home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 84.800.488 visualizzazioni ]
18/03/2016 14:56:08 - Articolo letto 2957 volte

BASILICATA: I FUOCHI DI SAN GIUSEPPE RIANIMANO IL TURISMO RURALE

Falò di San Giuseppe a Matera - 20 marzo 2013 (foto SassiLand) Falò di San Giuseppe a Matera - 20 marzo 2013 (foto SassiLand)
Media voti: BASILICATA: I FUOCHI DI SAN GIUSEPPE RIANIMANO IL TURISMO RURALE - Voti: 0
Con il 19 marzo che è anche la festa del papà, si rinnovano in molti paesi della Basilicata i tradizionali falò
Basilicata I fuochi di San Giuseppe che, secondo la tradizione contadina, sono molto diffusi in centri piccoli e grandi lucani, rianimano i riti della cultura popolare e il turismo rurale.  Lo sostiene l’Associazione socio-culturale Basilicata Rurale, una struttura senza scopi di lucro costituita per iniziativa delle associazioni di persone operanti nel sistema Cia, quali Anp (Associazione pensionati), Agia (Associazione giovani agricoltori), Donne in Campo (Associazione imprenditrici agricole) e Ases (Associazione solidarietà e sviluppo sede di Basilicata). Con il 19 marzo San Giuseppe (che è anche la festa del papà) si rinnovano in molti paesi della Basilicata i tradizionali falò detti di San Giuseppe che vengono accesi la vigilia della festa del Santo (18 marzo) o nella serata del 19 marzo. Si tratta di uno dei più diffusi eventi contadini. Il rito popolare cambia da paese a paese, in alcuni casi con vere e proprie gare tra rioni per chi riesce a far bruciare il falò più alto. In occasione dei falò, gli abitanti si riuniscono intorno al fuoco dove è possibile degustare torte rustiche, taralli e le famose zeppole di San Giuseppe, il tutto accompagnato da vino locale e da musica popolare. In alcune zone rurali si tiene “u’ mitu”, una grande tavolata allestita per i partecipanti e per chi si trova a passare a base di “laganeddre e cicere” (lagane e ceci).L’idea di accendere grandi falò ha origine antiche e pagane; sin dagli anni più remoti in segno propiziatorio venivano accesi grandi falò per ingraziarsi le forze della Natura, poichè l’inverno è agli sgoccioli e si va incontro alla primavera, stagione dei raccolti e simbolo di rinascita. Nei falò di San Giuseppe oltre alla legna, spesso raccolta dai ragazzi per le varie case del paese, si bruciano ginestre, legna prodotta dalle potature dei vigneti e degli olivi. I festeggiamenti intorno ai grandi falò durano tutta la notte e quando il fuoco è quasi spento in molti paesi vi è l’usanza di attraversarli saltandoli da una parte all’altra, questi salti assumono l’inconscio significato dell’uomo che sfida e domina le forze della natura. Altro rito immancabile è quello di cuocere sotto la cenere le patate e poi mangiarle. E proprio per tutelare le antiche tradizioni contadine  la Cia ha costituito l’associazione socio-culturale Basilicata Rurale. Queste le sei finalità principali: osservatorio sulle politiche di welfare, animazione, aggregazione e attività solidaristiche a favore delle comunità delle aree rurali; tutela e valorizzazione della cultura; favorire una rinnovata attenzione in particolare verso le giovani generazioni;  centro documentale e archivio storico – librario relativo alle attività del settore agricolo ; struttura di comunicazione, informazione ed orientamento degli operatori del settore agricolo.  Quest’anno la festività di San Giuseppe – sottolinea la nota – precede di una settimana la Pasqua e quindi fa da apri-pista all’arrivo di utenti nelle aziende agrituristiche dove soprattutto il Lunedì dell’Angelo rappresenta il giorno dell’anno, insieme a Ferragosto, di maggiore afflusso.  Le condizioni meteo – sottolinea Turismo Verde, agenzia agrituristica della Cia – peseranno sulla consistenza dei flussi turistici in agriturismo  anche se, a prescindere dal tempo,  saranno in pochi a rinunciare al tradizione pranzo di Pasquetta in campagna dove le strutture ricettive sono comunque attrezzate per ogni tipo di meteo e con il camino sempre pronto a funzionare.


Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi