home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 84.997.015 visualizzazioni ]
04/11/2010 14.41.28 - Articolo letto 4977 volte

Proposte utili a definire il modello di rilancio del sistema economico della Basilicata

LUCA BRAIA LUCA BRAIA
Media voti: Proposte utili a definire il modello di  rilancio del sistema economico della Basilicata - Voti: 0
Intervento del 03 novembre 2010 nella seduta consiliare
di LUCA BRAIA
Potenza e provincia L’interessante dibattito che ha caratterizzato il Consiglio regionale odierno, sulla relazione presentata dall’Assessore Restaino nella precedente seduta dello scorso 19 ottobre, sulle misure per il rilancio del sistema economico Basilicata, ha  dato la possibilità a tutti i gruppi presenti in Consiglio di proporre riflessioni e mettere in campo proposte utili a definire il modello di  rilancio del sistema economico della Basilicata.
L’occasione è stata troppo ghiotta per non tornare a porre l’accento sul fatto che è arrivato il momento anche per la nostra Regione di accelerare e di voltare pagina, di provare a rilanciare il tessuto economico locale con una serie di misure a sostegno soprattutto della Pmi in particolare di quelle appartenenti ai settori per i quali la Basilicata è più vocata. 
Nelle valutazioni di contesto non si può non partire dalla disanima prodotta dall’assessore alle attività produttive Restaino alla quale ho incrociato il rapporto SVIMEZ assieme alla mia personale esperienza da imprenditore ieri ed uomo delle Istituzioni oggi.
Appare chiaro che esiste l’impianto normativo a cui si è dato attuazione, ma è pur palese che i tempi relativi ad istruttorie ed altre procedure burocratiche sono fuori da ogni logica, economica e politica. Nel rapporto del Dipartimento ho letto di concetti importanti come innovazione, diffusione delle nuove tecnologie, potenziamento del capitale umano ed implementazione delle attività di ricerca, ma nel mio intervento ho voluto sottolineare come è necessario anche integrare quei concetti con:
-         il valore della coesione, uno più uno uguale tre, in una parola sinergia; aggregazione di aziende che, aldilà dei distretti, creino consorzi “sovraterritoriali” con obiettivi comuni: minor costi, maggior efficienza, competitività da vendere oltre che nei confini regionali, anche a livello nazionale ed internazionale; vere “Strutture di rete” attuabili attraverso quei contratti di rete che superano di fatto la dimensione territoriale e con cui 2 o più imprese decidono di condividere servizi di acquisto, subforniture, logistica, progettazione, comunicazione ;
-         il supporto alle imprese del settore dei servizi avanzati , dell’OT e dell’ICT ,tra le poche in grado di produrre occupazione di qualità , con bandi e misure di sostegno pensate appositamente per il settore per compensare le lacune dei precedenti bandi le cui proposte in questi settori sono state assolutamente  marginali, nell’ordine del 5% ; in particolare, per il settore dell’ICT necessitano anche importantiinvestimenti per la diminuzione del digital divide(fondamentale per la “geografia” della nostra Regione) e la informatizzazione della Pubblica Amministrazione da rendere più efficiente e più efficace;così come per l’OT diventa necessaria una  progettualità istituzionaleda rivolgere alle imprese presenti sul territorio a difesa del nostro ambiente e delle nostre  risorse naturali ;
-         la semplificazione delle procedure amministrative con un utilizzo appropriato degli strumenti informaticie sublimando la  tanto utile legge Bassanini (Legge 15 marzo 1997, n. 59);
-         l’introduzione di  sistemi d’incentivazione automaticalegate alla defiscalizzazione Regionale anche con micro interventi che favoriscano immediatamente investimenti piu’ ridotti  in entità (sino a 50.000 Euro per esempio);
-         rendere appetibili le aree industriali della Regione, attraverso una  progressiva riduzione dei costi dell’energia, migliorando le infrastrutture materiali ed immateriali;
-         il potenziamento e, soprattutto, il  monitoraggio del lavoro di Sviluppo Basilicata SpA  (visto il ruolo che gli stiamo affidando di istruttore e valutatore):tempicerti e sistemi di PREMIALITA’/ PENALITA’ che devono necessariamente essere inseriti nei meccanismi di funzionalità della struttura;
-         inserire, nei futuri bandi, sistemi di premialitàche diano priorità alle imprese locali e dunque arrivi a premiare anche le aziende extraterritoriali che si uniscono alle nostre in partnership;
-         e ancora, una task force per il monitoraggio costante dell’efficacia e dei risultati delle misure messe e da mettere in campo.
 
Il mio augurio, dunque, è che ci siano ulteriori opportunità per riflettere su questi temi, senza perderne  altre, ancorchè preziose, in lentezze e scoordinamenti vari e rispondendo alle parole del Presidente del Consiglio dei Ministri il quale, dopo quindici anni di suo governo di questa nazione, insinua che “quando gli altri vanno, noi stiamo già tornando”, sigillo la mia replica con un monito per tutti i Lucani: non possiamo continuare a camminare, mentre il resto del mondo, già da un pezzo, ha imparato a correre.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi