home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 89.352.241 visualizzazioni ]
01/09/2010 13.42.16 - Articolo letto 6406 volte

In degrado anche se mai inaugurati

Parco 4 evangelisti (foto martemix) Parco 4 evangelisti (foto martemix)
Parco Rione Pini Parco Rione Pini
Media voti: In degrado anche se mai inaugurati - Voti: 1
Il destino dei parchi di Rione Pini e dei 4 Evangelisti
di GIOVANNI MARTEMUCCI
Matera Se alcuni parchi urbani sono stati inaugurati ma sono finiti ben presto nel degrado, altri sono in preda all’incuria e all’abbandono prima ancora che entrino ufficialmente in funzione. È il caso del parco del rione Pini e dei “4 Evangelisti”. Il primo è stato finanziato con un impegno  di 3 milioni di euro di fondi Pisu da dividere con il parco del Castello e del rione Cappuccini. Il parco al rione Pini rappresenta uno spaccato urbano da riqualificare con il miglioramento degli standard di vivibilità e con la piantumazione di fitte alberature. Il parco sembra concluso nelle sue strutture ma sconta un ritardo nella consegna. Tutto è fermo e le grate di cantiere testimoniano che la struttura non può essere fruibile. Intanto i bambini entrano a giocare e l’erba alta è ovunque. Sui tempi di consegna alla città non si sa nulla. Stessa sorte che tocca al parco dei “4 Evangelisti” che è ancora un cantiere. Non è ancora aperto al pubblico perché i lavori non sono stati ultimati. Manca poco, le ultime rifiniture, come il montaggio della recinzione ma da tempo i bambini lo frequentano regolarmente. Le grate che dovrebbero impedire l’accesso all’opera, non ci sono più mentre l’ingresso della struttura è caratterizzato dai piloni in cemento del cancello non ancora montato. Ogni giorno, nel tardo pomeriggio, fanno la loro comparsa anche intere famiglie che accompagnano i loro piccoli a giocare in quella che considerano un’area sicura. In realtà ci sono ancora i tubi per l’irrigazione da sistemare ed interrare, gli impianti elettrici da finire ed altri accessori secondari da montare. Qualche struttura in cemento armato della recinzione e la carpenteria metallica sono ancora da ultimare così come alcune nicchie degli impianti tecnologici. I rischi per i frequentatori “abusivi” del parco sono tanti a cominciare da cavi scoperti, tombini mancanti, per finire alle zone verdi ricoperte ormai di sterpaglia dove si annidano i rettili che i bambini si divertono a cacciare.
Un destino di degrado e abbandono che interessa anche le strutture di gioco in legno e plastica alcune delle quali rotte, altre smontate, altre ancora rubate. Insomma un parco ancora da inaugurare che ha già bisogno di lavori di ripristino.
 
Giovanni Martemucci



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




inesattezze
Il 02/09/2010, sunburn ha scritto :

scusami tanto ma il continuo sperpero di denaro pubblico tu lo chiami un bene per matera?????? qui non è che si piange sul latte versato è che queste cose devono essere  dette ad alta voce dai materani cosi tanto propositivi...........era compito dei lottizzanti e a loro spese realizzare aree attrezzate e opere di urbanizzazione secondaria e non utilizzare i finanziamenti pubblici .......non c'e' nessun finto moralismo in tutto cio'......e il bicchiere pieno di acqua di scarico inquinata bevitelo tu!!!!!!!!


Inesattezze
Il 01/09/2010, dado ha scritto :

In questo articolo ci sono delle pesanti inesattezze, la primaè che il Parco non è un cantiere, la inevitabile e collegata conseguenza è che il Parco è stato consegnato i primi di agisto al Comune. In merito ai dettagli mancanti sono di competenza comunale e non della ditta appaltatrice del Parco. Dunque non è il caso di dare ai cittadini che portano i bambini a giocare degli "abusivi" dato che non lo sono affatto!


Re: Inesattezze
Il 02/09/2010, sunburn ha risposto :
credo invece che la pesante inesattezza sia quella di attribuire agli spazi vuoti usciti dalle manovre di speculazione e abusivismo edilizio la denominazione di " parco"........ma di quali parchi stiamo parlando???? si ricordi che il cosi' chiamato " parco" dei 4 evangelisti è stato deturpato del suo verde per costruire una scatola di cemento armato che innanzitutto non serve a un cazzo perchè da anni a matera non esiste una reale domanda di abitazione e che tra l'altro è anche abusivo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
io lo chiamerei più che altro "spianata di mattoni e cemento" colorata di verde con qualche aiuola  per evitare le spese di manutenzione necessarie al verde urbano fruibile......quindi adiacente all'abuso edilizio ritroviamo anche l'abuso urbanistico e collettivo......iniziamo a chiamare le cose con i loro nomi.............
Re: Inesattezze
Il 02/09/2010, dado ha risposto :

..e allora meglio farci costruire un altro palazzo..la solita mentalità mediocre, del bicchiere mezzo vuoto, ormai i palazzi ci sono, tanto vale lottare per quello che ancora c'è da fare, tu piangi sul latte versato, spero che altri materani abbiano il coraggio delle idee, guardando al presente e al futuro senza fare i finti moralisti che sanno solo parlare del passato perchè non sanno proporre il futuro! Il parco è un bene di Matera, è l'acua che riempie il bicchiere mezzo pieno, evviva i materani propositivi, loro faranno grande Matera!
 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi