastax - Se ci fosse la lira sarei ancora tuo marito Vastax - Se ci fosse la lira sarei ancora tuo marito
Media voti: I Vastax cantano l'euroscetticismo - Voti: 2
Se ci fosse la lira sarei ancora tuo marito
di FRANCESCO GIUSTO
Matera “L'artista va derubato nell'anima, perchè chi non soffre non crea”. Così, mi disse, un giorno un produttore musicale. Ed evidentemente aveva ragione perchè, a giudicare dall'ultimo cd dei materani Vastax, se non fosse stato per la loro euro-insofferenza, difficilmente, oggi staremmo qui ad ascoltare: “Se ci fosse la lira sarei ancora tuo marito”. Ventidue tracce in cui è la goliardia estrema di 3 ragazzoni: Niccolò De Ruggieri, Franco Campagna e Pino Oliva, il filo conduttore di una tragicomica visione dell'attuale mondo economico/sentimentale.

 

Questa decodifica, cinica e, al tempo stesso, ironica, produce ottimi spunti musicali che loro decidono di concentrare, buona parte, nelle prime 7 riuscitissime tracce; il risultato è una escalation di motivi esilaranti, e dalle intelligenti soluzioni compositive, degni, davvero, di hit parade radiofoniche. In generale, l'intero flusso creativo è zeppo di emozioni, riflessioni, risate e tenerezze le quali trasudano, innanzitutto, una loro profonda e antica amicizia, poi, nondimeno, una rilevante maturità musicale. Ad impreziosire l'intero lavoro: l'inconfondibile chitarra della special guest Dino Plasmati; il sax tenore di Enzo Melasi, rievocante il primo Dalla e le eleganti voci di Valentina Pinto e Milena Orlandi.

 

Dopo un calo emozionale, tra l'ottava e la decima traccia, il disco riparte, discreto, dall'incalzante reggae di “Guarda cardello e vedo mia madre” dove le linee melodiche di Franco Campagna si rifanno interessanti; nella successiva “Due cuori e una condanna”, l'urlo tekno/ liberatorio “non me lo dirmelo a me” trascina, spontaneamente, l'ascoltatore, in una danza scoordinata. Da segnalare tracce di credibile new wave nella surreale “Terrore materdomini”.

 

Ossessionati dall'economia canaglia, tema dominante in tutto il disco, i Vastax finiscono per consegnarsi, non si sa se per necessità o per piacere, all'eterna giovinezza, ricercando donne disponibili su “imbarazzanti” chat e idealizzando nuove forme d'amore; nella fattispecie lo concepiscono: senza contatto, cristallizzato nel pensiero, e, consumato, guardandosi dal balcone. Ed è preoccupante, ascoltandoli, ritrovarsi persuasi, dall'idea che, forse, è quella, l'unica forma di rapporto incentivato e possibile, oggi. Pur in tutta la sua comicità, l'imperturbabile Franco Campagna convince quando afferma, “io credo nelle zoccole” e si fa ricordare quando grida “volevo essere più immaturo”. Tutto ciò significherà qualcosa?! Sarà forse la paura inconscia, di ognuno, di diventare “fornai tristi e solitari”? Ma prima di qualsiasi risposta, concedetevi 2 minuti e 37 per “Le cosce al mare”; questa...credo, metta d'accordo tutti!




Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi