home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 86.332.299 visualizzazioni ]
24/08/2010 17.04.05 - Articolo letto 6279 volte

Impietosa la pagina scritta oggi alla Sata di Melfi

Stabilimento SATA di Melfi Stabilimento SATA di Melfi
Media voti: Impietosa la pagina scritta oggi alla Sata di Melfi - Voti: 0
Impietosa e umiliante verso i 3 lavoratori, verso il diritto al lavoro, verso il nostro territorio, attanagliato dal bisogno di lavoro
di MANUELA TARATUFOLO
Matera Impietosa e umiliante verso i 3 lavoratori, verso il diritto al lavoro, verso il nostro territorio, attanagliato dal bisogno di lavoro.
 
Una pagina che riporta all’antico, al tempo in cui i padroni licenziavano gli operai se non si piegavano alla loro volontà, al tempo in cui per raggiungere il massimo profitto, si negavano diritti e si trattavano i lavoratori peggio delle bestie.
 
Sembra di assistere ad un dejà vu in un contesto, all’apparenza, emancipato ma in cui lo stile non è cambiato. Il padrone umilia l’operaio che, pur avendo fatto valere, per legge, le sue ragioni, pur avendo vinto una causa di reintegro, si vede negare palesemente e superbamente un suo sacrosanto diritto: riprendere a lavorare.
 
E ciò che fa più male è che questa ennesima grave scorrettezza si consumi con la complicità meschina e cinica del Governo, del Ministero del Lavoro che su tale vicenda restano codardamente in silenzio.
 
Ma come si può restare indifferenti di fronte ad un simile scempio?
 
I diritti devono essere rispettati e osservati. Lo sviluppo non può passare attraverso l’azzeramento dei “diritti base” dei lavoratori né la crisi può essere un alibi per negare tutele e garanzie.
 
Non vince il più forte, devono trionfare i diritti nell’interesse obiettivo di chi è leso, di chi è più debole, di chi è meno garantito.
 
Nè si può restare a guardare attendendo che una bacchetta magica risolva una situazione così assurda e paradossale.
 
E’ tempo di reagire tutti insieme, forze sociali e politiche, col fine comune di fare in modo che si perseveri “in una politica di sviluppo e ripresa che subordini tutto e tutti alla suprema necessità di lavorare, nel rispetto dei diritti, e di produrre” (lo diceva G.ppe Di Vittorio nel 1946). Un connubio imprescindibile che si deve avere la forza e la volontà di attuare nell’interesse dei lavoratori e della ripresa economica del territorio.
 
Non si può prescindere da questo: abbiamo l’obbligo morale nonché il dovere di tutelare i lavoratori e di promuovere uno sviluppo che rispetti i diritti più elementari.
 
Saremo accanto ai lavoratori di Melfi affinché siano rispettati i loro diritti e si eviti che l’atteggiamento paradossale del padrone Marchionne non diventi un cattivo esempio a cui altri imprenditori si uniformino.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




Da ridere
Il 24/08/2010, materanodok ha scritto :
Ma stiamo scherzando??? Tre operai bloccano una intera linea di produzione in uno sciopero di 4gatti NON autorizzato e sono vittime??? in altri settori per una cosa così vai a casa a calci nel sedere, che vergogna, poi ci lamentiamo che non c'è lavoro..se chi lo ha pensa a giocare a fare la rivoluzione fa bene la fiat ad andare altrove!


 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi