home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 91.018.158 visualizzazioni ]
29/10/2010 17.14.54 - Articolo letto 4652 volte

Un’impresa edile oscura i Sassi

Città Plurale Città Plurale
Media voti: Un’impresa edile oscura i Sassi - Voti: 0
Un’impresa può, per difendere la sua privacy, privare la città e i turisti di uno degli affacci più suggestivi sui Sassi e sulla Gravina?
di CATIA CAPONERO
Matera Città Plurale condivide la denunzia sottoscritta da PierGiorgio Corazza e da altri cittadini della transennatura fatta in via S.Francesco da Paola,che oscura il panorama sui Sassi e sulla Gravina e non si comprende come possa essere stata autorizzata.
Fa rilevare, dopo aver esaminato il caso, che la recinzione dei cantieri nei Sassi non  risponde a esigenze di sicurezza, ma è stabilita dalle Norme Tecniche della legge 771(di cui si allega copia) che dettano le regole per l'uniformità delle transennature delle aree dei cantieri "prospicienti l'immobile da recuperare" (in legno ,di 2 metri di altezza, ecc.). E' in sostanza una norma di decoro urbano intesa ad evitare l'interferenza , anche visiva, dei cantieri con le strade dei Sassi. Pertanto appare del tutto irregolare e ingiustificata la recinzione realizzata dall'impresa in via S.Francesco da Paola dal momento che questa strada non è "prospiciente" e non ha nessun rapporto con l'area del cantiere, che invece si trova nella sottostante via Buozzi (da cui lo separa un dislivello di circa 50 metri). Vorremmo anche sapere se l'impresa ha presentato all'Ufficio la planimetria dell'area da recintare,come prescrive la norma, dal momento che ha occupato una porzione di suolo pubblico di via S.Francesco da Paola compreso il parapetto di delimitazione della strada, e se questa planimetria è stata approvata dall'Ufficio competente.
In ogni caso Città Plurale invita l'Assessore dott. Maria Pistone a esaminare più attentamente il caso e, se rileva, come noi riteniamo, l'irregolarità della transennatura, ordinarne la rimozione, per restituire alla Città ed ai turisti la visione dei Sassi e della Gravina arbitrariamente oscurata. Leggere, inoltre, sulla stampa locale del 20 ottobre u.s. la seguente dichiarazione del suddetto assessore: “L’assessore comunale ai Sassi, Maria Pistone fa sapere, invece, che l’origine della decisione sta nelle garanzie di sicurezza che le palizzate offrono ai lavoratori del cantiere che, protetti da questa struttura, non dovrebbero temere eventuali oggetti caduti ai turisti affacciati al belvedere o furti notturni all’interno del cantiere”, si resta increduli e sgomenti. L’assessore dott. Maria Pistone intanto dimostra di non essersi bene informata sulla vicenda e che in base alle norme tecniche il tema della sicurezza non c’entra nulla. Quantunque la causa dell’oscuramento di un affaccio sui Sassi fosse la sicurezza dei lavoratori e la sicurezza di un cantiere, ci si dovrebbe preoccupare di controllare la stabilità dei ponteggi, delle impalcature, la regolarità degli strumenti di lavoro, i ritmi di lavoro, ecc., non certo gli eventuali oggetti che potrebbero cadere dalle mani dei turisti che si affacciano al belvedere. Se si fa una tale affermazione, l’assessore sarebbe in grado di dirci quanti incidenti sul lavoro sono stati causati dagli oggetti caduti dalle mani  dei turisti sino ad oggi?
Ormai in questa città, che si vorrebbe capitale europea della cultura, che si vorrebbe tornasse ad essere laboratorio di urbanistica, con queste dichiarazioni si sfiora il grottesco. L’assessore ha, inoltre, valutato che un albergo non si costruisce in un mese, per cui quel muro in legno che oscura uno dei più suggestivi affacci sul Sasso Caveoso resterà chissà per quanto tempo? Chi è il dirigente che ha dato l’autorizzazione?
Per cui, nel ribadire che venga  rimosso un vero e proprio abuso ai danni della città, si chiede al Sindaco un immediato intervento per la soluzione del problema e soprattutto gli si domanda: sarà possibile, un giorno, che questa città venga governata con più attenzione, più rispetto e meno superficialità?
 
Il Presidente                         
Catia Caponero



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi