home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 90.489.897 visualizzazioni ]
12/04/2013 18.47.45 - Articolo letto 2919 volte

PASSO AVANTI PER PROVVEDIMENTO NAZIONALE DI ISTITUZIONE REDDITO MINIMO INSERIMENTO

Vendita di prodotti alimentari Vendita di prodotti alimentari
Media voti: PASSO AVANTI PER PROVVEDIMENTO NAZIONALE DI ISTITUZIONE REDDITO MINIMO INSERIMENTO - Voti: 0
Nota del capogruppo IDV in consiglio regionale, Antonio Autilio
Basilicata “L’istituzione sostenuta dal “comitato di saggi” nominato dal Presidente della Repubblica di un reddito minimo di inserimento che leghi il sostegno a una condizione di povertà e all'inserimento lavorativo e sociale (ad esempio, attraverso formazione e tirocini, o altre iniziative previste dalle politiche attive del lavoro), al fine di evitare che una condizione di difficoltà economica temporanea diventi strutturale e si trasformi in esclusione sociale, va nella direzione che abbiamo indicato più volte con le proposte di riforma del Programma COPES (Reddito Cittadinanza Solidale)”. E’ quanto sostiene il capogruppo di IdV in Consiglio Regionale Antonio Autilio, evidenziando che “il documento dei saggi, in questo specifico aspetto, fa compiere un passo in avanti verso un provvedimento che non può che essere nazionale e quindi come tale definito dal nuovo Governo, che ci auguriamo possa insediarsi il più rapidamente possibile, con il sostegno unanime del Parlamento. Un’indicazione che ha inoltre il merito di ricollocare tra le priorità dell’agenda politica nazionale il tema della tutela sociale di chi non ha alcun reddito o lo ha perso per effetto della crisi, superando misure assistenziali e provvisorie”.
Secondo Autilio “non è pensabile che la Regione Basilicata che continua ad impegnare una quota cospicua delle royalties petrolifere e che solo qualche settimana fa ha fatto ricorso ad un’operazione finanziaria per rendere disponibili altri 4 milioni di euro per garantire la proroga sino al mese di giugno prossimo del Programma  COPES possa far fronte esclusivamente con fondi propri ad un impegno economico sempre più necessario ma così gravoso”.
Nel ricordare che all’Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale è stata presentata una petizione del  Comitato promotore delle firme a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare sul reddito minimo garantito, il capogruppo di IdV aggiunge che “si tratta, dunque, di garantire strumenti efficaci di contrasto alla povertà, prevedendo anche un reddito che noi di IdV preferiamo chiamare “di cittadinanza”, tenendo conto che quando si parla di reddito minimo garantito ci si riferisce a tutta una serie di investimenti su alloggi, inserimenti lavorativi, formazione professionale e anche di una impostazione dell’assistenza domiciliare degli anziani con particolare attenzione delle fasce urbane. Dunque – continua - abbiamo bisogno, come hanno già legiferato altre Regioni, di una normativa legislativa compiuta in grado di superare i troppi limiti e le carenze riscontrate in questi anni di attuazione del provvedimento relativo al cosiddetto Reddito di Cittadinanza Solidale. Inoltre, il documento dei saggi segnala l'opportunità di fruire, a partire dal 2014, del nuovo fondo istituito dall'Unione europea proprio per agevolare l'occupazione dei giovani, specie nelle aree geografiche economicamente più in difficoltà. Una misura possibile consiste nell'introdurre un credito di imposta per i lavoratori a bassa retribuzione. Esso non solo risponderebbe a esigenze equitative, ma potrebbe risolversi anche in un incentivo alla partecipazione del lavoro. I saggi propongono anche di favorire la crescita del lavoro femminile e migliorare la conciliazione dei tempi di lavoro con quelli dedicati alla cura familiare. Al di là di interventi organici nel settore dell'assistenza, non può non essere sottolineata l'urgenza – conclude il capogruppo di IdV - di rifinanziare entro il mese di giugno il meccanismo degli ammortizzatori sociali in deroga per il secondo semestre dell'anno 2013 (circa un miliardo di euro, da valutare in funzione dell'evoluzione della situazione economica)”.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi