home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 85.830.275 visualizzazioni ]
02/01/2015 15.46.07 - Articolo letto 2530 volte

ASM: I risultati di gestione del 2014

Ospedale Madonna della Grazie - Matera (foto SassiLand) Ospedale Madonna della Grazie - Matera (foto SassiLand)
Media voti: ASM: I risultati di gestione del 2014 - Voti: 0
Dati raffrontati con gli anni precedenti
Matera Lo scorso 30 dicembre in una conferenza stampa, l'Azienda Sanitaria Locale di Matera ha presentato pubblicamente i dati relativi alla gestione 2014. Eccoli di seguito:

Si forniscono di seguito i primi dati di gestione dell’ASM –Azienda Sanitaria Locale di Matera, relativi all’anno 2014, elaborati sotto forma di proiezioni, opportunamente raffrontati con gli anni precedenti.
Nello specifico si forniscono dapprima i dati di attività e successivamente i dati economici e di risorse.
DATI DI ATTIVITA’
Con riferimento alle attività di ricovero per acuti, le prime proiezioni relative al 2014 confermano il trend di incremento dei ricoveri ordinari e di riduzione dei ricoveri in DH, nella direzione del recupero dell’appropriatezza nell’utilizzo del setting assistenziale ospedaliero, in linea con gli obiettivi della programmazione regionale.
NUMERO RICOVERI
OSPEDALI PER ACUTI
2011 2012 2013 PROIEZIONI 2014 Scostamento
2014* - 2011
Assoluto %
OSPEDALE MATERA  ordinari   11.777 75%   11.826 84%   11.796 85%   12.366 88% 589 5%
 dh     3.981 25%     2.279 16%     2.074 15%     1.638 12% -2.343 -59%
 totale   15.758 100%   14.105 100%   13.870 100%   14.004 100% -1.754 -11%
                       
OSPEDALE POLICORO  ordinari     5.376 86%     5.375 87%     5.441 88%     5.452 90% 76 1%
 dh         908 14%         785 13%         715 12%         598 10% -310 -34%
 totale     6.284 100%     6.160 100%     6.156 100%     6.050 100% -234 -4%
                       
TOTALE OSPEDALI PER ACUTI  ordinari   17.153 78%   17.201 85%   17.237 86%   17.818 89% 665 4%
 dh     4.889 22%     3.064 15%     2.789 14%     2.236 11% -2.653 -54%
 totale   22.042 100%   20.265 100%   20.026 100%   20.054 100% -1.988 -9%
 
Con riferimento alle attività di ricovero di lungodegenza e di riabilitazione, effettuate dagli Ospedali Distrettuali di Tricarico e Stigliano, le prime proiezioni relative al 2014 confermano un sostanziale mantenimento dei numeri del 2013, nell’ambito di un trend di progressiva riduzione dei ricoveri conseguente al processo di riconversione in senso territoriale di dette strutture, che ha visto la definitiva dismissione dei posti letto per acuti e la loro rifunzionalizzazione verso la lungodegenza e la riabilitazione.
NUMERO RICOVERI OSPEDALI DISTRETTUALI 2011 2012 2013 PROIEZIONI 2014 Scostamento
2014* - 2011
assoluto %
OSPEDALE STIGLIANO ordinari                 367                 189                 165                 170 -197 -54%
 dh            
 totale                 367                 189                 165                 170 -197 -54%
               
OSPEDALE TINCHI ordinari                      4          
 dh                 124          
 totale                 128                               
               
OSPEDALE TRICARICO ordinari                 867                 794                 767                 754 -113 -13%
 dh                 176       -176 -100%
 totale              1.043                 794                 767                 754 -289 -28%
               
TOTALE OSPEDALI DISTRETTUALI ordinari              1.238                 983                 932                 924 -314 -25%
 dh                 300                                                                            -300 -100%
 totale              1.538                 983                 932                 924 -614 -40%
 
Il tasso di ospedalizzazione dell’ASM relativo al 2013 (ultimo dato disponibile, in assenza di proiezioni al 2014), vale a dire il numero di ricoveri effettuati da residenti della provincia di Matera per mille abitanti, ha evidenziato un ulteriore decremento rispetto all’anno precedente, attestandosi su un valore, inferiore a 145 per mille, abbondantemente inferiore al limite massimo previsto dalla programmazione nazionale e regionale pari a 160 per mille, confermando il trend virtuoso avviato negli anni precedenti.  
tasso ospedalizzazione ASM
per mille abitanti
2010 2011 2012 2013 Scost.
13 - 12
Scost.%
13 - 12
in regione 124,1 115,0 104,3 99,2 -5 -5%
fuori regione 46,6 46,9 45,4 45,1 0 0%
Totale 170,7 161,9 149,7 144,3 -5 -4%
 
La mobilità ospedaliera passiva extraregionale dell’ASM (vale a dire i ricoveri effettuati a residenti dell’ASM da parte di strutture extraregionali) relativa al 2013 (ultimo dato disponibile, in assenza di proiezioni al 2014), ha sostanzialmente confermato il trend degli anni precedenti, evidenziando una riduzione (sia pur lieve) del numero dei ricoveri esportati, a fronte di un incremento del relativo costo. Una prima spiegazione a tale andamento divergente può essere verosimilmente individuata nell’incremento dei ricoveri più “costosi”, vale a dire i ricoveri più complessi, gran parte dei quali costituiscono una mobilità passiva per così dire “fisiologica” per la ASM di Matera (cardiochirurgia, neurochirugia, trapianti d’organi, ecc.). I flussi di mobilità passiva si sono diretti principalmente verso la Puglia (61%), Emilia Romagna (8%) e Lombardia (7%).
Mobilità passiva 2010 2011 2012 2013 Scost.
13 - 12
Scost.%
13 - 12
numero ricoveri 9.498 9.373 9.072 9.028 -44 0%
costo ricoveri €/000 28.031 30.393 31.468 32.152 684 2%
 
Strettamente collegato alla mobilità passiva è l’indice di fuga extraregionale, che indica la percentuale di ricoveri effettuati fuori regione, sul totale dei ricoveri effettuati dai residenti dell’ASM. Nel 2013 si è registrato un’ulteriore crescita di tale indicatore rispetto all’anno precedente, confermando un trend di incremento della percentuale dei ricoveri effettuati da strutture extraregionali sul totale dei ricoveri effettuati ai residenti dell’ASM
  2010 2011 2012 2013 Scost. %
13 - 12
Indice di fuga 27,30% 29,00% 30,30% 31,27% 3,21%
 
La mobilità ospedaliera attiva extraregionale dell’ASM (vale a dire i ricoveri effettuati dagli ospedali dell’ASM a residenti al di fuori della regione Basilicata) relativa al 2013, ha evidenziato un incremento rispetto all’anno precedente sia con riferimento al numero di ricoveri importati sia con riferimento alla loro valorizzazione economica, a conferma della capacità di attrazione degli ospedali aziendali soprattutto nei confronti dell’utenza proveniente dalla Regione Puglia.
 
mobilità attiva 2010 2011 2012 2013 Scost.
13 - 12
Scost.%
13 - 12
numero ricoveri 4.323 3.899 3.541 3.796 255 7%
valore ricoveri €/000 10.510 10.719 9.758 10.697 939 10%
 
Strettamente collegato alla mobilità attiva extraregionale è l’indice di attrazione, che indica la percentuale dei ricoveri effettuati a cittadini residenti al di fuori della regione Basilicata sul totale di ricoveri erogati dagli ospedali aziendali. Nel 2013 tale indicatore ha fatto registrare un ulteriore incremento rispetto a 2012, confermando di un trend di progressiva crescita che ha caratterizzato l’intero arco temporale considerato.
  2010 2011 2012 2013 Scost. %
13 - 12
indice di attrazione 16,20% 16,50% 16,78% 18,07% 7,69%
 
Conseguentemente il saldo di mobilità ospedaliera extraregionale dell’ASM (vale a dire la mobilità ospedaliera extraregionale attiva meno quella passiva) nel 2013, pur permanendo negativo, ha fatto registrare un miglioramento, sia con riferimento al numero di ricoveri con un recupero di 299 ricoveri (per effetto dell’incremento del numero di ricoveri di mobilità attiva e di contestuale riduzione del numero di ricoveri di mobilità passiva) sia con riferimento alla valorizzazione economica con un risparmio di circa 255 mila euro (per effetto dell’incremento dei ricavi derivanti dalla mobilità attiva che ha assorbito interamente l’incremento dei costi rivenienti dalla mobilità passiva).   
saldo mobilità
mobilità attiva - passiva
2010 2011 2012 2013 Scost.
13 - 12
Scost.%
13 - 12
numero ricoveri -  5.175 -  5.474 -  5.531 -  5.232 -299 -5%
valore ricoveri €/000 -17.521 -19.674 -21.710 -21.455 -255 -1%
 
Il numero degli interventi chirurgici effettuati negli ospedali per acuti (Matera e Policoro) dell’ASM nel 2014, ha fatto registrare nel complesso un lieve incremento rispetto al 2013, confermando il trend che ha caratterizzato l’intero periodo considerato, con riferimento specifico al setting assistenziale utilizzato. Nello specifico l’incremento ha riguardato gli interventi effettuati in regime di ricovero ordinario e quelli effettuati in regime ambulatoriale, a cui è corrisposta una significativa riduzione degli interventi in regime di Day Surgery, in conformità agli obiettivi di recupero dell’appropriatezza nell’utilizzo del setting assistenziale
NUMERO INTERVENTI CHIRURGICI 2011 2012 2013 PROIEZIONI
2014
Scostamento
2014* - 2011
assoluto %
TOTALE OSPEDALI PER ACUTI  ordinari   5.442 49%   5.869 53%   6.344 54%     6.506 54% 902 17%
 ds   3.314 30%   1.880 17%   1.697 15%     1.590 13% -1.617 -49%
ambulatoriale   2.327 21%   3.256 30%   3.662 31%     3.883 32% 1.335 57%
 totale 11.083 100% 11.005 100% 11.703 100%   11.979 100% 620 6%
 
La proiezione relativa al 2014 del numero degli accessi al Pronto Soccorso delle strutture ospedaliere aziendali dell’ASM, fa registrare un sostanziale allineamento rispetto ai dati del 2013, evidenziando tuttavia significative variazioni nella tipologia degli accessi nella direzione del recupero dell’appropriatezza nell’utilizzo di tale forma assistenziale. In particolare si registra una significativa riduzione dei codici bianchi, vale a dire quegli accessi inappropriati e conseguentemente evitabili, a fronte di un netto incremento dei codici gialli che concernono situazioni di media criticità per le quali l’accesso al pronto soccorso è certamente più consono. Tali risultati lasciano presuppore una maggiore capacità di filtro da parte di altri punti della rete assistenziale, primi tra tutti i Medici dell’Assistenza Primaria e della Continuità Assistenziale.
NUMERO ACCESSI
AL PRONTO SOCCORSO
2011 2012 2013 PROIEZIONI 2014* Scostamento
2014* - 2011
assoluto %
TOTALE
OSPEDALI ASM
 codice bianco        6.032           6.107           6.442            4.360 -1.672 -28%
 codice giallo     10.485         10.401         10.674          12.320 1.835 18%
 codice rosso           574               554               495                526 -48 -8%
 codice verde     52.097         50.766         50.353          50.190 -1.907 -4%
 totale     69.188         67.828         67.964          67.396 -1.792 -3%
In merito ai principali indicatori di performance ospedaliera, le prime proiezioni al 2014 fatte registrare dagli ospedali della ASM, evidenziano una sostanziale invarianza dei valori rispetto all’anno precedente. Nello specifico la degenza media si è leggermente ridotta per il P.O. di Matera, passando da 7,9 giorni del 2013 agli attuali 7,6, mentre è rimasta stabile a 5 giorni per il P.O. di Policoro.
L’indice di turn over si è lievemente ridotto passando da 1 a 0,9 nel P.O. di Matera, e da 1,2 a 1,1 nel P.O. di Policoro.
L’indice di rotazione è lievemente aumentato nel P.O. di Matera, passando da 41 a 42, mentre si è leggermente ridotto nel P.O. di Policoro, passando da 59 a 58.
L’indice di occupazione è lievemente aumentato sia nel P.O. di Matera, dove è passato da 88% a 89%, sia nel P.O. di Policoro, dove è passato da 81% a 82%.
L’indice operatorio è rimasto sostanzialmente invariato nel P.O. di Matera, stabilizzandosi su un valore pari al 35%, mentre è aumentato nel P.O. di Policoro, passando dal 28% al 30%.
L’indice di complessità della casistica trattata (peso dei ricoveri ordinari) è sostanzialmente rimasto invariato sia nel P.O. di Matera, in cui si attesta su un valore pari a 1,1, sia nel P.O. di Policoro, dove ha un valore pari a 0,9.  
 
Con riferimento alle prestazioni specialistiche ambulatoriali effettuate dalle strutture della ASM, le prime proiezioni al 2014, evidenziano un ulteriore incremento rispetto all’anno precedente sia nel numero che nella corrispondente valorizzazione economica, confermando un trend di crescita che ha caratterizzato l’intero periodo considerato.
Prestazioni specialistiche ambulatoriali 2011 2012 2013 PROIEZIONI 2014 Scostamento
2014* - 2011
assoluto %
Numero   1.558.948   1.515.995   1.562.888    1.670.126 111.178 7%
Valore € 24.037.078 24.801.697 25.071.266 25.929.794 1.892.716 8%
 
DATI ECONOMICI E DI RISORSE
 
Con riferimento ai risultati economici dell’ASM, le prime proiezioni 2014 sono sta elaborate stimando la stessa quota del F.S.R. dell’anno precedente (non conoscendo con esattezza l’importo assegnato dalla Regione) ed al netto degli accantonamenti. Per effetto di tali proiezioni, anche il 2014 dovrebbe verosimilmente chiudersi in equilibrio. Nello specifico nel 2014 vi è stata una sostanziale stabilizzazione dei costi di produzione sui livelli dell’anno precedente, con un’ulteriore riduzione dei costi relativi ai servizi non sanitari e ai beni di consumo non sanitari, conseguente al consolidamento delle strategie e delle azioni di razionalizzazione intraprese negli anni precedenti (che hanno consentito di azzerare nel 2013, nel giro di soli due anni, un deficit storico consolidatosi su valori pari a circa 20 milioni di euro), a cui ha fatto fronte un incremento dei costi dei materiali sanitari, derivante essenzialmente dall’ingresso sul mercato dei nuovi farmaci biologici relativi alle patologie oncologiche, ematologiche, reumatologiche, ecc., ed un incremento del costo del personale, derivante dal parziale sblocco del turn over previsto a metà anno dalla programmazione regionale, che ha consentito all’Azienda di rimpiazzare alcune delle figure professionali cessate nel corso di questi anni e non sostituite per effetto del suddetto blocco del turn over.    
€/000 2009 2010 2011 2012 2013 proiezione 2014 D %
2011-2014*
quota F.S.R. 331.390 331.843 339.626 339.241 337.359 337.359 0,0%
costi di produzione 373.218 380.967 386.070 375.327 374.243 371.509 -0,7%
risultato d'esercizio -23.664 -23.609 -18.696 -2.708 116 0 -100,0%
Si riportano di seguito i dati relativi alle principali riduzioni di costo conseguite dall’Azienda per effetto delle strategie e degli interventi di razionalizzazione messi in campo a partire dal 2012.
 
ACQUISTI BENI NON SANITARI
€/000
2011 2012 2013 proiezione 2014 D
pr14 - 11
D %
pr14 - 11
acquisti beni non sanitari 2.155 1.060 954 878 -1.277 -59,3%
 
ACQUISTI DI SERVIZI NON SANITARI
€/000
2011 2012 2013 proiezione 2014 D
pr14 - 11
D %
pr14 - 11
servizi non sanitari 23.422 21.395 19.738 18.357 -5.065 -21,6%
manutenzioni 5.046 4.688 4.693 4.547 -499 -9,9%
godimento beni di terzi 3.095 3.579 2.556 1.650 -1.445 -46,7%
 
FARMACEUTICA CONVENZIONATA
€/000
2011 2012 2013 proiezione 2014 D
pr14 - 11
D %
pr14 - 11
farmaceutica convenzionata 35.271 30.669 30.581 30.912 -4.359 -12,4%
 
PERSONALE DIPENDENTE
€/000
2011 2012 2013 proiezione 2014 D
pr14 - 11
D %
pr14 – 11
personale dipendente 122.800 117.484 115.211 116.279 -6.521 -5,3%
 
Nelle tabelle seguenti si mostra invece la riduzione del numero di unità equivalenti di personale (unità rapportate al tempo) nel lasso temporale 2011 – 2014, conseguente al blocco del turn over previsto dalla programmazione regionale, evidenziando il rapporto 2012 – 2014 tra entrati e usciti.
  2011 2012 2013 2014 D
'14 -'11
D %
'14 -'11
Unità Equivalenti Giuridiche    2.328    2.277    2.237    2.281 -47,39 -2%
 
Periodo 2012 - 2014 Entrati Usciti Saldo
Entrati – Usciti
Numero unità di personale dipendente 259 380 -121
 
Le tecnologie più pesanti previste nei Piani degli investimenti ASM 2013 – 2014 e 2014 – 2015 sono state le seguenti :
  • 2 angiografi per il potenziamento delle attività di radiologia interventistica e di emodinamica
  • 1 tomisintesi mammografo per il potenziamento delle attività di screening regionale oncologico mammografico
  • 2 mammografi per il potenziamento delle attività di screening regionale oncologico mammografico
  • 1 Sistema per il riconoscimento della ventilazione collaterale interlobare per il trattamento dell’enfisema polmonare severo eterogeneo
  • 1 risonanza magnetica nucleare per il potenziamento della diagnostica per immagini e medicina nucleare
  • 1 telecomandato per il potenziamento della diagnostica radiologica
  • 1 TAC per il potenziamento della diagnostica per immagini
  • 1 PET/TAC per il potenziamento della diagnostica per immagini
  • 1 Sistema di Radioterapia per il potenziamento della diagnostica per immagini e medicina nucleare 



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi