home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 86.093.270 visualizzazioni ]
03/03/2014 10.50.04 - Articolo letto 2436 volte

“BASTA CON L’AVVELENAMENTO DELLA VALBASENTO”

Il corteo di protesta (foto Anna Dragone) Il corteo di protesta (foto Anna Dragone)
Media voti: “BASTA CON L’AVVELENAMENTO DELLA VALBASENTO” - Voti: 0
Mobilitazione nell’area industriale di Pisticci scalo, davanti ai cancelli di Tecnoparco. Associazioni, movimenti, agricoltori in corteo. Vogliono risposte certe dalle Istituzioni.
di ANTONIO GRASSO
Pisticci “Liberiamoci di chi ci sta annegando nella melma dei rifiuti tossici”. Per questo si sono dati appuntamento in Valbasento. Associazioni, movimenti, agricoltori, studenti. Uomini e donne, giovani e meno giovani. Stanchi di una situazione diventata, ormai, insopportabile. Vogliono segni concreti e risposte certe dalle Istituzioni. Per poter continuare a vivere in una terra che non riconoscono più. Non percepiscono più come la “loro” terra. E da tempo. A maggior ragione dopo gli ultimi sviluppi di un’inchiesta giudiziaria (partita nel 2010) che ha portato, solo una settimana fa, alla notifica di ben 11 avvisi di garanzia in Italia e all’estero per traffico illecito di rifiuti. Il sospetto degli inquirenti dell’Antimafia lucana è che per circa tre anni e mezzo l’Eni avrebbe smaltito i rifiuti prodotti dal Centro Oli di Viggiano in maniera illegale, grazie alla complicità di alcuni imprenditori locali, dei vertici di Confindustria Basilicata e di Sorgenia, la società energetica del gruppo De Benedetti. Sotto la lente d’ingrandimento degli stessi investigatori il tipo di trattamento effettuato e i cosiddetti codici-rifiuto assegnati ai liquami (in gergo definite “acque di produzione” dai processi estrattivi ndr) in partenza quotidianamente da Viggiano e destinati proprio all’impianto Tecnoparco di Pisticci scalo, dove vengono sottoposti ad alcuni trattamenti prima di finire nel fiume Basento. Con tutto quel che ne consegue sotto il profilo ambientale e non solo. Coi campi strangolati dalle operazioni industriali. Coi miasmi a farla da padroni, in uno scenario che definire spettrale è poco più che un eufemismo. Ma tant’è. Di qui la mobilitazione odierna nell’area industriale di Pisticci scalo, davanti ai cancelli di Tecnoparco. Per dire “Basta!”. Per ribadire che “non è possibile far coesistere turismo ed agricoltura di qualità con attività industriali altamente impattanti”. Per chiedere che la popolazione locale venga sottoposta a screening medico. Per far capire, a chi di competenza, che “la misura è colma e che non si può più andare oltre”. E, soprattutto, che “il tempo degli annunci è finito e che d’ora in avanti bisognerà passare ai fatti”. A partire dalla convocazione immediata di un tavolo tecnico, in Regione, coi sindaci dei comuni della Valbasento, per mettere a punto i successivi passaggi operativi e tracciare le linee d’intervento.


Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi