home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 86.106.170 visualizzazioni ]
28/10/2010 15.44.27 - Articolo letto 5316 volte

QUATTRO PARCHEGGI FANTASMA

VIA CASALNUOVO INVASA DA TOPI E SERPENTI (foto martemix) VIA CASALNUOVO INVASA DA TOPI E SERPENTI (foto martemix)
VIA CASALNUOVO INVASA DA TOPI E SERPENTI (foto martemix) VIA CASALNUOVO INVASA DA TOPI E SERPENTI (foto martemix)
Media voti: QUATTRO PARCHEGGI FANTASMA - Voti: 0
Tra i progetti incompiuti che da oltre vent’anni attendono la loro destinazione
di ADRIANO PEDICINI
Matera Tra i progetti incompiuti che, da oltre vent’anni attendono la loro destinazione e collocazione, vi sono quattro parcheggi, lavori vitali per una città come Matera, ma le opere pubbliche in questa città hanno tempi biblici e, per lo più, rimangono abbozzate. Risultati che non hanno paragone con i tanti record negativi, prerogativa non solo di città del sud con immense difficoltà, Matera, vi rientra a pieno titolo.

Mentre quattro parcheggi giacciono nel dimenticatoio e nel vandalismo più sfrenato; mentre si proroga ancora di sei mesi l’avvio del bando per i parcheggi, facendo permanere ancora confusione, incompetitività ed improvvisazione; mentre l’utente non sa più dove lasciare l’auto, tanto che si arriva a parcheggiare  sino alla sommità di via Pecci, la Polizia Municipale e gli ausiliari del traffico non possono far altro che lavorare a tutto spiano elevando multe per divieto di sosta, rendendo ancora più insostenibile lo stato sociale.

Di contro, la politica e l’amministrazione comunale che dovrebbe rendere più serena ed agevole la vita della comunità che paga le tasse, sembra non accorgersi che da oltre 20 anni giace sulla carta il parcheggio multipiano di via Gramsci. Si perché l’unica cosa concreta rimasta di quel timido avvio di cantiere, è l’usurata, locandina che annuncia che in quel luogo un giorno, forse, ci sarà il parcheggio. Quattro miliardi di lire circa l’allora importo finanziato, cifra ridicola oggi per pensare di riprendere i lavori; cosa si dovrà aggiungere per poter completare l’opera, ma non c’è fretta, si può aspettare ancora. Frattanto l’ironica locandina ancora annuncia: “consegna  lavori 19.12.1990”. La mancata realizzazione di quel parcheggio è la causa fondamentale del pesante ingorgo di via lucana e centro storico.

Il parcheggio di via Casalnuovo, preziosa ed unica valvola di sfogo per il rione Sassi, forse non merita che si sciupino ancora parole: opera da sempre vandalizzata e consumata, dimenticata ed abbandonata, dimora di ratti e fuori da ogni programma.

Il centro direzionale, ingolfato d’auto, costruito sulla falsa riga di Acquarium, nell’appiattimento del massimo profitto, senza tener conto che le auto si devono pur lasciare da qualche parte; strade e stradine dismesse dall’interesse amministrativo e sociale, si edificano quartieri e poi si rincorrono le imprese, lavori che non terminano mai e l’occhio di chi osserva Matera per le solite visite natalizie ed estive, altro non può fare che constatare che nel tempo nulla cambia per poi congratularsi per la scelta d’esser emigrato, separato da questa città.

A quel convulso centro un contributo lo avrebbe dato il parcheggio di viale delle nazioni Unite, opera colossale, costata milioni di euro, terminata nell’anno che non ricordo, sfregiata da vandali di oggi e di ieri e mai entrata in funzione. Ogni domanda potrebbe sortire risposte fantasiose e bizzarre ma in proposito dalla nostra amministrazione non si hanno risposte; se non una: “la situazione del caso è complessa”.

In ultimo il parcheggio, o meglio, l’opera ripudiata a ridosso dei Sassi a Sant’Agostino, progettata come parcheggio, tantissimi anni orsono. Lavori iniziati ed abbandonati, ma non è una novità, l’originalità è quella che probabilmente avrà altra destinazione che andrà ad ingolfare di traffico quel sito, come se già adesso non scoppi.

Mi chiedo come possa parlarsi di piano del traffico, di chiusura del centro storico e dei Sassi; sgombrare dalle auto, le belle piazze o la cattedrale se la politica del fare amministrativo raggiunge livelli di incapacità ed inadeguatezza così elevate? Riparate i danni del passato remoto se volete dare un futuro dignitoso a questa città. 

Resto convinto che il tutto è attenzionato da chi guida la città, ma ci vuole una volontà politica ed amministrativa forte e coraggiosa per recuperare e riprendere quel che giace da anni, non è facile riscattare i tanti posti di lavoro che queste opere, se completate per tempo, avrebbero significato per la città.

 

Adriano Pedicini Consigliere PdL




Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi