home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 85.010.230 visualizzazioni ]
30/04/2013 18.50.21 - Articolo letto 3436 volte

Movimento 5 Stelle Basilicata: "La politica del cappello in mano"

Estrazione del petrolio Estrazione del petrolio
Media voti: Movimento 5 Stelle Basilicata: "La politica del cappello in mano" - Voti: 0
Nota di Vito Petrocelli, portavoce del partito
Basilicata "Non è più nemmeno una questione - afferma Vito Petrocelli, Portavoce Movimento 5 Stelle al Senato della Repubblica - di “Zero Privilegi” da imporre a questa classe politica inetta e meschina, ma è purtroppo diventata una questione di approccio culturale malavitoso al bene comune, al mantenimento di un minimo di etica sociale e al rispetto di una popolazione lucana che, amministrata da questi gaglioffi di provincia, si vede sempre più sprofondata nell’impoverimento generale. Tanto che la Basilicata è sempre l’ultima regione italiana come dimensione economica, secondo l’Istat, e tanto da essere la prima in spopolamento, secondo l’ultimo Rapporto sulla crescita della popolazione italiana attuato da Osservasalute.
A tal proposito, nel mio intervento al Senato, a commento degli ennesimi gravi e volgari episodi di sperpero delinquenziale dei fondi pubblici e di abuso della pazienza dei cittadini lucani, con l'intera Giunta regionale di Basilicata e buona parte del Consiglio regionale lucano inquisiti dalla magistratura, con due consiglieri e un assessore sottoposti agli arresti domiciliari, ho voluto ricordare le parole di Enrico Berlinguer, pronunciate nel 1981: «I partiti di oggi sono soprattutto macchine di potere e di clientela: scarsa o mistificata conoscenza della vita e dei problemi della società e della gente, idee, ideali, programmi pochi o vaghi, sentimenti e passione civile, zero. Gestiscono interessi, i più disparati, i più contraddittori, talvolta anche loschi, comunque senza alcun rapporto con le esigenze e i bisogni umani emergenti, oppure distorcendoli, senza perseguire il bene comune. La loro stessa struttura organizzativa si è ormai conformata su questo modello, e non sono più organizzatori del popolo, formazioni che ne promuovono la maturazione civile e l'iniziativa: sono piuttosto federazioni di correnti, di camarille, ciascuna con un "boss" e dei "sotto-boss". (...) I partiti hanno occupato lo Stato e tutte le sue istituzioni, a partire dal governo. Hanno occupato gli enti locali, gli enti di previdenza, le banche, le aziende pubbliche, gli istituti culturali, gli ospedali, le università, la Rai TV, alcuni grandi giornali».
Parole che risultano di un’attualità impressionante, nonostante siano state pronunciate circa 30 anni fa, e che ben si adattano a una classe politica che è menefreghista dell’indigenza delle famiglie lucane, che ha dimostrato di vendersi anche per un pugno di euro e che, come in altre occasioni di gestione amministrativa, ha dimostrato di costituire un sistema di persone e di governo che non meritano più la fiducia concessa loro dai cittadini.
La stessa gestione delle dimissioni del governatore Vito de Filippo e della nomina di un nuovo esecutivo, già riportano nella nostra mente il “metodo Polverini”, il presidente della Giunta regionale del Lazio, spazzata via anch’essa dalla malapolitica affaristica, ma che ha continuato imperterrita a gestire la Regione e le clientele per mesi, come se nulla fosse accaduto.
Come cittadino lucano e non solo come parlamentare del M5S, resto preoccupato dai segnali di appropriazione della democrazia e di dismissione dell’etica sociale che giungono dalla Basilicata, anche con la complicità dei sindacati regionali. Da questi non sentiamo né voci di denuncia né voci di dissenso; proprio da questi che oggi, insieme con la giunta regionale dimissionaria e poi neo-nominata, si incontrano con i vertici della Total E&P, mentre domani, primo Maggio, si recheranno a Corleto Perticara, dove la Total sta realizzando il terzo centro oli lucano, per rivendicare, col cappello in mano, che la multinazionale francese assuma l’80% delle maestranze tra i residenti locali. Probabilmente la Total accetterà, consapevole che l’80% di un numero vicino allo zero è praticamente zero!
Dimenticandosi volutamente dell’esperienza occupazionale, ambientale ed economica negativa di Viggiano, della Val d’Agri e della stessa Valbasento (investimenti che non hanno né fermato l’emigrazione né migliorata il benessere collettivo), e partecipando, di fatto, all’ennesima messa in scena del solito e fallace luogo comune sulla ricchezza che ci verrebbe dall’oro nero.
 
Vito Petrocelli
Portavoce Movimento 5 Stelle al Senato della Repubblica"



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi