home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 90.176.458 visualizzazioni ]
27/05/2015 21:19:04 - Articolo letto 2788 volte

INQUINAMENTO JESCE-GRAVINA: "FACILE PRENDERSELA SOLO CON LA GIUNTA PUGLIESE"

IL TORRENTE JESCE INQUINATO IL TORRENTE JESCE INQUINATO
Media voti: INQUINAMENTO JESCE-GRAVINA: "FACILE PRENDERSELA SOLO CON LA GIUNTA PUGLIESE" - Voti: 0
Nota di Paolo Castelluccio di Forza Italia
Matera “Prima di esigere, legittimamente, dalla Regione Puglia interventi di urgenza per mettere fine all'inquinamento delle acque dei torrenti Jesce e Gravina, l’assessore Berlinguer farebbe bene a spiegare i ritardi accumulati sui programmi che riguardano i depuratori lucani. Come è noto l'impianto sito in località Pantano sarà oggetto di adeguamento con il progetto di ristrutturazione ma l’affidamento dei lavori non avverrà prima della fine del 2015, mentre per altri due impianti lucani, Lamione e Sarra, non si registra alcuna notizia positiva”. E’ il commento del consigliere regionale Paolo Castelluccio (Forza Italia) per il quale “se questa volta l’Arpab ha svolto in tempi ristretti il suo compito con le analisi e le valutazioni di  un elevato grado d’inquinamento organico compatibile con reflui urbani, non completamente depurati, nei punti in prossimità del bivio con Picciano e presso il Torrente Jesce, il Dipartimento Ambiente della Regione al di là della lettera scritta all’assessore pugliese competente non dà segni di accelerazione degli adempimenti di propria competenza. Avevamo messo in guardia la Giunta regionale: le cosiddette misure di salvaguardia ambientale in materia di gestione del ciclo complessivo dei rifiuti così come sono state definite nel  2014 non risolvono in alcun modo il problema nel Materano. E’ il caso di ricordare che la Commissione Europea, in prima battuta, aveva fatto riferimento all’uso di almeno 422 discariche illegali in Italia, ma alla fine tra le due contestate ha incluso quella di Matera/Altamura Sgarrone, a conferma della gravità della situazione in provincia di Matera. Situazione analoga per le discariche dopo la chiusura di quella de La Martella-Matera: si tampona l’emergenza rinviando ogni soluzione efficiente e definitiva. Il risultato è quello di prendere tempo allontanando di qualche mese l’emergenza che poi si ripresenta puntualmente”.
A parere di Castelluccio “la questione centrale da affrontare resta pertanto l’adeguamento del Piano regionale di Gestione dei Rifiuti in modo da autorizzare nuovi impianti di smaltimento, trattamento e di recupero. Facile – conclude – prendersela solo con la Giunta pugliese che pure di colpe ne ha tante, anche perché dopo la lettera inviata l’assessore Berlinguer, che di lettere ne ha già spedite altre, non ci fa sapere cosa intende fare".



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi