home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 80.017.098 visualizzazioni ]
20/06/2013 18.21.30 - Articolo letto 4194 volte

Tutti contro “Introduzione di tecniche di agricoltura conservativa”

Agricoltura biologica Agricoltura biologica
Media voti: Tutti contro “Introduzione di tecniche di agricoltura conservativa” - Voti: 0
Al tavolo nazionale su agricoltura, le associazioni e gruppi ambientalisti contrari al bando della Regione Basilicata
Basilicata A seguito del bando misura 214 az. 6 “Introduzione di tecniche di agricoltura conservativa” molteplici associazioni e gruppi ambientalisti si sono opposti alla sua pubblicazione ad opera della Regione Basilicata. Dopo le note diffusa dal Movimento 5 Stelle e FederBio, anche le associazioni che hanno costituito un tavolo nazionale sull'agricoltura, quali ASSOCIAZIONE ITALIANA AGRICOLTURA BIOLOGICA, ASSOCIAZIONE PER L’AGRICOLTURA BIODINAMICA, FAI - FONDO AMBIENTE ITALIANO, FEDERAZIONE PRO NATURA, FIRAB - FONDAZIONE ITALIANA PER LA RICERCA IN AGRICOLTURA BIOLOGICA E BIODINAMICA, ITALIA NOSTRA, LEGAMBIENTE, LIPU-BIRDLIFE ITALIA, SLOW FOOD ITALIA, SOCIETA’ ITALIANA ECOLOGIA DEL PAESAGGIO, TOURING CLUB ITALIANO, UNIONE NAZIONALE PRODUTTORI BIOLOGICI E BIODINAMICI e WWF ITALIA,  hanno inviato una missiva alla Regione in cui si chiede l'immediata revoca del bando:

"Oggetto: bando misura 214 az. 6 “Introduzione di tecniche di agricoltura conservativa”
Gentile Assessore,
dall’ ottobre scorso 14 Associazioni del mondo ambientalista e dell’agricoltura biologica hanno costituito un tavolo di lavoro per elaborare strategie e proposte unitarie per una riforma della PAC in grado di riconciliare economia e ecologia. In coerenza con questo lavoro il tavolo ha approfondito la proposta dei 3 Ministeri, Agricoltura , Ambiente, Salute, sul PAN pesticidi mettendo a punto un pacchetto di emendamenti nella fase di consultazione pubblica indetta dai Ministeri stessi.
Recentemente siamo venuti a conoscenza della pubblicazione del bando della Regione Basilicata sulla misura 214 az.6 per l’ Introduzione di tecniche di agricoltura conservativa che nella sua formulazione appare come una modalità di utilizzo di risorse, che l’Unione Europea indirizza verso misure agro ambientali per la riduzione di diserbanti e fitofarmaci di sintesi, nella direzione di una forma di agricoltura che, invece, ne fa uso in modo consistente.
Non siamo pregiudizialmente contrari a tecniche di agricoltura conservativa ed in particolare alla minima lavorazione dei terreni che è utilizzata da anni in agricoltura biologica con ottimi risultati ma occorre evitarne ogni abuso come nel caso di quanto previsto dal bando della Regione Basilicata. Nel bando, infatti, sono previsti
interventi chimici a base di erbicidi e conseguente fertilizzazione chimica che annullano notevolmente i benefici ambientali delle tecniche di minima lavorazione e sono in totale contraddizione con il principio dellle Misure Agroambientali. S’incrementa insomma l’uso di pesticidi rispetto ad una misura che dovrebbe prevederne la sostituzione o riduzione.
E’ inoltre inammissibile che l’importo dei pagamenti destinati a questa azione (213 euro per ettaro), siano superiori a quanto previsto per l’agricoltura biologica, l’unica forma di agricoltura in grado di conciliare l’abbattimento dei gas serra con la cessazione dell’uso di diserbanti e pesticidi di sintesi. Soprattutto l’unica forma di agricoltura sostenibile regolamentata in modo uniforme su tutto il territorio europeo e certificata.
Sulla base di queste considerazioni è secondo noi evidente come il provvedimento in questione sia totalmente contraddittorio con gli obiettivi strategici delle politiche europee e del PSR e molto discutibile in merito all’utilizzo di risorse pubbliche vincolate a precisi obiettivi, indicatori di risultato e controlli.
In virtù di tutto questo sarebbe a nostro avviso indispensabile la revoca immediata del Bando che tra l’altro assume in questo periodo un significato particolare in considerazione sia della procedura in atto per la discussione e l’ approvazione del PAN pesticidi che della fase di definizione della nuova programmazione dello Sviluppo Rurale."



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni