home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 89.052.005 visualizzazioni ]
20/02/2016 18:08:14 - Articolo letto 2517 volte

Matera 2019: Un ordine del giorno per dire no al nuovo logo

Terzo consiglio comunale, Raffaello De Ruggieri e Angelo Tortorelli (foto SassiLand) Terzo consiglio comunale, Raffaello De Ruggieri e Angelo Tortorelli (foto SassiLand)
Media voti: Matera 2019: Un ordine del giorno per dire no al nuovo logo - Voti: 0
"Attivare nelle sedi istituzionali tutte le iniziative e le azioni politiche utili, affinché si ritiri il bando e si conservi quello attuale"
Matera Diciassette consiglieri comunali di maggioranza hanno indetto un ordine del giorno per discutere ed intraprendere tutte le iniziative necessarie affinchè venga annullato il bando per il nuovo logo di Matera 2019 e conservare quello attuale:

"Oggetto : Conservazione logo e dicitura Matera 2019
Ordine del giorno URGENTE
Come comunicato, in data 15 febbraio u.s, dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019 è stato indetto il bando per la realizzazione di un nuovo logo, che sostituisce quello attuale sia nella grafica che nel nome, ovvero Matera-Basilicata 2019 al posto di Matera 2019.
Premesso che
- Nel dossier di candidatura consegnato ai commissari europei, non viene menzionato nessun cambio di logo nel percorso che porterà Matera a rappresentare l’Italia intera in Europa nel 2019.
- Il cambio effettuato da altre capitali europee è stata una scelta non obbligatoria ma libera.
- Nessuna capitale europea, che ha deciso di sostituire il suo logo, ha modificato anche il primo nome originale.
Rilevato che
L’attuale logo, piaccia o non piaccia, è diventato un elemento identificativo della nostra comunità cittadina, regionale ed extra-regionale. È diventato parte integrante del nostro cammino di candidatura e di nomina. Molte sono state le letture del logo, quasi iconografiche. C’è chi percepisce elementi caratteristici del nostro territorio, unico ed irripetibile. Senza troppa immaginazione possiamo vederci una lettera M di Matera e del suo inverso. I nostri genitori potrebbero tranquillamente ritrovare uno schema dei vicinati, cuore pulsante di quella civiltà contadina che ha contribuito, partendo da lontano, a dare forza e testimonianza a questa nostra
vittoria. Che dire se lo guardassimo vedendo una pianta di un complesso rupestre, unica rappresentazione nel mondo di presenze antiche? E se facendo una passeggiata sulla nostra murgia, ci imbattessimo in un sistema di cisterne per il recupero dell’acqua piovana, ecco che il nostro logo si adatterebbe anche a questo. Professionisti hanno detto che in questo nostro simbolo, è concentrata tutta l’architettura per sottrazione dei Sassi. Definizione visionaria ma nello stesso sublime per definire il nostro patrimonio mondiale e dell’umanità.
Solo pochi mesi fa i nostri balconi, dal centro storico alle lontane periferie, si sono coperti di bandiere raffiguranti il nostro logo che, laboriosi cittadini, hanno dipinto, abbellito con fiori, con pasta, con tutto quello che identificava con esso la nostra comunità. Era un concorso aperto a tutti e tutti hanno vinto, Matera ha vinto. Dimostrando, qualora ce ne fosse stato bisogno, partecipazione e attaccamento alla nostra terra.
I nostri bambini, ‘cittadini culturali’ dei prossimi anni, lo hanno disegnato e colorato su cartoncini, su bandierine durante la festa della Bruna, con colori sgargianti. Le spillette, con il logo, erano e sono come un distintivo e chi le indossa ne va fiero.
Considerato che
Il Consiglio Comunale – massima espressione di rappresentanza della città – ritiene che questo cambio di logo non sia assolutamente necessario vista l’ormai fusione e identificazione di esso con la comunità.
Riteniamo che il bando debba essere ritirato, considerato che questa operazione potrebbe essere pericolosa e dannosa all’immagine della nostra città.
Riteniamo che possa essere causa di un disorientamento comunicativo per la gente durante questo percorso di crescita, a cui si aggiunga che frasi usate nel dossier, come ad esempio “coinvolgimento dal basso” o parole importate tipo “together” (insieme) si svuoterebbero di forza e significato.
Riteniamo che conservare questo logo così come è, riconoscibile da molti (anche da stranieri), debba essere priorità assoluta per Matera Capitale Europea della Cultura 2019.
IL CONSIGLIO COMUNALE IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA
ad attivare nelle sedi istituzionali tutte le iniziative e le azioni politiche utili, affinché si ritiri il bando e si conservi il nostro logo quale simbolo del nostro percorso e testimonianza della nostra storia."

I consiglieri: Sansone Antonio, Antezza Carlo, Bianco Angelo, Buccico Rocco, Casino Michele, Cotugno Angelo, D’Andrea Marco, Fragasso Daniele, Lamacchia Michele, L’Episcopia Gaspare, Manicone Paolo, Morelli Mario, Sardone Angelo, Sasso Vito, Toto Augusto, Vena Maria Teresa, Vizziello Saverio.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi