home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 90.491.204 visualizzazioni ]
24/04/2015 17:01:55 - Articolo letto 2549 volte

ANAGRAFE SCOLASTICA: "BASILICATA INADEMPIENTE"

Scuola Scuola
Media voti: ANAGRAFE SCOLASTICA: "BASILICATA INADEMPIENTE" - Voti: 0
Nota di Paolo Castelluccio di Forza Italia
Basilicata “Anche per responsabilità della Regione Basilicata, che è tra le sei Regioni inadempienti, il Ministero Pubblica Istruzione ha dovuto rinviare la presentazione ufficiale prevista oggi  dell’Anagrafe Scolastica”. Ad affermarlo è il consigliere regionale Paolo Castelluccio (Fi) precisando che “istituita da una legge del 1996, l’Anagrafe Scolastica dovrebbe tradursi in una descrizione dettagliata delle condizioni delle nostre scuole: vulnerabilità sismica, agibilità, stato delle strutture. E’ il caso di ricordare che dall’inizio dell’anno sono stati nove i crolli e i cedimenti nelle aule delle scuole italiane. Sicuramente solo per un caso nessuna vittima, in particolare nell’episodio dello scorso 13 aprile a Ostuni che ha visto il ferimento di due bambini e una maestra. La vicenda della scuola media "Torraca" di Matera da mettere in sicurezza – continua – è diventato dunque un simbolo di come la questione è di massima urgenza nonostante le sottovalutazioni che si riscontrano negli uffici competenti della Regione specie in riferimento alle condizioni di inadeguatezza di buona parte dell’edilizia scolastica lucana. Ci saremmo aspettati che l’operazione di rimodulazione dei fondi comunitari tenesse conto di questa emergenza anche per sostituirsi alla disattenzione del Governo nazionale. Fino a oggi, escluso il progetto “Scuola in chiaro”, avviato dall’ex ministro dell’Istruzione del governo Monti Francesco Profumo e poi abbandonato, non è esistita una anagrafe dell’edilizia scolastica chiara e trasparente. Si pensi inoltre che solo l’8 gennaio scorso si è riunito per la prima, dopo 18 anni dalla sua istituzione, l’Osservatorio sull’Edilizia Scolastica presso il Ministero dell’Istruzione. Cosa significa? In sostanza che le amministrazioni centrali e i cittadini che mandano quotidianamente i figli a scuola non sono in grado di dire quanti e quali edifici siano nella disponibilità delle istituzioni scolastiche pubbliche, se le scuole abbiano o meno i certificati di agibilità in regola, quale sia l’indice di vulnerabilità sismica e comunicare questi dati alle famiglie. E se ciò non basta, in tema di trasparenza il Ministero dell’Istruzione ha perso un ricorso al Tar che è stato decisivo per dare una spinta all’avvio (dopo 18 anni di attesa) della costituzione di un database completo e trasparente degli edifici nella disponibilità delle scuole italiane. Il ricorso era stato presentato dall’associazione CittadinanzAttiva, la quale chiedeva trasparenza sui dati al punto di cui sopra anche in virtù delle linee di finanziamento messe a disposizione per l’edilizia scolastica. Ci sono – conclude Castelluccio – tutti gli elementi per sollecitare la Giunta Regionale a superare i ritardi il più rapidamente possibile”.
 
 



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi