home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 94.077.532 visualizzazioni ]
25/03/2014 18.49.59 - Articolo letto 2269 volte

PENSIONI: PETIZIONE CIA-ANP-INAC CONTRO LEGGE FORNERO

Elsa Fornero Elsa Fornero
Media voti: PENSIONI: PETIZIONE CIA-ANP-INAC CONTRO LEGGE FORNERO - Voti: 0
Oltre 80.000 firme consegnate in Parlamento
Basilicata Oltre 80.000 firme di altrettanti cittadini italiani, indignati dall’ultima riforma delle pensioni che ha elevato in modo consistente l’età pensionabile, senza però abrogare la norma che aggancia l’età pensionabile all’aspettativa di vita sono state consegnate in Parlamento. Ne danno notizia in una nota congiunta la Cia-Confederazione Italiana Agricoltori, l’Anp (Associazione nazionale pensionati) e il patronato Inac ricordando che in Basilicata sono state raccolte circa 6mila firme contro il blocco della rivalutazione annuale introdotto con la riforma Fornero e contro le modifiche peggiorative per le pensioni di vecchiaia ed invalidità. Tra le motivazioni che hanno spinto la Confederazione a promuovere la petizione, il periodico aumento dell’età pensionabile che crea profonda incertezza e sposta continuamente in avanti il momento in cui il lavoratore potrà accedere al pensionamento, senza porre alcun limite di età. Secondo dati del Centro studi economici della Cia lucana ben il 78 per cento dei pensionati della regione (circa 125 mila) percepisce un’indennità che è inferiore di un terzo alla minima. Nelle campagne si vivono le situazioni più difficili: se in Italia quasi un pensionato su due vive con meno di 1.000 euro al mese, nelle aree rurali la media percepita si abbassa notevolmente, ed è proprio qui che si registra la massima concentrazione di pensioni minime, inferiori alla soglia di 500 euro mensili. Nelle zone di campagna i “morsi” della crisi sono amplificati e si inaspriscono i toni del disagio sociale, soprattutto per gli ultrasessantacinquenni. Attualmente, infatti, sono 7 su 10 i pensionati delle aree rurali a essere vicini alla soglia di povertà: un rapporto di gran lunga più allarmante di quello relativo alla popolazione italiana, che sfiora il 30 per cento.Gli ultrasessantenni -evidenzia ancora l’Anp-Cia Basilicata- sono circa il 20 per cento della popolazione ed entro 15 anni raggiungeranno il 25 per cento. Attualmente oltre l´80 per cento (in pratica 8 su 10) degli anziani chiede servizi sociali, sanitari e assistenziali pronti ed efficienti.   
Di qui il progetto di “Polo integrato dei servizi alla persona” quale strumento per lo sviluppo sinergico delle attività di Cia, Anp (Associazione nazionale pensionati), Inac (Patronato) e Caf (Centro assistenza fiscale). Un progetto che sarà concretizzato attraverso l’apertura sul territorio e specie nelle contrade rurali di Circoli Anp e di Sportelli anziani. Al primo posto - si sottolinea- la difesa del potere d’acquisto delle pensioni tenuto conto che nella “sperequazione pensionistica” sono soprattutto i pensionati autonomi -e tra questi gli agricoltori- a subire le conseguenze più pesanti dell’aumento del costo della vita.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi