home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 86.995.618 visualizzazioni ]
02/01/2011 11.23.28 - Articolo letto 5854 volte

Torna al Duni il teatro dialettale di Montemurro

Un momento della rappresentazione (foto Martemix) Un momento della rappresentazione (foto Martemix)
il finale (martemix) il finale (martemix)
Media voti: Torna al Duni il teatro dialettale di Montemurro - Voti: 0
“Paccij”,Pazzia, libero rifacimento in due atti de “Il medico de’ pazzi” di Edoardo Scarpetta
di GIOVANNI MARTEMUCCI
Matera Domani al Cine-Teatro Duni di Matera, la Compagnia teatrale materana “Talia Teatro”, diretta da Antonio Montemurro, presenta il suo ultimo lavoro dal titolo “Paccij” (Pazzia). Si tratta di un libero rifacimento in due atti della nota farsa “Il medico de’ pazzi” di Edoardo Scarpetta, scritta nel 1908. Entrambe le rappresentazioni del 6 e 7 dicembre scorso hanno registrato un successo di pubblico che ha tributato gli onori del caso al nutrito gruppo di attori, tutti, bisogna ricordarlo, attori non professionisti. Per molti di essi dunque si è trattato di un debutto (quattro su diciassette erano gli esordienti). Antonio Montemurro, oltre ad essere il regista ed attore principale del lavoro, ha curato la rielaborazione della farsa ricorrendo come di consueto al vernacolo materano per la caratterizzazione di taluni personaggi. Sarebbe sbagliato però pensare a quest’ultima fatica della compagnia come ad un lavoro prettamente dialettale. L’operazione culturale introdotta già un anno fa da Talia Teatro con l’Avaro di Molière è senz’altro di più ampio respiro. Ciò che si percepisce dagli ultimi lavori di Montemurro è un’attenzione più generale al Teatro cosa che non
può che destare interesse se si pensa che tutte le rappresentazioni dovrebbero avere una duplice funzione: di intrattenimento del pubblico e di educazione dello stesso.
 
Questa la vicenda: la pensione ‘Stella’ a Napoli è abitata da 14 personaggi che a prima vista sembrerebbero in po’ eccentrici. Uno di questi è Ciccillo (Franco Burgi), studente in medicina, che aspetta la visita degli zii e della fidanzata da Matera in occasione della propria laurea. In realtà Ciccillo non ha sostenuto alcun esame e non si laureerà mal: ha infatti sperperato al gioco nel corso degli anni tutti i danari che lo zio don Felice Sciosciammocca (il vulcanico Antonio Montemurro) e la zia (la bravissima Nunzia Scorca) gli hanno inviato per poter studiare. Ciccillo, ricercato dal creditori di gioco, chiede aluto ad un amico (il dinamico Francesco Palomba) ed insieme escogitano uno stratagemma per gettare fumo negli occhi degli ignari zii. Dice a questi ultimi che la pensione ‘Stella’ èuna clinica psichiatrica che egli è riuscito ad aprire grazie ad una cospicua somma inviatagli da don Felice ed in realtà servita per ripagare un debito di gioco. Gli ospiti della pensione diventano così automaticamente i pazienti del dottor Ciccillo, coadiuvato da un ‘Direttore’ della clinica (Domenico Orlandi, davvero bravo nella parte) che alla fine svelerà la magagna. Gli ospiti della pensione/casa di cura sfilano davanti agli occhi di don Felice e della zia di Ciccillo che li credono pazzi: tutti, nelle loro miserie e nelle loro manie, gnardati da dietro la lente deformante dell’equivoco, sembrerebbero davvero uscire dalla normalità. In realtà la normalità non esiste e don Felice chiude la commedia con un monologo moraleggiante sulla pazzia vista come un rifugio salvifico.
 
Gli altri interpreti meritano una citazione: Margherita Arré (nella parte della vedova inconsolabile), Saverio Mastronardi (il cameriere della pensione), Saverio Pietracito (il Maggiore), Rocco Mazzei (l’aspirante attore), Claudia Passarelli (nella doppia parte della fidanzata di Ciccillo e dell’adescatrice di don Felice), Mario Salluce (il novelliere), Giulia Cifarelli e Laura Matera (donna Amalia Strepponi e sua figlia Rosina), Rocco Cascini (il musicista), Francesco Andrisani ed Emanuela Lorusso (donna Elena e don Anselmo) ed infine il giovanissimo Maurizio Cicchetti (nella parte del guappo Nicolino Scapece).



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi