home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 87.480.772 visualizzazioni ]
14/03/2013 16.08.44 - Articolo letto 3401 volte

Pedicini sull'impianto di Italcementi in via San Vito

Impianto Italcementi in via San Vito a Matera (foto SassiLand) Impianto Italcementi in via San Vito a Matera (foto SassiLand)
Media voti: Pedicini sull'impianto di Italcementi in via San Vito - Voti: 1
"si inviterà l’Azienda a valutare l’eventualità di donare il sito dell’impianto alla città di Matera"
Matera "Un’altra stagione turistica - afferma Adriano Pedicini, consigliere comunale di Matera - incalza alle porte della città e nulla di visibile si riscontra. Una delle questioni che sembravano impellenti e necessarie si rivolgevano alla delocalizzazione dell’impianto di calcestruzzo di via San Vito, per dare una immagine ben adeguata all’ingresso più caratteristico di Matera, inserito nel parco naturalistico e tra le chiese rupestri. Invece da sempre in quell’angolo strategico della statale 7, è posto l’impianto di calcestruzzo, in posizione ben visibile, nell’incrocio che affaccia sulla Gravina, dando  bella mostra di se e non può farsi a meno di pensare che non è più tollerabile la sua presenza; non è più sostenibile in questa città insistere nel tempo con un così brutale appannamento dell’immagine del paesaggio che deforma l’ambiente. Nelle commissioni consiliari le spaccature si sono avute su due posizioni: portarlo in una area del borgo Venusio o presso l’area industriale di la Martella, su tali argomenti si è dibattuto ma la politica non ha trovato accordi quindi quale cosa più semplice che non far nulla? far dimenticare la questione? Difatti dopo protocolli d’intesa, incontri tra le parti, commissioni consiliari e interrogazioni, oggi la pratica sembra riposare sonni tranquilli, oramai archiviata. L’area sulla quale insiste l’impianto è di proprietà dell’Italcementi ed è ovvio che la società ha interesse a rimuovere e bonificare l’area solo se il luogo ove trasferire l’impianto sia di suo gradimento, per tal motivo più di un protocollo d’intesa giunse all’accordo del trasferimento a Venusio, sito gradito alla società Italcementi. Oggi appare che si vogliano rivedere le intese sul dove trasferire l’impianto. La questione, nella visione del centro destra non entusiasma, la nostra posizione è quella di un accordo nell’interesse primario, quello che per noi è fondamentale, è spostare l’impianto, è donare alla città un ingresso paesagisticamente idoneo e percepito in modo naturalistico. Ma intanto nulla si fa e il tempo scivola sulla pigra inettitudine del non far nulla, forse perché non interessa a nessuno. Eppure nella stessa via San Vito dove a valle tutto è statico e nulla si muove perché la politica non trova accordi, a monte accade il contrario, tutto ferve, il mulino Alvino per mesi ha riempito le cronache, persino il paesaggio è mutato, ci dicono che tra museo e bonifica dell’ex area degradata, Matera avrà qualcosa in più. Più volte sindaco e giunta ci han detto che la politica qui nulla ha potuto, che il tutto è stato avviato con determina del dirigente; se ne deduce che è la politica a porre ostacoli. Dopo questa semplice e breve riflessione e nelle prerogative del mio mandato elettorale di consigliere comunale, che ha l’obbligo di dare il proprio contributo civico a migliorare la città; da cittadino che ritiene che il paesaggio sia un patrimonio ed un bene per tutti noi; atteso anche che sino ad oggi ogni tentativo politico del nostro gruppo consiliare è rimasto inascoltato, depositerò all’attenzione della Italcementi s.p.a., nella persona del suo rappresentante in Matera, un documento nel quale si inviterà l’Azienda a valutare l’eventualità di donare il sito dell’impianto di calcestruzzo di via San Vito alla città di Matera. A volte bisogna prescindere dalle questioni economiche, devono prevalere aspetti meritevoli della qualità della vita, perché un paesaggio è brutto quando contiene elementi che non si riconoscono quali identificativi di un luogo e la visione ne procura aspetti sgradevoli ed il caso specifico ne è l’esempio proprio. Pertanto, lasciare via San Vito, non deve essere considerato un sacrificio da parte della Italcementi, atteso che per il sol fatto d’esser lì, la sua stessa immagine ne esce sbiadita.  Per la Italcementi bonificare e riconsegnate l’area all’umanità intera, atteso che la politica non trova soluzioni, sarebbe il giusto investimento, la soluzione conveniente, fate un regalo alla città e forse il mondo intero ve ne sarà grato. 
Adriano Pedicini Capogruppo del centrodestra"



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi