home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 85.273.338 visualizzazioni ]
20/05/2013 19.06.18 - Articolo letto 2518 volte

OLA: Il cementificio di Matera si trasformerà in incenitore?

Italcementi Matera Italcementi Matera
Media voti: OLA: Il cementificio di Matera si trasformerà in incenitore? - Voti: 0
Presentata alla Regione Basilicata l'istanza di valutazione di impatto ambientale
Matera La Ola, Organizzazione lucana ambientalista, rende noto che la ITALCEMENTI SpA di Matera, cementificio ubicato in località Trasanello, in data 17/5/2013 ha presentato presso la Regione Basilicata – Ufficio Compatibilità Ambientale del Dipartimento Ambiente, ai fini del rilascio di autorizzazione VIA/AIA ai sensi della L R. 47/1998 (s. m.i.) e ai sensi del D.Lgs. 152/2006 ( s.m.i.) – Parte il “progetto per l’incremento e utilizzo di rifiuti non pericolosi come combustibile fino a 60.000 tonnellate/anno dei codici CER già autorizzati in AIA, con aggiunta del codice CER 19.12.10 descrittivo del rifiuto non pericolcoloso denominato CDR. Il progetto prevede altresì l’utilizzo di Combustibili Solidi Secondari (CSS) esclusi dal regime dei rifiuti ai sensi del D.M. n.22 del 14/2/2013";.
 
Utilizzando il recente decreto ministeriale dell'ex ministro Corrado Clini, oggetto di dure opposizioni e che permette di assimilare il CSS alla biomassa (D.M. n. 22 del 14/2/2013) - rileva la Ola - il progetto per l’utilizzo ed ampliamento dell’incenerimento di rifiuti nel cementificio di Matera dell’Italcementi SpA, sicuramente porrà problematiche ambientali non di poco conto per la città dei Sassi, già alle prese con i problemni della discarica La Martella.
 
Dopo Fenice e il cementificio di Barile in provincia di Potenza, anche Matera e la sua provincia avrà il suo cementificio-inceneritore dove bruciare i rifiuti, alimentando il business del tour della monnezza da bruciare come CDR/CSS in termovalorizzatori e cementifici, o smaltire nelle discariche, affossando così definitivamente i tentativi comunali di raccolta differenziata dei rifiuti in Basilicata, ferma purtroppo su percentuali bassissime.
 
Il pubblico interessato – è scritto nell’avviso AIA/VIA – può presentare osservazioni al progetto entro 60 giorni dalla data di pubblicazione del presente Avviso, e cioè entro il 16 luglio 2013.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi