home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 85.264.492 visualizzazioni ]
22/03/2013 13.06.52 - Articolo letto 2740 volte

SANITA’: 172 MILIONI DEBITO IN BASILICATA VERSO FORNITORI

Ospedale Madonna della Grazie - Matera (foto SassiLand) Ospedale Madonna della Grazie - Matera (foto SassiLand)
Media voti: SANITA’: 172 MILIONI DEBITO IN BASILICATA VERSO FORNITORI - Voti: 0
E’ quanto riferisce la Presidenza dell'Associazione Nazionale Strutture Ambulatoriali Sanitarie Private
Basilicata Nella manovra, in due tappe, per pagare i debiti della Pubblica Amministrazione che il Governo sta definendo rientrano anche i circa 170 milioni di euro che rappresentano il debito presunto al 2011 del Sistema Sanitario Regionale della Basilicata verso i fornitori. E’ quanto riferisce la Presidenza di ANISAP (Associazione Nazionale Strutture Ambulatoriali Sanitarie Private) Basilicata precisando che l’ammontare complessivo del debito è cresciuto rispetto al 2010 quando si aggirava intorno ai 150 milioni di euro. I tempi medi di pagamento del SSR alle imprese nella nostra regione – sottolinea la nota di Anisap – sono comunque migliorati nel 2012 attestandosi ad una media di 148 giorni che separano la data di  fatturazione da quella di incasso rispetto ai 140 giorni registrati nel 2011 e ancora meglio rispetto ai 188 giorni del 2009. 
Anche per la sanità, come per tutti i comparti che si riferiscono a servizi e prestazioni per conto della P.A., i ritardi nei pagamenti della Pubblica Amministrazione - evidenzia il presidente regionale di Anisap Antonio Flovilla - rappresentano una pratica inaccettabile per i corretti rapporti tra pubblica amministrazione e imprese e un grave danno per le imprese già colpite dalla difficoltà di accedere al credito bancario nel contesto della crisi. Una pratica che, nei pagamenti di beni e servizi acquisiti dalle amministrazioni pubbliche, ha portato nel corso degli anni all’accumularsi di uno stock di ritardati pagamenti che ha acquisito dimensioni considerevoli. Nel contesto di un forte e rapido consolidamento fiscale, tuttavia, gli spazi per una rapida liquidazione dello stock di debiti pregressi erano fortemente limitati dalla necessità di rispettare gli impegni assunti dall’Italia con l’Unione europea nel quadro del Patto di Stabilità e Crescita. Secondo le regole di contabilità europee, infatti, la liquidazione dei debiti commerciali pregressi determina un conseguente aumento del debito pubblico. Per questo le misure che il governo intende adottare, finalizzate all’immissione di liquidità nel sistema economico e che interessano le amministrazioni centrali, gli enti del servizio sanitario nazionale, come abbiamo più volte sollecitato come FederAnisap- continua Flovilla – sono destinate a produrre benefici diretti anche nel sistema delle imprese che operano nella sanità. Il nostro auspicio è che il Parlamento dia un parere positivo in tempi brevi e che la legislatura entri subito nel vivo, perché come ha ricordato il presidente di Confindustria Squinzi il pagamento dei debiti della P.A. vale, per il nostro Paese, ben 250 mila posti di lavoro e un effetto positivo sul PIL dell’1%..



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi