home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 85.004.688 visualizzazioni ]
21/03/2013 11.59.06 - Articolo letto 2245 volte

Pisticci, parere sfavorevole alle richieste di ricerca in mare di idrocarburi

Metaponto Lido (foto Gianni Cellura) Metaponto Lido (foto Gianni Cellura)
Media voti: Pisticci, parere sfavorevole alle richieste di ricerca in mare di idrocarburi - Voti: 0
La scelta del consiglio riguarda anche quelle future
Pisticci Il Consiglio Comunale di Pisticci, recepisce le due delibere di Giunta Comunale, G.C. n. 271 del 28.11.2012 e G.C. n. 286 del 20.12.2012, e conferma parere sfavorevole alle trivellazioni petrolifere in relazione alle richieste già pervenute e che dovessero eventualmente pervenire da altre Società o Enti al fine della salvaguardia della salute pubblica ed a tutela di tutto il Territorio Regionale.
 
Premesso che con deliberazione G.C. n. 271 del 28.11.2012, si esprimeva parere sfavorevole alla richiesta di riavvio dell’istanza di pronuncia di compatibilità ambientale presentata dalla Società Appennine Energy Srl , al fine del rilascio del permesso di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi denominato “D148 D.R.-CS” e che con ulteriore deliberazione di G.C. n. 286 del 20.12.2012 , si esprimeva parere sfavorevole all’istanza per l’avvio della procedura di valutazione di impatto ambientale, relativa al progetto: istanza di permesso di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi in mare, convenzionalmente chiamato “d73F.R.-SH”  prodotta dalla Società SHELL Italia E&P SpA.
 
I rischi di probabile inquinamento anche con le sole attività di ricerca in mare, che potrebbero causare alterazioni all’ambiente marino, con possibili cause quali elevata moria di parte dell’ecosistema marino, entro almeno un raggio di circa 5 Km dallo sparo di aria, con l’ “air gun”, strumento che viene utilizzato per creare onde sismiche che rilevano la presenza di giacimenti nel sottosuolo; e non da meno le fasi di trivellazione e/o lavorazione degli idrocarburi, che creerebbero sicuro impatto ambientale con ricadute negative per l’intero ecosistema marino nell’area del mar Jonio interessato. 
 
Inoltre, i permessi di ricerca mineraria in mare comporterebbero la perdita anche di miglia di posti di lavoro, nei settori del turismo, nella pesca, nell’agroalimentare indispensabili fonti di reddito per l’intera economia del tratto Jonico. Considerato, inoltre, che il territorio di Pisticci sta già subendo effetti negativi legati alla parte terminale del ciclo dei rifiuti da estrazione petrolifera a terra, con una forte incidenza, “anche per la sola immagine”, a livello industriale, ambientale e dell’agroalimentare in generale. Danni che si aggraverebbero per questo comune  vista anche per la presenza e lo sviluppo, negli ultimi anni, sul litorale Jonico, di numerose strutture di ricezione turistica.
 
Visto, anche che in Basilicata, Rete Natura 2000 è costituita da più di 50 aree SIC oltre 17 ZPS su una superficie pari a circa 180.000 ettari pari al 17-18 % dell’intero territorio Lucano. Come noto, tali aree rappresentano superfici importanti, dove si conservano specie importanti, in alcuni casi uniche, dal punto di vista della biodiversità.
 
Peraltro, la stessa Giunta Regionale ha espresso nella seduta di 14.Febbraio.2013 i, ai sensi del decreto legislativo 152/2006, parere contrario al rilascio del giudizio favorevole di compatibilità ambientale da parte del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, relativamente ai Progetti di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi in mare in oggetto. Infatti, la Regione Basilicata ha assunto quale obiettivo prioritario la tutela ambientale e il rilancio turistico della fascia jonica costiera attraverso la redazione di specifici strumenti di pianificazione territoriale
 
Per cui si è ritenuto particolarmente importante, alla luce di quanto in parte anticipato, esprimere parere sfavorevole, sia alla richiesta di riavvio dell’istanza di pronuncia di compatibilità ambientale presentata dalla Società Appennine Energy Srl , al fine del rilascio del permesso di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi denominato “D148D.R.-CS”  e  all’istanza per l’avvio della procedura di valutazione di impatto ambientale, relativa al progetto: istanza di permesso di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi in mare, convenzionalmente chiamato “d73F.R.-SH”  prodotta dalla Società SHELL Italia E&P SpA, sia a tutte le richieste che in futuro dovessero pervenire anche da altre Società e/o Enti.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi