home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 86.038.264 visualizzazioni ]
05/06/2013 18.48.54 - Articolo letto 4047 volte

Ugl su morte dei lavoratori a Trebisacce

Nova Siri - confine Provincia di Cosenza (foto SassiLand) Nova Siri - confine Provincia di Cosenza (foto SassiLand)
Media voti: Ugl su morte dei lavoratori a Trebisacce - Voti: 0
"E' inammissibile morire sull’asfalto, a causa di un incidente stradale, mentre ci si reca sul luogo di lavoro"
Policoro “Un altro grave lutto colpisce le comunità di Rossano (CS) e Policoro (MT). Analoghe le circostanze: ancora una volta piangiamo per una morte inaccettabile. Perché inammissibile è morire sull’asfalto, a causa di un incidente stradale, mentre ci si reca sul luogo di lavoro”.
Luigi D’Amico, segretario provinciale Ugl Matera e Pino Giordano, componente della confederazione regionale dell’Ugl Basilicata esprimono così il proprio rammarico e la propria solidarietà ai familiari di Marcel Mokan, di 38 anni, e Doru Badu, di 43, decedute mentre si recavano sul luogo del lavoro. E’ la sorte toccata alle due immigrati romeni, mentre, insieme ad altre cinque connazionali e due bulgari, stavano andando da Rossano, dove vivevano, per la nostra Regione, precisamente a Policoro, il centro in cui erano impegnati nella raccolta nei campi in una delle realtà agricole più produttive del Mezzogiorno. Non è la prima volta  - denunciano i segretari dell’Ugl, Giordano e D’Amico - che la statale 106 miete vittime tra i braccianti agricoli che dalla zona dell’Alto Ionio Cosentino si spostano nella nostra vicina Basilicata per andare a lavorare nei campi. Il 29 agosto del 2005 erano state due braccianti calabresi, Lucrezia Matarrese, di 58 anni, di Villapiana, e Michelina Napoli, di 22, di Albidona, a rimanere uccise ed anche allora denunciammo, come sempre, la pericolosità della ss.106 ionica. Tra tutti i sistemi di trasporto, quello su strada è di gran lunga il più pericoloso e comporta il prezzo più alto in termini di vite umane. Per questo motivo il programma d’azione europeo per la sicurezza stradale prevedeva una serie di misure quali il rafforzamento dei controlli stradali, l’ampio ricorso a nuove tecnologie per la sicurezza, il miglioramento delle infrastrutture stradali ma, non ha portato in Basilicata e Calabria buoni frutti auspicati. L’UGL – concludono D’Amico e Giordano – richiama l’attenzione dei politici sulla sicurezza di tutte le nostre arterie principali, in assoluto le strade più trafficate e pericolose della regione. Il Sindacato UGL, ha più volte denunciato questa insostenibile situazione, ma le risposte sono state deludenti ed insufficienti a causa dei tagli agli investimenti e in infrastrutture che ci hanno penalizzato”.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi