home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 83.308.398 visualizzazioni ]
21/12/2017 10:20:23 - Articolo letto 1155 volte

Ente Parco chiese rupestri: Michele Lamacchia nominato presidente

Parco Murgia (foto SassiLand) Parco Murgia (foto SassiLand)
Media voti: Ente Parco chiese rupestri: Michele Lamacchia nominato presidente - Voti: 0
La designazione è stata effettuata dal presidente del Consiglio regionale Francesco Mollica con i poteri sostitutivi previsti dall’articolo 9 della legge regionale n. 32/2000
Matera

Con i poteri sostitutivi previsti dall’art. 9 della legge regionale n. 32/2000 il presidente del Consiglio regionale Francesco Mollica ha nominato Michele Lamacchia presidente dell’Ente di gestione del “Parco Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano”. 
Sabato scorso erano scattati i poteri sostitutivi secondo cui la nomina sarebbe stata effettuata dal presidente del Consiglio regionale Mollica a seguito dell’assenza del numero legale che aveva portato alla chiusura della seduta consiliare. Per la designazione del presidente dell’Ente di gestione del Parco delle chiese rupestri è stato applicato l’articolo 9, comma 1, della legge 32 del 2000, in base al quale, qualora il Consiglio non avesse provveduto alle nomine neanche nella seduta straordinaria, “la relativa competenza è trasferita al Presidente del Consiglio che è tenuto ad adottare i relativi atti entro i successivi tre giorni, sentiti i capigruppo consiliari". 

La lettera di congratulazioni da parte del WWF Matera al neoeletto presidente Michele Lamacchia 


Il WWF Matera intende con la presente porgere le più sincere congratulazioni al dott. Michele Lamacchia per l’avvenuta nomina, appresa dalla stampa locale, a presidente dell’Ente Parco della Murgia Murgia Materana.
Come associazione di protezione ambientale operante sul territorio materano dal 2009, siamo lieti che sia stato nominato a presiedere la gestione dell’importante area protetta regionale una figura in possesso delle competenze adeguate per svolgere al meglio un ruolo delicato, in quanto dottore agronomo impiegato presso il Dipartimento regionale Politiche Agricole e Forestali.
Auspichiamo vivamente che il dott. Lamacchia, già consigliere comunale a Matera per diversi anni, possa davvero rendere operanti quelle politiche di tutela, salvaguardia, monitoraggio e vigilanza ambientale essenziali per un Parco di circa 8 mila ettari assai complesso, delicato e perciò bisognoso di attenzione costante.
L’unicità del Parco della Murgia Materana consiste nella compresenza di pregi paesaggistici, botanici e faunistici (di cui il censimento di specie floristiche endemiche e di animali particolarmente protetti ne è un indice indiscutibile) che si sommano ad emergenze archeologiche e storico-artistiche notevoli (i villaggi trincerati, le grotte e le numerosissime chiese rupestri sparse).
Alla predetta unicità tuttavia si affiancano emergenze ambientali che costituiscono da anni una minaccia irrisolta, dal risaputo inquinamento del torrente Gravina, all’attività impattante del cementificio[1] immediatamente attiguo, alla caccia di frodo[2], agli accessi di automezzi non autorizzati, alla sempre più imponente mole di visitatori e agli incendi  estivi.
Alla luce di quanto tratteggiato, la scrivente associazione è fermamente convinta che vada data altresì continuità e stabilità ad un servizio di guardie del Parco, sulla falsariga di quello che nel biennio 2014-2016 ha costituito un’efficace presenza sul territorio, conseguendo risultati tangibili e puntualmente relazionati[3], in ordine alla prevenzione dei vari illeciti, al controllo delle prescrizioni, al monitoraggio e tutela della fauna protetta e al contrasto agli incendi nella stagione estiva, benchè le figure allora selezionate e impiegate nel progetto regionale di vigilanza fossero solo quattro unità.
Nell’augurare un buon inizio di lavoro e un buon Natale, il WWF Matera confida in un confronto costante e proficuo sui temi posti.



[1] Avverso cui il WWF Matera contrasta la riconversione in inceneritore di rifiuti sin dal 2013
[2] Come segnalato alla scrivente associazione da numerosi agricoltori del Parco
[3] La relazione finale del servizio svolto risulta depositata sia presso gli uffici dell’Ente Parco che presso la Biblioteca Provinciale T. Stigliani di Matera






Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi