home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 85.004.328 visualizzazioni ]
01/09/2014 17.54.26 - Articolo letto 5884 volte

BASILICATA, LA MEGATRUFFA DEL FOTOVOLTAICO

Impianto di contrada S. Leonardo - S. Mauro Forte (foto Antonio Grasso) Impianto di contrada S. Leonardo - S. Mauro Forte (foto Antonio Grasso)
Impianto di contrada S. Leonardo 2 - S. Mauro Forte (foto Antonio Grasso) Impianto di contrada S. Leonardo 2 - S. Mauro Forte (foto Antonio Grasso)
Impianto di contrada S. Leonardo 3 - S. Mauro Forte (foto Antonio Grasso) Impianto di contrada S. Leonardo 3 - S. Mauro Forte (foto Antonio Grasso)
Impianto di contrada S. Leonardo 4 - S. Mauro Forte (foto Antonio Grasso) Impianto di contrada S. Leonardo 4 - S. Mauro Forte (foto Antonio Grasso)
Media voti: BASILICATA, LA MEGATRUFFA DEL FOTOVOLTAICO - Voti: 1
Ben 13 dei 26 impianti al centro del business illegale sono stati realizzati nei territori di Ferrandina, Irsina, Matera, Montescaglioso, Pisticci, Pomarico e San Mauro Forte.
di ANTONIO GRASSO
Basilicata Megatruffa internazionale nel fotovoltaico. Coinvolta anche la Basilicata. Il territorio della provincia di Matera, in particolare. Ben 13 dei 26 impianti al centro del business illegale, infatti, sono stati realizzati nei territori di Ferrandina, Irsina, Matera, Montescaglioso, Pisticci, Pomarico e San Mauro Forte. Intere distese di pannelli solari messe in piedi grazie a contributi percepiti indebitamente da società guidate da un imprenditore russo. In tutto, circa 37 milioni di euro. Fondi pubblici versati, fra il 2010 ed il 2013, dal Gestore nazionale dei servizi energetici (Gse spa), società partecipata totalmente dal Ministero dell’Economia e Finanze. L’inchiesta, coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano, passa attraverso le società collegate al gruppo svizzero Avelar Energy Ltd gestito dal 49enne russo (con residenza a Zurigo) Igor Akhmerov, finito agli arresti insieme a due complici italiani (Marco Giorgi e Gianpiero Coppola ai domiciliari ndr). Altri 5 risultano indagati. Per realizzare il maxiraggiro venivano acquistati a prezzi stracciati in Cina migliaia di pannelli solari, poi spacciati per prodotti dell’UE tramite l’esibizione di falsi documenti di una società di certificazione tedesca. Truffaldino anche il meccanismo di fornitura a terzi e del reclutamento della manodopera. Con aziende in subappalto che ancora oggi vantano crediti di centinaia di migliaia di euro. E nessuno si azzarda a pagare gli arretrati. Per non parlare, poi, dei lavoratori. Gli operai, infatti, venivano assunti in modo fittizio, lavorando - in realtà - in nero. Ed ora si ritrovano senza soldi e contributi. Oltre al danno la beffa.


Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi