home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 85.280.600 visualizzazioni ]
04/03/2013 20.31.43 - Articolo letto 2939 volte

Maida: Storia politica e rimborsi elettorali

Beppe Grillo a Matera - 22 dicembre 2012 (foto SassiLand) Beppe Grillo a Matera - 22 dicembre 2012 (foto SassiLand)
Media voti: Maida: Storia politica e rimborsi elettorali - Voti: 0
Nota del Centro Studi Jonico DRUS di Montalbano Jonico
Basilicata "L’altra sera il segretario del PD - afferma Vincenzo Maida del Centro Studi Jonico DRUS di Montalbano Jonico - Pier Luigi Bersani  intervistato da Fabio Fazio a “Che tempo che fa” si è dichiarato contrario all’abolizione dei rimborsi elettorali ai partiti, ma disponibili a discutere una loro riduzione o diversa modulazione ed a definire maggiori criteri di trasparenza nella rendicontazione.
Quasi contestualmente Matteo Renzi ha proposto di destinarli all’edilizia popolare, mentre è noto che Beppe Grillo propone la loro completa abolizione.
Appena dopo l’ottimo funzionario di partito Bersani si è speso in un’arcigna difesa della democrazia ed ha fatto le pulci al modello di gestione del Movimento 5 Stelle con un uomo solo al comando e  privo di una struttura interna di garanzia delle regole democratiche.
La democrazia è costata sangue e dobbiamo essere vigili rispetto ad un Movimento che oggi non l’assicura al  suo interno e domani potrebbe ribaltare la stessa logica sulla nazione, ha argomentato Bersani.
Il conduttore televisivo ha evitato accuratamente di mettere in evidenza una palese contraddizione: il finanziamento pubblico ai partiti è stato democraticamente bocciato da un referendum popolare, ma i partiti se ne sono infischiati e l’ hanno reintrodotto con  gli interessi, trasformandolo in rimborsi elettorali.
Un atto palesemente antidemocratico e non vi è argomentazione contraria che tenga. Bersani sostiene infatti che senza i soldi pubblici a finanziare ed a fare  politica sarebbero solo singoli personaggi in possesso di adeguati mezzi finanziari e potenti gruppi economici. Argomentazione discutibile come dimostra il movimento di Grillo e comunque anche i nuclearisti avevano ottime argomentazioni, ma nessuno si è sognato di annullare la volontà popolare espressa con il relativo referendum, lo stesso discorso vale per l’aborto ed il divorzio.
La democrazia e la volontà popolare valgono sempre e non solo quando sono in linea con i propri interessi e le proprie opinioni.
L’episodio è indicativo ed è la prova che un governo PD-PDL non è possibile, perché finirebbe per consegnare il Paese a Grillo, non sarebbe infatti nelle condizioni di varare provvedimenti chiari, drastici, senza arzigogoli. Nella sua esperienza e saggezza lo sa bene il Presidente della Repubblica.  Quelli che chiede oggi l’opinione pubblica, che è stanca di rinvii e di sfumature, sono provvedimenti chiari, netti.
Esso è altresì la dimostrazione che Bersani non può essere la persona giusta neanche per dialogare con il Movimento 5 Stelle che su queste questioni si gioca tutta la sua credibilità e non può cedere di un millimetro.
Nessuno ha la palla di vetro per sapere come evolverà l’attuale situazione politica, quello che è certo è che siamo in piena fase “rivoluzionaria” e nulla sarà più come prima. Solo ora stiamo entrando nella seconda repubblica.
Per comprendere qualcosa bisognerebbe leggere due testi fondamentali degli inizi del ‘900: Psicologia Politica e soprattutto Psicologia delle Folle di Gustav Le Bon pubblicato nel 1895. L’autore francese spiega come con la modernità dopo l’irruzione delle folle sulla scena politica , esse sono fondamentali nella fase distruttiva di un sistema, ma sono incapaci e  impotenti in quella costruttiva che passa sempre attraverso delle minoranze consapevoli, frutto di selezione culturale e politica.
Il consenso a Grillo è stato dato per annientare l’attuale sistema incapace a riformarsi. Un sistema che approva in un batter di ciglia provvedimenti per tosare le categorie sociali  produttive e le famiglie e traccheggia sui tagli alla spesa pubblica ed alla politica.
Si comprenderebbe, tra l’altro, che in questi momenti sono richieste posizioni e provvedimenti drastici, decisi e l’offerta  di una speranza credibile di futuro.
Si comprenderebbe altresì che il Movimento 5 Stelle non può avere vita lunga, i tempi della sua durata dipendono unicamente dalle scelte che verranno compiute nelle prossime settimane: Masaniello venne fatto fuori dalla stessa folla che l’aveva acclamato ed eletto come suo paladino."



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi