home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 86.346.077 visualizzazioni ]
17/09/2010 18.59.39 - Articolo letto 5527 volte

ON LINE DA OGGI I DATI SULLE EMISSIONI DELLA CEMENTERIA DI MATERA

ITALCEMENTI ITALCEMENTI
Media voti: ON LINE DA OGGI I DATI SULLE EMISSIONI DELLA CEMENTERIA DI MATERA - Voti: 0
Consultabili sui siti web istituzionali del Comune di Matera
di GIANNI CELLURA
Matera Da oggi è possibile accedere tramite i siti web istituzionali del Comune di Matera (www.comune.matera.it), della Provincia di Matera (www.provincia.matera.it) ed Ente Parco della Murgia Materana (www.parcomurgia.it) cliccando sul titolo “io non mento sul cemento” ai dati riguardati il monitoraggio in continuo delle emissioni del forno di cottura dello stabilimento della cementerai di Matera. Con il Protocollo d’Intesa sottoscritto lo scorso 7 maggio da Comune, Provincia di Matera, Ente Parco della Murgia Materana e Italcementi, infatti, i sottoscrittori si erano impegnati alla attivazione di una serie di azioni per l’ottenimento nelle attività produttive dello stabilimento di Matera di prestazioni ambientali d’eccellenza, per la massima trasparenza circa le attuali attività industriali in essere e per la ricerca delle massime garanzie di integrazione delle stesse nel quadro territoriale esistente e futuro.
I dati sono pubblicati con cadenza giornaliera sul sito il giorno successivo a quello di misurazione, tranne il sabato, la domenica e i festivi dove verranno pubblicati il lunedì oppure il giorno successivo al festivo.
“Dopo l’insediamento del tavolo tecnico scientifico avvenuto lo scorso 16 luglio –hanno dichiarato il sindaco Salvatore Adduce e l’assessore all’ambiente del comune di Matera Giuseppe Falcone- si aggiunge oggi attraverso la disponibilità su internet dei dati di emissione un altro tassello sulla strada della trasparenza e della sicurezza dei cittadini. Adesso occorre continuare a mantenere gli impegni assunti allargando il tavolo della partecipazione alle associazioni ambientaliste e della cittadinanza attiva e installando le centralina fissa per il monitoraggio dell’aria a Murgia Timone”.
 
La segreteria del sindaco
 
 
Di seguito il testo integrale dell’accordo sottoscritto il 7 maggio
 
HANNO CONCORDATO QUANTO SEGUE
 
1) di istituire tra i sottoscrittori del Protocollo un Tavolo Tecnico-Scientifico periodico finalizzato alla valutazione nel tempo dell'attuazione della presente intesa e delle prestazioni ambientali della cementeria, allargato in funzione dei temi trattati ai rappresentanti degli Enti di controllo (ASM e ARPAB), delle organizzazioni sindacali e delle associazioni ambientaliste e della cittadinanza attiva. Il tavolo tecnico potrà proporre la revisione, l’integrazione  o l’aggiornamento del protocollo d’intesa;
2)      di rendere pubblici tramite i siti web degli Enti sottoscrittori della presente intesa al fine della trasparenza, i dati riguardati il monitoraggio in continuo delle emissioni del forno di cottura della cementeria;
3)      di istituire d’intesa con gli Enti preposti ed a cura della Italcementi presso il CEA di Murgia Timone una stazione per la misurazione in continuo degli effetti a distanza delle emissioni, per la misurazione dei depositi “a terra” e per la verifica delle matrici alimentari. Le rilevazioni, il trattamento e la elaborazione dei dati, su indicazione del Tavolo Tecnico sarà affidata ad un organismo “terzo” con onere della gestione a carico della Italcementi;
4)      di condividereiniziative finalizzate all'eventuale ulteriore ottimizzazione delcontenimento,  di emissioni, rumore, consumi idrici ed energetici e per l'utilizzo di combustibili maggiormente “sostenibili” e compatibili con le performance produttive dell’impianto Italcementi
5)      di verificare la possibilità e la fattibilità di una maggiore armonizzazione architettonica della nuova linea produttiva nell'esistente struttura al fine di ridurne l'impatto visivo, senza che ciò debba comportare  varianti edilizie;
6)      di verificare l'attuazione del piano progressivo di eliminazione dei modesti quantitativi ancora rimasti di manufatti in cemento-amianto presso l'impianto Italcementi, pure in buono stato di conservazione e già costantemente monitorati;
7)      di esaminare preventivamente gli interventi di ripristino ambientale delle cave in coltivazione, da autorizzarsi a cura degli Enti preposti, al fine di avviare un opportuno processo di rinaturalizzazione dei siti con specie vegetali autoctone;
8)      di convenire che l'impianto della società Calcestruzzi SpA ubicato in via San Vito venga delocalizzato a cura di Italcementi o sua controllata in altro sito valutando prioritariamente la possibilità del sito di località Venusio di proprietà della stessa Italcementi, previo ottenimento dei necessari assentimenti.
A delocalizzazione avvenuta, Italcementi si impegna, anche per conto della sua controllata Calcestruzzi SpA, a far trasferire all'Ente Parco ovvero al Comune di Matera  i diritti ora  in capo alla Calcestruzzi SpA relativi all'attuale sito di via San Vito; a tal fine l’Ente Parco o il Comune dovranno manifestare l’interesse all’acquisizione di tali diritti entro 1 anno dalla delocalizzazione;
9)       le parti si impegnano a cooperare e partecipare a progetti di protezione della biodiversità e di promozione culturale;
10)   Italcementi si adopererà per l'attuazione di progetti a salvaguardia dei siti archeologici ricadenti nelle aree di proprietà degli impianti di Matera; tali interventi dovranno essere effettuati di concerto con l’Ente Parco ed il Comune di Matera e con il coinvolgimento degli altri soggetti istituzionali pubblici;
11)   La Provincia , il Comune di Matera e l’Ente Parco si impegnano, nell’ambito degli obiettivi del presente protocollo, a compiere le attività di loro competenza in tempi ragionevoli , in particolare con riferimento all’istituzione ed operatività del Tavolo Tecnico- Scientifico ed alle procedure di rilascio di eventuali e necessari assentimenti;
12)   La durata del presente protocollo è di cinque anni dalla data di sottoscrizione dello stesso. Eventuali modifiche, integrazioni e revisioni  del presente protocollo dovranno mantenere la stessa forma scritta;
13)  Il presente protocollo sarà sottoposto a ratifica delle amministrazioni pubbliche sottoscriventi dai rispettivi organismi deputati.
 
Matera,   7 maggio 2010
 
 
 
                        Provincia di Matera                                                 Comune di Matera   
                               Il Presidente                                                               Il Sindaco
                           Dr. Franco Stella                                                     Sen. Salvatore Adduce
 
 
            Ente Parco della Murgia Materana                                    Italcementi S.p.A.
                              Il Presidente                                                             Il Direttore
                        Dr. Roberto Cifarelli                                             Ing. Edoardo Giudiceandrea



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi