home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 91.562.235 visualizzazioni ]
05/06/2014 19.35.07 - Articolo letto 1856 volte

DEPOSITO NUCLEARE, BASILICATA IN SALVO?

Scorie nucleari Scorie nucleari
Media voti: DEPOSITO NUCLEARE, BASILICATA IN SALVO? - Voti: 0
A giudicare dai criteri di esclusione fissati nella “Guida tecnica” appena pubblicata dall’Ispra, la Lucania sarebbe al riparo. Ma la guardia resta alta.
di ANTONIO GRASSO
Basilicata Non in Basilicata. Il deposito nazionale di rifiuti nucleari (circa 90mila metri cubi quelli da smaltire ndr) potrebbe non essere ubicato nella piccola regione del Mezzogiorno. Il condizionale è d’obbligo. Ed è ancora presto per sostenerlo con certezza. Ma a giudicare dai criteri (15, in tutto) di esclusione fissati nella “Guida tecnica” appena pubblicata dall’Ispra, la Lucania sarebbe al riparo. Infatti. Nella Guida, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (che dipende dal ministero dell’Ambiente) esclude – innanzitutto – tutte le aree vulcaniche attive o quiescenti, che si trovano a 700 metri sul livello del mare o ad una distanza inferiore a 5 chilometri dalla costa. Non solo. Sono escluse le aree ad elevata sismicità, a rischio frane o inondazioni e le “fasce fluviali”, dove c’è una pendenza maggiore del 10%. E ancora: le aree naturali protette, che non siano ad adeguata distanza dai centri abitati, quelle a distanza inferiore di un chilometro da autostrade e strade extraurbane principali e ferrovie. Ma non è tutto. A questi criteri se ne aggiungono ulteriori 13, per uno screening ancora più stretto e completo, nel rispetto delle rigide raccomandazioni emanate dagli organismi internazionali preposti. Definite le linee guida che orienteranno la localizzazione della discarica, ora spetta a Sogin (candidata alla costruzione e gestione del deposito) presentare – entro sette mesi - la lista delle aree dove poter ubicare il sito unico, richiesto da un apposita direttiva europea. Una volta individuate le aree potenzialmente idonee, ci saranno successive indagini a livello regionale e valutazioni socio economiche. Stavolta, infatti, la società controllata dal Tesoro punta ad agire con la massima trasparenza possibile, attenzione per l’ambiente e consultazione con tutte le parti in causa per evitare un’altra Scanzano. Correva l’anno del Signore 2003 quando il comune jonico-lucano fu indicato dal Governo centrale come deposito nazionale con tanto di decreto n.314 del 14 novembre, salvo – poi - fare marcia indietro dopo due settimane di accese proteste, blocchi stradali e ferroviari, culminate il 23 novembre con la “marcia dei 100 mila” da Policoro a Scanzano Jonico. Un copione che, stando ai piani di Sogin, non dovrebbe ripetersi. Si vedrà. Anche perché adesso, a differenza di allora, oltre a un rapporto di trasparenza e vigilanza son previste per le popolazioni locali interessate delle varie forme di opportunità come, ad esempio, l’indennizzo dell’area (una sorta di canone d’affitto per l’occupazione del suolo) e la realizzazione di un Parco tecnologico con eccellenze scientifiche. Se non ci saranno intoppi procedurali, i lavori per la costruzione del deposito nazionale dovrebbero concludersi entro il 2025. Almeno stando alla previsioni di Sogin. Anche perché, sempre nel 2025, scadranno i contratti stipulati con Francia e Inghilterra per riprocessare le scorie da combustibile nucleare e quando i fusti torneranno in Italia il problema di dove metterli sarà a dir poco impellente. Un motivo in più, dunque, per accelerare l’iter realizzativo. 


Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi