home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 78.956.836 visualizzazioni ]
19/09/2017 13:09:46 - Articolo letto 752 volte

DIGHE LUCANE, LIVELLI A PICCO

Diga di San Giuliano (foto SassiLand) Diga di San Giuliano (foto SassiLand)
Media voti: DIGHE LUCANE, LIVELLI A PICCO - Voti: 0
Negli invasi della Basilicata mancano all’appello oltre 177 milioni di metri cubi di acqua rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Circa il 45% in meno. Situazione critica, considerata anche la perdurante assenza di precipitazioni.
di ANTONIO GRASSO
Basilicata Codice rosso per le dighe lucane. E’ critica la situazione dei principali invasi della Basilicata. Lo dimostrano chiaramente i dati dell’Autorità di Bacino, che li tiene sotto costante monitoraggio. Facendo, infatti, un confronto con lo stesso periodo dello scorso anno si evince chiaramente un diminuzione media di circa il 45% della riserve idriche. Disponibilità complessive praticamente dimezzate, dunque. Allo stato attuale sono poco più di 203 i milioni di metri cubi di acqua invasati rispetto ai circa 380 di un anno fa, che pure non fu generoso di precipitazioni. Oltre 177 i milioni di metri cubi che mancano all’appello, dunque. Il calo maggiore lo si registra nella diga di Monte Cotugno dove, stando ai dati dell’ente di rilievo interregionale istituito con legge n.2 del 2001 della Regione Basilicata, ci sarebbero 101 milioni di metri cubi di acqua. Vale a dire circa 109 in meno di quelli che c’erano (210 milioni ndr) esattamente un anno fa. Un’inezia, se si considera la capacità massima (pari a 530 milioni di metri cubi ndr) della diga, realizzata – fra gli anni ’70 e 80 del secolo scorso - lungo il corso del fiume Sinni. Più che dimezzate anche le disponibilità idriche della diga di San Giuliano, alle porte di Matera. Allo stato risultano invasati circa poco più di 21 milioni di metri cubi di acqua, circa 29 in meno in relazione sempre allo stesso periodo dello scorso anno, quando ne conteneva 50 milioni e 269mila metri cubi. A picco anche le riserve del Pertusillo, in Val d’Agri, con una perdita volumetrica che si aggira intorno ai 38 milioni di metri cubi (48.720.000 attuali rispetto agli 87 milioni di un anno fa ndr). Giù anche i livelli del Basentello. Dai 13 milioni e 705 metri cubi netti dell’agosto 2016 ai 12 milioni e 300 metri cubi odierni. “Soli” 900mila i metri cubi perduti - nell’arco di un anno - dall’invaso della Camastra, attualmente a 16 milioni e 469mila metri cubi. Intanto, gli effetti cominciano a farsi sentire anche sul potabile, con l’interruzione dell’erogazione idrica – nelle ore notturne - in diversi comuni della regione per il ri-approvvigionamento dei serbatoi.


Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni