home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 89.307.229 visualizzazioni ]
07/12/2015 18:47:23 - Articolo letto 2307 volte

De Ruggieri e la "monnezza turistica": Colpa dell'Amministrazione precedente

Ballottaggio 2015 tra Salvatore Adduce e Raffaello De Ruggieri Ballottaggio 2015 tra Salvatore Adduce e Raffaello De Ruggieri
Media voti: De Ruggieri e la "monnezza turistica": Colpa dell'Amministrazione precedente - Voti: 0
Il Comune chiarisce la vicenda
Matera “Le posizioni assunte in ordine alla dimensione del costo della tassa dei rifiuti solidi urbani 2015, sono frutto di valutazioni contingenti,  sottratte alla verifica obiettiva delle cause strutturali di una tale scelta fiscale”. Lo sostiene in una nota il sindaco Raffaello de Ruggieri che aggiunge: “I cittadini di Matera devono sapere che la responsabilità dello sproporzionato aumento della tassa comunale ricade sulla passata gestione, come ampiamente segnalato durante la recente campagna elettorale,  quando denunciammo la improvvida creazione della “monnezza turistica”.  Infatti, l’inerzia operativa del precedente governo ha  portato alla irreversibile chiusura della discarica con la conseguenza  di dover trasportare i rifiuti  alla Fenice di Melfi e alla discarica di Pisticci, con un costo mensile di 400 mila euro, così come peraltro già determinato nella apposita delibera dell’aprile 2015 da parte della giunta Adduce.
Per tale ragione – prosegue il sindaco - l’attuale governo non può cadere nella trappola di giocare in difesa, bensì deve denunciare  le altrui storiche responsabilità e segnalare le scelte già fatte, dirette non solo a ottenere una riduzione di spesa  nell’anno corrente, ma soprattutto l’abbattimento di almeno il 30% della Tari nel 2016.
In conclusione i cittadini devono sapere che nel 2016 non solo la Tari sarà ridotta della su indicata percentuale, ma anche dal risparmio che a fine anno noi registreremo.
Ecco perché l’operato dell’assessore Zoccali – prosegue Raffaello de Ruggieri - non può essere messo in discussione, così come le determinazioni dell’assessore al Bilancio  sono rientrate nell’automatismo di un tecnicismo fiscale che impedisce spazi di manovra.
In conclusione vorrei riproporre all’attenzione della comunità materana il lavoro che questo governo sta realizzando nell’ambito dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani con l’obiettivo di raggiungere il traguardo di “rifiuto zero”, attraverso  l’avvenuta costituzione del primo Ambito provinciale (4 dicembre 2015), la iniziata selezione  del rifiuto “tale e quale” ( novembre 2015) da conferire in discariche più vicine e  il prossimo appalto di tale nevralgico settore (gennaio 2016)”.

TARIFFE TARI.  IL COMUNE CHIARISCE LA VICENDA
 
“In merito alle cartelle esattoriali inviate dal Comune per i tributi sui rifiuti (che per legge altro non è che il  trasferimento agli utenti dei costi sostenuti dall’amministrazione comunale per la gestione dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani),  l’amministrazione comunale chiarisce di essersi  trovata in una condizione gestionale non dipendente dalla sua volontà o da atti programmatici posti in essere dall’attuale governo cittadino, in quanto l’affidamento della gestione all’attuale impresa risale all’anno 2009,  successivamente confermato anche dall’amministrazione precedente a quella attuale.
Come più volte comunicato, le tariffe applicate erano drenate dal fatto che il Comune di Matera proprietario della discarica del borgo La Martella,  fruiva della opportunità di non sostenere costi di smaltimento. Si è, a parere di questa amministrazione, persa all’epoca l’opportunità di programmare una migliore e più funzionale gestione della raccolta dei rifiuti anche in considerazione degli obiettivi previsti dalla normativa vigente di elevare la percentuale di raccolta differenziata.
Tenuto conto che dall’aprile scorso ad oggi non è più in esercizio la discarica di  proprietà comunale,  per lo smaltimento dei rifiuti sono stati utilizzati sia il termovalorizzatore di Melfi che la discarica di Pisticci con costi che non erano preventivati e né prevedibili, ma con  aggravio significativo che di fatto ha squilibrato il rapporto tra i costi di raccolta ed i costi di smaltimento.
Dallo squilibrio fra costi di raccolta e di smaltimento – proseguono gli uffici comunali - dipende la diversa imputazione fra costi fissi e variabili, determinando di fatto uno squlibrio nella determinazione delle cartelle esattoriali, elemento,  quest’ultimo,  sottolineato dalla stessa amministrazione Adduce con una delibera di giunta in cui era stato previsto un aumento dei costi delle tariffe.
Pertanto – conclude - l’aumento della Tari è dovuto solo ed unicamente a questo imprevedibile evento,  ovvero la chiusura della discarica comunale.
Gli interventi di questa amministrazione sul sistema di smaltimento dei rifiuti, hanno  già prodotto  in questi mesi un riequilibrio dei costi di smaltimento rispetto a quelli della raccolta, che saranno più evidenti nel 2016.
Questo comporterà l’abbattimento delle tariffe del 2016 e soprattutto il riequilibrio del ribaltamento dei costi per gli utenti.  Le economie ottenute già nel 2015 saranno  recuperate il prossimo anno  con una ulteriore riduzione delle quote,  a vantaggio della comunità che  in questo modo otterrà concreti vantaggi dovuti ad una corretta gestione dell’intero sistema”. 



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi