home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 78.937.871 visualizzazioni ]
07/12/2017 11:17:23 - Articolo letto 592 volte

SCANZANO JONICO, S.O.S. EROSIONE COSTIERA

La costa divorata dal mare  (foto Mary Padula) La costa divorata dal mare (foto Mary Padula)
Scanzano, il muro distrutto dalle   mareggiate (foto Mary Padula) Scanzano, il muro distrutto dalle mareggiate (foto Mary Padula)
Media voti: SCANZANO JONICO, S.O.S. EROSIONE COSTIERA  - Voti: 0
Il mare avanza in modo spaventoso. A Terzo Madonna “inghiottita” gran parte della spiaggia. Distrutto un muro di contenimento dell’area parcheggio. Situazione grave. Comune e cittadini chiedono interventi urgenti alla Regione.
di ANTONIO GRASSO
Scanzano Jonico

All’ultima spiaggia. Anzi, nemmeno quella. A Scanzano Jonico, in località Terzo Madonna, ne è rimasta davvero poca. La furia del mare ha cancellato quasi tutto. Circa 15 metri in meno di battigia solo in questi ultimi questi giorni di maltempo. 400 metri “inghiottiti” nell’arco di un decennio. Un disastro vero e proprio. E non è ancora finita, purtroppo. Anzi. L’erosione costiera è, infatti, galoppante. Per cui non c’è più tempo da perdere. Comune, operatori balneari e cittadini chiedono interventi urgenti e improcrastinabili. Anche perché, dopo essersi mangiati la spiaggia e distrutto un intero muro in cemento armato dell’area parcheggio a servizio della spiaggia, ora i marosi minacciano la pineta e diversi campi coltivati prospicenti. Non solo. Le mareggiate hanno già irrimediabilmente danneggiato pure le briglie di contenimento laterali del canale dell’idrovora del Consorzio di bonifica di Bradano e Metaponto. Dei tre stabilimenti balneari presenti l’unico rimasto ancora in piedi rischia anch’esso di essere spazzato via prima della prossima stagione turistica. A riprova della gravità della situazione. Tant’è. La Regione Basilicata ha già stanziato 7 milioni e 580mila euro per la realizzazione di opere di contrasto e mitigazione del rischio idrogeologico. Nella fattispecie, per l’installazione di barriere soffolte, come già fatto – alcuni anni fa – a Metaponto. Ma l’iter, però, sarà lungo. E di questo passo, si rischia di arrivare quando ormai è troppo tardi. Per questo un primo, immediato, intervento potrebbe essere il posizionamento di massi frangiflutti, così come suggerito dal sindaco in carica, Raffaello Ripoli.




Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi