home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 86.333.355 visualizzazioni ]
15/05/2013 12.54.04 - Articolo letto 2959 volte

Discarica La Martella, un'altra "Fenice"?

Discarica di La Martella - Matera (foto Gianni Cellura) Discarica di La Martella - Matera (foto Gianni Cellura)
Media voti: Discarica La Martella, un'altra "Fenice"? - Voti: 0
Nota di Pio Abiusi di Associazione Ambiente e legalità
Matera "Era il  27 febbraio 2013 - informa Pio Abiusi di Associazione Ambiente e legalità - quando  con apposita nota  stampa indicavamo nell'  Art. 29-octies del d.lgs 152/06 e s.m.i. la norma che regolamenta i tempi di presentazione della documentazione da parte del gestore dell'impianto sottoposto ad AIA ed al suo rinnovo. Nel caso specifico il comune di Matera avrebbe dovuto presentare richiesta di rinnovo entro il 6 Giugno 2011 in realtà la data di invio ,  sappiamo adesso  dal comunicato del Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata, è stata Ottobre del 2011.
Nella nota a cui facciamo riferimento continuavamo dicendo che  sempre lo stesso articolo del predetto d.lgs recita ’’ L'autorità competente si esprime nei successivi centocinquanta giorni ‘’, ovvero 5 mesi. Il Dipartimento  Ambiente nel suo comunicato ci informa che ciò non è avvenuto perchè la procedura è complessa in quanto ancora oggi si aggiunge documentazione, evidentemente all'origine non completa. Crediamo che tale complessità non possa essere paragonabile ad una AIA da concedere alla discarica di Malagrotta o all'ILVA di Taranto.  Diventa complicata  se manca  parte della documentazione quale,  a quanto ci risulta, lo studio geologico-tecnico. Sia chiaro che se ci fosse mostrato saremmo ben lieti di essere smentiti. Concludevamo la nota stampa  dicendo che malgrado l'AIA non fosse stata rilasciata, la discarica poteva continuare  ad operare.   Se è pacifico l'intervento dell'Arpab in concorso su prelievi di campioni delle analisi relative alle falde acquifere, controverso, sembra, l'intervento  da parte dell'Arpab nella procedura  di ubicazione dei piezometri. A noi sembra che il gestore, il Comune di Matera, debba concordare con l'organo di controllo l'ubicazione dei medesimi, pertanto riteniamo che i 6 piezometri impiantati dal gestore, perchè non concordati, potrebbero non essere idonei  a rappresentare lo stato qualitativo dei luoghi.
Sarà un caso che tre di essi siano risultati secchi? Infine per quanto riguarda gli  interventi di prevenzione, messa in sicurezza, caratterizzazione ed eventuale bonifica dell’area in caso di contaminazione, che il  Dipartimento Ambiente conferma facenti capo al Comune di Matera  lo avevamo già detto  riferendoci all'art 242  del noto Dlgs 152/06. Ciò detto e per chiudere citiamo  solo un  piccolo passo del citato articolo:Al verificarsi di un evento che sia potenzialmente in grado di contaminare il sito, il responsabile dell'inquinamento mette in opera entro ventiquattro ore le misure necessarie di prevenzione e ne dà immediata comunicazione ecc....... è accaduto? "



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi