home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 92.509.047 visualizzazioni ]
18/08/2010 12.54.22 - Articolo letto 5623 volte

Mercoledì 18 agosto 2010 la reimmissione in natura di 18 esemplari di falchi grillai

Falchi Grillai Falchi Grillai
Media voti: Mercoledì 18 agosto 2010 la reimmissione in natura di 18 esemplari  di falchi grillai - Voti: 0
Il rilascio avverrà alle ore 12,00 presso il Belvedere della Murgia materana
di GIANNI CELLURA
Matera Nell’ambito delle attività del Centro Provinciale di Recupero della Fauna Selvatica  ubicato presso  la Riserva Naturale di San Giuliano  è stata fissata  per il giorno mercoledì 18 agosto 2010 la reimmissione in natura di 18 esemplari  di falchi grillai curati e recuperati alla vita libera. Il rilascio avverrà alle ore 12,00 presso il Belvedere della Murgia materana all’interno del Parco della Murgia. Questa iniziativa rientra in una quadro di reimmissioni in natura di animali curati e riabilitati che si svolge tutto l’anno ed in particolare nei mesi di luglio e agosto.
L'attività del Centro Recupero di San Giuliano è curata dalla società De Rerum Natura in collaborazione con la Provincia di Matera con il supporto medico veterinario del dott. Vito Tralli.  Lo scopo è  quello di  portare avanti, oltre  alla cura di esemplari  in difficoltà di fauna selvatica protetta rinvenuta nel territorio provinciale,  soprattutto specifiche  iniziative per la tutela e la conservazione concreta del Grillaio occupandosi di soccorso,  recupero  e rilascio di moltissimi esemplari giovani ed adulti. Oltre a ciò Il Centro ha curato anche quest’anno il monitoraggio di circa 400 cassette nido appositamente installate su numerosi edifici di Matera e Montescaglioso allo scopo di verificare l’adattamento a queste nuove cavità che in molti casi si stanno rivelando indispensabili per garantire un sito di nidificazione più certo. Infatti con le trasformazioni urbanistiche dei centri storici e con alcuni lavori di restauro vengono a mancare le opportunità di nidificazioni sicure.
Il Grillaio (Falco naumanni è il suo nome scientifico), lo straordinario e familiare falchetto cittadino è ormai diventato un simbolo delle aree murgiane a cavallo tra Basilicata e Puglia  e vanta una popolazione considerata la più importante d'italia. Ricordiamo che si tratta di una specie  oggetto di grande attenzione da parte degli organismi scientifici ed istituzionali di tutta l'Europa   poichè  di interesse prioritario nell’ U. E.  e protetta in tutti gli stati membri. Negli anni scorsi il Progetto LIFE Natura “Rapaci Lucani” ha permesso di attivare varie iniziative, tra cui la realizzazione del Centro con alcune voliere per rapaci. Ma numerose sono state anche le iniziative di divulgazione, soprattutto presso le scuole e la popolazione locale allo scopo di far conoscere ed apprezzare questo importante ed unico patrimonio faunistico.
 
Il Responsabile del Centro Matteo Visceglia ha dichiarato: "Dall'inizio di quest'anno e fino alla metà di agosto abbiamo soccorso e curato 170  esemplari in difficoltà appartenenti a varie  specie protette di cui oltre 100 di Falco grillaio. Gli animali sono stati quasi tutti raccolti da privati cittadini e poi consegnati  al Centro direttamente o tramite Polizia, Corpo Forestale, Vigili del Fuoco, Polizia Provinciale. In moltissimi casi sono stati effettuati interventi diretti di recupero da parte dei responsabili del Centro. La grande percentuale di grillaio che ci viene affidata è giustificata dal fatto che questi piccoli rapaci nidificano sui tetti e nelle cavità di palazzi di diversi centri storici e al momento dei primi voli molti giovani non proprio perfettamente cresciuti e con il piumaggio ancora incompleto finiscono sulle strade cittadine e in molti casi anche in abitazioni, giardini, cortili, ecc.  Spesso ci siamo presi cura di esemplari di pochi giorni di vita caduti dai tetti quando erano ancora ricoperti di piumino bianco, molto disidratati e debilitati. Tutti i falchi prima della liberazione sono stati preventivamente inanellati da un biologo autorizzato dall'ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione  Ambientale)  contribuendo così anche allo studio degli spostamenti di questa specie migratrice che alla fine dell’estate ritorna in Africa a svernare".
 
L'Assessore provinciale all’Ambiente della Provincia di Matera Giovanni Bonelli nel commentare l'attività del Centro ha dichiarato:
"Lo scopo del Centro Recupero Provinciale è quello di dare una risposta concreta alle situazioni di difficoltà in cui  vengono a trovarsi molti animali selvatici nel nostro territorio. Grazie alla collaborazione di cittadini, associazioni e forze dell'ordine ogni anno vengono recuperati, curati e liberati moltissimi esemplari quasi tutti appartenenti a specie rare. In una regione come la Basilicata, caratterizzata da una importante presenza di fauna selvatica, la necessità di avere sul territorio un Centro Recupero operativo tutto l’anno è assolutamente indispensabile per mettersi al pari di altre province e regioni d'Italia e sicuramente rappresenta anche un ottimo strumento per sensibilizzare ed informare i cittadini e soprattutto le giovani generazioni.  Oltre a ciò l'attività del Centro si sta rivelando anche una buona occasione per avviare progetti di studio e conservazione come ad esempio lo stesso inanellamento degli esemplari liberati. La Provincia si  sta impegnando  a rafforzare il Centro di Recupero per  dotarlo  di più idonee strutture e maggiori strumenti operativi e finanziari".



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi