home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 91.026.327 visualizzazioni ]
24/05/2013 17.35.46 - Articolo letto 2592 volte

Inaugurato lo sportello per assistenza domiciliare

Inaugurazione dello sportello per assistenza domiciliare Inaugurazione dello sportello per assistenza domiciliare
Media voti: Inaugurato lo sportello per assistenza domiciliare - Voti: 0
In particolare rivolta agli anziani e ai minori in condizioni di non autosufficienza
Matera Sarà aperto nei giorni lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 15 alle ore 20, e il sabato, dalle 8.30 alle 13.30, lo sportello per la presentazione delle domande di partecipazione al progetto “Home Care premium promosso dall’Inps, gestione ex Inpdap, e dal Comune di Matera.
Il numero di telefono è il seguete: 0835.241438 ed è operativo negli stessi giorni e nelle stesse ore di apertura al pubblico. Mentre l’indirizzo mail è il seguente: ufficioservizisociali@comune.mt.it.
Si tratta di una iniziativa di assistenza domiciliare rivolta, in particolare, agli anziani e ai minori in condizioni di non autosufficienza che rientrano nella cosiddetta categoria dei “Né né”, vale a dire né troppo poveri per accedere alle prestazioni, né troppo ricchi per pagarsele privatamente.
I soggetti beneficiari delle prestazioni socio assistenziali dovranno necessariamente essere: dipendenti e pensionati pubblici, utenti della Gei, i loro coniugi conviventi (anche separati) e i loro familiari di primo grado, non auto sufficienti, residenti nell’ambito territoriale di Matera.
“Il progetto – ha detto l’assessore comunale alle Politiche sociali, Simonetta Guarini - è sostenuto in due fasi. Un finanziamento per l’avvio del progetto con 1300 euro per ogni assistito. E considerato che il Comune ha previsto 60 posti, il finanziamento consisterà in circa 90 mila euro. Risorse che serviranno per avviare il progetto e per le attività di sportello sociale, un punto di riferimento per i cittadini e collante fra le istituzioni che partecipano al progetto, Comune e Inps. Lo sportello sociale vuole essere un punto di Informazione e Consulenza Familiare dedicato alle tematiche e problematiche afferenti la non auto sufficienza propria e dei familiari”.
La seconda fase riguarda il supporto alle prestazioni integrative e prevede un investimento complessivo di circa 280 mila euro a favore dei non autosufficienti. Il contributo mensile potrà arrivare fino a 1200 mila euro al mese a seconda del reddito del paziente e a seconda della gravità della non autosufficienza.
Per la circostanza saranno realizzati due registri. Il Registro Assistenti Familiari: Il soggetto beneficiario NON Auto Sufficiente riceverà il contributo economico esclusivamente nel caso in cui l’Assistente Familiare sia presente nel Registro o sia “somministrato” da soggetto accreditato, anch’esso presente nel Registro. Il Registro del Volontariato Sociale: sono iscritte le Associazioni di Volontariato, i Patronati e i Sindacati dei Pensionati che vogliano svolgere attività socio assistenziale di volontariato in favore di soggetti NON auto sufficienti.
Alla conferenza stampa è intervenuta anche Nunzia Antezza, presidente della commissione consiliare alle Politiche sociali.
“Un progetto – ha detto Antezza – che ha ricadute molto positive non solo per i diretti interessati. Sono convinta, oggi più che mai, che è compito della politica realizzare un nuovo benessere equo e sostenibile. Noi della commissione politiche sociali sappiamo che per raggiungere questo risultato dobbamo fare in modo che le istituzioni, il volontariato, le professionalità addette al settore  del welfare si prendano cura di tutti gli aspetti che contribuiscono al benessere come, ad esempio, la salute, l’ambiente, il lavoro, e così via”.
Dopo gli interventi della dirigente, Giulia Mancino, e di Caterina Rotondaro, dell’Ufficio Politiche sociali, il Sindaco, Salvatore Adduce, ha sottolineato la bontà dell’iniziativa anche perché realizzata da fondi comunali e da fondi di altri enti. “Il prossimo bilancio comunale – ha detto il sindaco – dovrà fare i conti con dieci milioni di euro in meno di trasferimenti statali rispetto al 2010. Non sappiamo ancora le scelte che andremo a fare. Ma di certo il modello che ha caratterizzato il progetto Home Care Premium che vede insieme risorse provenienti da diversi canali di finanziamento è da rafforzare se vogliamo mantenere gli stessi servizi in un settore, come quello delle politiche sociali, che per noi resta di fondamentale importanza”.
 



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi