home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 86.567.059 visualizzazioni ]
28/09/2016 21:43:43 - Articolo letto 2122 volte

MATERA: MINORANZA DEPOSITA MOZIONE SFIDUCIA A TORTORELLI

Angelo Tortorelli e Marcello Pittella (foto SassiLand) Angelo Tortorelli e Marcello Pittella (foto SassiLand)
Media voti: MATERA: MINORANZA DEPOSITA MOZIONE SFIDUCIA A TORTORELLI - Voti: 0
E' stata firmata dai consiglieri del centrosinistra e da Materdomini del Movimento 5 Stelle
Matera Dodici consiglieri comunali della minoranza del Comune di Matera hanno depositato questa mattina la mozione di sfiducia al Presidente del Consiglio Comunale Angelo Tortorelli. La mozione è firmata da tutti i consiglieri del centrosinistra e dal consigliere del Movimento 5 stelle.
I rilievi che vengono mossi sono molteplici a cominciare dalla conduzione dei lavori delle sedute del Consiglio che non è informata al criterio del rispetto delle prerogative dei consiglieri comunali. Nel documento viene anche sollevata una delicata questione di incompatibilità riferita alla carica di Vice Presidente del CONAI, Consorzio privato che si occupa di rifiuti, ricoperta da Tortorelli. I consiglieri fanno notare che il CONAI presta consulenza al Comune di Matera nella redazione del progetto di bando di gara per la raccolta differenziata per l’ambito territoriale che comprende diversi comuni di cui Matera è capofila e per l’espletamento della gara stessa. Tale circostanza, fanno notare i presentatori della mozione di sfiudcia pone il Presidente del Consiglio Comunale, sig. Angelo Tortorelli, in una condizione di palese incompatibilità con la funzione di Consigliere Comunale e quindi di Presidente del Consiglio.

Di seguito la mozione:

Al Presidente del Consiglio Comunale di MATERA
                                                                                                         
Al Segretario Generale del Comune di MATERA
 
Oggetto:    Richiesta di convocazione del Consiglio Comunale.
 
I sottoscritti Consiglieri Comunali chiedono la convocazione del Consiglio Comunale ai sensi dell’art. 8 comma 6 dello Statuto Comunale e dell’art. 39 comma 2 del Regolamento del Consiglio Comunale con all’Ordine del giorno la seguente MOZIONE ai sensi del combinato disposto artt. 6 e 60 del Regolamento del Consiglio Comunale. - SFIDUCIA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE
 
Il CONSIGLIO COMUNALE,
PREMESSO:
- che nel corso della seduta del Consiglio Comunale del 13 settembre 2016, si è verificato un episodio particolarmente grave che ha visto protagonista il Presidente del Consiglio Comunale, sig. Angelo Tortorelli, che, a precisa richiesta del consigliere comunale di minoranza Pasquale Lionetti, di verifica del numero legale, invece di procedere subito alla verifica secondo quanto prevede il Regolamento del Consiglio, ha dato la parola ad alcuni consiglieri con il malcelato scopo di far trascorre tempo utile all’arrivo di altri consiglieri di maggioranza in modo da raggiungere il numero legale. Tutto ciò nonostante il Segretario Generale che assisteva alla seduta evidenziasse la necessità di procedere alla verifica senza indugio alcuno;
 
- che il Presidente del Consiglio già in altre occasioni, come di seguito riportato, si è reso protagonista di comportamenti non rispettosi delle regole pregiudicando la serenità delle sedute del Consiglio Comunale;
 
- che durante la seduta del Consiglio Comunale del 4 febbraio 2016, si sono verificate le seguenti palesi e reiterate violazioni del Regolamento del Consiglio Comunale da parte del Presidente del Consiglio, sig. Angelo Tortorelli, nonostante i richiami al rispetto dello stesso effettuato dai consiglieri di minoranza in particolare dai consiglieri Adduce e Lionetti:
- ha proceduto personalmente ad effettuare l’appello nominale dei consiglieri presenti ed alla verifica della sussistenza del numero legale in netto contrasto con il richiamato art. 44 che attribuisce al Segretario Generale detta funzione;
- ha proceduto all’appello finanche in assenza dello stesso Segretario Generale, che ha raggiunto la sede dell’adunanza ad appello in corso;
- ha concesso la parola a un consigliere di maggioranza diverso dall’interrogante, durante la fase delle interrogazioni violando l’art. 58 del Regolamento;
 
- che durante la seduta del Consiglio Comunale del 18 luglio 2015 il Presidente del Consiglio, sig. Angelo Tortorelli, vista la difficoltà sulla questione di legittimità posta da Salvatore Adduce relativamente all’atto di nomina della Giunta, ha precipitosamente messo ai voti la proposta di un consigliere di maggioranza di aggiornamento della seduta, limitando di fatto la discussione sulla proposta di rinvio e le dichiarazioni di voto, in contrasto con gli artt. 46 e 47 del Regolamento del Consiglio Comunale, nonostante i richiami di diversi consiglieri di minoranza; altrettanto ignorate da parte del Presidente del Consiglio le richieste della minoranza, di parere del Segretario Generale sulla questione dell’efficacia del decreto di nomina della Giunta e di richiamo al regolamento;
 
- il Presidente del Consiglio Comunale, sig. Angelo Tortorelli, ricopre attualmente anche la carica di Presidente della Camera di Commercio di Matera e di Vice Presidente del Consorzio Conai, consorzio privato che si occupa di rifiuti e di recupero riciclo e valorizzazione di imballaggi. Il Conai è attualmente incaricato dal Comune di Matera, comune capofila di un ambito territoriale di diversi comuni per la gestione del ciclo dei rifiuti. In particolare il Conai presta consulenza al Comune di Matera nella redazione del progetto di bando di gara per la raccolta differenziata dell’ambito medesimo e per l’espletamento della gara stessa. Tale circostanza pone il Presidente del Consiglio Comunale, sig. Angelo Tortorelli, in una condizione di palese incompatibilità con la funzione di Consigliere Comunale e quindi di Presidente del Consiglio;
 
CONSIDERATO:
- che ai sensi dell’articolo 13 dello Statuto Comunale vigente, il Presidente del Consiglio Comunale “rappresenta il Consiglio Comunale, e ne garantisce il buon andamento nel rispetto dello Statuto e del Regolamento consiliare”; “tutela le prerogative dei consiglieri e garantisce l’esercizio effettivo delle loro funzioni”; “assicura l’ordine della seduta e la regolarità delle discussioni”; “concede la parola”; “garantisce il regolare svolgimento del Consiglio, assicurandone i poteri di polizia nelle adunanze”;
- che per giurisprudenza e dottrina costante “una delle funzioni essenziali del Presidente del Consiglio comunale è quella di rivestire un ruolo di garanzia per tutte le parti politiche presenti nel Consiglio stesso..” e il Presidente“ una volta eletto assume un ruolo istituzionale e considerato quale “primus inter pares” fra i consiglieri comunali e, in tale veste, deve garantire l’unitarietà di direzione e di coordinamento dell’attività del consiglio comunale”
- che il Presidente del Consiglio “deve operare in modo imparziale a garanzia di tutto il Consiglio e non della sola parte che l'ha designato" e che “la funzione del presidente del Consiglio comunale, pertanto, non è strumentale all’attuazione di un determinato indirizzo politico, bensì al corretto funzionamento dell’istituzione in quanto tale; essa è, quindi, neutrale. Né il contenuto della funzione muta per il fatto che il presidente sia eletto dall'assemblea, dovendo egli sempre operare in un ambito estraneo alla politica di parte. Egli è titolare di una funzione di direzione e garanzia che comporta l'uso dei poteri attribuiti non già per fini propri ma per tutelare diritti e prerogative di terzi. (cfr. Tar Sicilia - Catania 18 luglio 2006 n. 1181).”
RILEVATA
- la persistenza di comportamenti da parte del Presidente del Consiglio non improntati al rispetto del regolamento, dello statuto e della richiamata giurisprudenza;
 
RITENUTO per quanto sopra
 
  • che i comportamenti assunti dal Presidente del Consiglio dimostrano il cattivo esercizio della funzione, in quanto ne risulta viziata la neutralità necessaria a garantire l’intera assemblea consiliare;
 
RILEVATA
 
La palese incompatibilità del Presidente del Consiglio Comunale, sig. Angelo Tortorelli, con la sua carica di Vice Presidente del Consorzio Conai, consorzio privato che si occupa di rifiuti e di recupero riciclo e valorizzazione di imballaggi
 
DELIBERA
 
- la propria sfiducia nei confronti del Presidente del Consiglio, sig. Angelo Tortorelli, e la sua immediata decadenza in conformità a quanto stabilito dall’art. 6, comma 8 del vigente Regolamento;
 
- di trasmettere la presente deliberazione al Prefetto di Matera per opportuna conoscenza;
 
- di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi