home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 89.852.042 visualizzazioni ]
26/02/2013 19.59.48 - Articolo letto 4375 volte

I 13 lucani in Parlamento

Governo Governo
Media voti: I 13 lucani in Parlamento - Voti: 0
Volti nuovi e facce conosciute della nuova legislatura. Anche se c’è ancora da sciogliere i “nodi” Casini e Berlusconi. Intanto il M5S fa l’exploit. Mentre sia il Pd che il Pdl segnano il passo.
di ANTONIO GRASSO
Basilicata Lo tsunami grillino tocca anche la Basilicata. “L’onda anomala”, nello scenario politico italiano, investe – in particolare - le 2 città capoluogo. A Potenza, storico “feudo” democristiano prima e democratico poi, il Movimento 5Stelle diventa il primo partito alla Camera dei Deputati e, seppur per un pugno di voti (60 in tutto), toglie il primato al Pd. I numeri parlano chiaro. Il M5S ottiene un clamoroso 25,9% (con 10.478 voti) mentre il partito-Regione si ferma al 25,8% (10.418 preferenze). Nella città dei Sassi, invece, va oltre. Sfonda quota 30%, distanziando di molto sia il Pd (passato dal 43% del 2008 al 23% di oggi) che il Pdl (sceso dal 37% del 2008 al mero 14% odierno). In scala regionale per poco non diventa il primo partito. Alla Camera i grillini ottengono, infatti, il 24,26% (pari a 75.278 voti). E cioè l’1,5% in meno del Partito democratico che tocca quota 25,7% (pari a 79.696 voti). Sempre nella coalizione di centrosinistra la Sel di Vendola ottiene il 5,9% (pari a 18.300 voti) mentre il Centro democratico si attesta al 2,58% (pari a poco più di 8 mila voti). Per cui, nel complesso, il centrosinistra raggiunge il 34,2%, perdendo – alla Camera - oltre dieci punti percentuali rispetto alle precedenti Politiche (quando era al 44,5%). Un arretramento pauroso, che nemmeno la presenza in lista di esponenti di spicco del partito-regione è riuscito a frenare (un dato significativo è, fra gli altri, quello di Sant’Arcangelo, dove – nonostante la corsa “paesana” del governatore lucano De Filippo, il Pd si ferma al 28,68%, surclassato dal Pdl al 32% ndr). Ma tant’è. E se Atene piange, Sparta – di certo - non ride. Non va meglio, infatti, alla coalizione di centrodestra che – sempre alla Camera - si attesta al 24,6% (meno 13% rispetto al 2008 quando prese il 37,6% ndr). Col Pdl che ottiene il 19% (pari a 59.174 voti), Fratelli d’Italia (nonostante le poche settimane di vita) il 2,38% (pari 7.397). Tutti gli altri alleati intorno o al di sotto dell’1% dei consensi. A fronte di questi dati i 6 eletti a Montecitorio sono Roberto Speranza, Vincenzo Folino e Maria Antezza per il Pd, Antonio Placido (in caso di  opzione per un’altra regione del leader e capolista di partito, Nichi Vendola ndr) in quota Sel, Cosimo Latronico per il Pdl e la giovanissima Mirella Liuzzi per il Movimento 5Stelle. “Copione” pressoché analogo al Senato della Repubblica, dove i partiti tradizionali hanno pagato dazio. Infatti. Nella competizione per Palazzo Madama il Pd ottiene il 27,2% (pari a 75.815 voti), perdendo ben 11,3 punti percentuali rispetto alla scorsa tornata politica (mentre a livello coalizionale il centro sinistra fa segnare un -8, passando dal 44,6% al 36,7%). Sinistra Ecologia e Libertà, invece, si attesta al 5% ottenendo quasi 14 mila consensi, mentre il Centro democratico si ferma al 4,43%  (pari a 12.348 voti). Netto lo scivolamento all’indietro dell’intera coalizione (che 5 anni fa annoverava anche Italia dei valori): dal 44,59% del 2008 all’attuale 36,6%. Ancor  peggiore il risultato per il Pdl che raggranella un modestissimo 19,6% rispetto al 36,7 del 2008, con  la coalizione di centrodestra che sprofonda dal 37% al 25,3%. Valanga di consensi grillini anche in Senato, dove il M5S sfiora addirittura la clamorosa elezione di un secondo rappresentante. Prende, comunque, un seggio grazie ai 63.841 voti ottenuti (pari al 23%). E un seggio lo ottiene anche la Lista Civica per Monti che si attesta all’8,53%. Ergo, per effetto di questi risultati i 7 senatori eletti dalla Basilicata sono: Emma Fattorini, Filippo Bubbico e Salvatore Margiotta (per il Pd). Giovanni Barozzino (per Sel), Vito Rosario Petrocelli (Movimento 5Stelle) Silvio Berlusconi (in caso di opzione per un’altra regione, entrerà in Parlamento Guido Viceconte, per il Pdl) e, dulcis in fundo, Pier Ferdinando Casini (in caso di opzione per un’altra regione, entrerà in Parlamento Salvatore Tito Di Maggio) per i montiani. Sempre se Casini dovesse rinunciarvi. In questo caso, visto anche il fallimento politico dell’Udc, è tutto da vedere.           
 



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi