home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 85.315.492 visualizzazioni ]
23/10/2014 17.21.29 - Articolo letto 2613 volte

A Salandra Facebook e cinema, per dibattere sul futuro della discarica

Discarica di Salandra (foto Raffaele Tantone) Discarica di Salandra (foto Raffaele Tantone)
Discarica di Salandra (foto Raffaele Tantone) Discarica di Salandra (foto Raffaele Tantone)
Media voti: A Salandra Facebook e cinema, per dibattere sul futuro della discarica - Voti: 0
I social network sono stati anche il luogo dove 15 ragazzi, perlopiù fuori sede,hanno deciso di reagire alla mancanza di trasparenza ed alla rassegnazione
Salandra "La storia della discarica comunale di Salandra - afferma in una nota Raffaele Tantone Segretario della federazione dei giovani socialisti lucani - è stata fortemente determinata dalle molte emergenze del ciclo regionale dei rifiuti, con grandi ripercussioni sulla vita politica ed amministrativa del nostro piccolo comune.
Infatti negli anni, chi ha provato ad andare un po' più a fondo sul tema rifiuti e' stato avversato e messo ai margini, cosicché in mancanza di un'opposizione reale, si e' sviluppata un'opposizione virtuale, nata sui social network,ma molto piu concreta. 
Infatti  da facebook e' partita la richiesta al comune di Salandra di costituirsi parte civile nel processo "Monnezzopoli", da  Facebook e' partita la petizione online per chiudere la discarica, che ha raccolto quasi 1000 adesioni,dai social e' partita anche la richiesta di convocazione di un consiglio comunale aperto,con quasi 300 firme cartacee raccolte senza neanche un banchetto.
Un sommovimento civico generato dalla rete, che finalmente ha spinto 5 consiglieri a sottoscrivere una richiesta formale di convocazione dell’assise comunale .
Per questo attendiamo che il Sindaco convochi quanto prima il consiglio, avendo cura di evitare convocazioni di prima mattina ed in giorni lavorativi, perché potrebbe essere interpretato come un tentativo di non favorire la partecipazione.
I social sono stati anche il luogo dove 15 ragazzi, perlopiù fuori sede,hanno deciso di reagire alla mancanza di trasparenza ed alla rassegnazione, autotassandosi per finanziare delle analisi sugli aspetti ambientali ed economici, sulla gestione e la chiusura di un mega impianto da 400mila tonnellate.
 
In attesa dei risultati delle analisi, effettuate grazie alla gradita disponibilità del Tenente Giuseppe Di Bello, ci limitiamo ad osservare l'evidenza di una politica, che ha scaricato i costi economici ed ambientali della discarica sulle generazioni ed amministrazioni future.
Una politica da "Cicala" , che fra poco alzerà le tasse, presentando il conto ai cittadini, una politica che per anni si e' cullata negli introiti dei rifiuti, non preoccupandosi di sviluppare la raccolta differenziata.
Una politica che non ha ancora spiegato da dove tirerà fuori i 400mila euro annunciati per le prime opere di chiusura della discarica.
Ma vi sarà tempo per approfondire questi aspetti, volevo solo concludere ricordando il primo importante momento, nell'ambito del percorso di acquisizione da parte della cittadinanza,della consapevolezza di avere un problema ambientale e quindi economico e sanitario con la discarica.
Anche in questo caso l'obiettivo e' stato raggiunto tramite un mezzo non convenzionale, si tratta della presentazione del corto "Corso Dante", girato a Salandra dal giovane regista Gianni Saponara, che ha indubbiamente svolto di il ruolo di catalizzatore di molte delle iniziative successive.
Ad ogni modo quella sera di quasi un anno fa, nel buio del cinema molti cittadini hanno ricevuto come me un pugno nello stomaco , guardando le immagini di un racconto di fantasia di morte e rifiuti, ambientato in Corso Dante: l'unica strada di Salandra che conduce al Cimitero ed alla Discarica.
Da quella sera sempre più cittadini chiedono di conoscere per partecipare, quella sera e' partito un sentimento contro la rassegnazione, che bisogna far di tutto per far continuare a crescere ed organizzare."
 



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi