home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 85.317.063 visualizzazioni ]
15/02/2013 12.10.16 - Articolo letto 3828 volte

Basentana, “l’incognita” del viadotto

Basentana, viadotto di Calciano Basentana, viadotto di Calciano
Media voti: Basentana, “l’incognita” del viadotto - Voti: 0
Nicola Bonelli torna ad attaccare i tecnici. Non convincono le rassicurazioni dell’Anas sulla stabilità dell’opera all’altezza del ponte di Calciano, già gravemente danneggiata nel marzo 2011.
di ANTONIO GRASSO
Calciano “Tiene o non tiene?”. E’ ormai la domanda ricorrente fra gli automobilisti che si trovano a percorrere la Statale 407 Basentana all’altezza del cosiddetto “viadotto di Calciano” (al km 37+500), già gravemente danneggiato dagli intensi episodi pluviometrici del marzo 2011 e che comportarono il crollo del tratto di carreggiata sinistra dell’arteria. Con tanto di inevitabili disagi, per via delle conseguenti e pur prolungate deviazioni al traffico. Ora, a rischio, sarebbe il pilone che sostiene l’altra carreggiata, quella di destra. A sostenerlo è il geometra Nicola Bonelli, già noto alle cronache per le ripetute denunce circa lo stato di pericolosità dell’infrastruttura in oggetto. A suo avviso le rassicurazioni fornite dall’Anas non convincono affatto. Perché fanno seguito ad “un fantomatico sopralluogo effettuato nei giorni scorsi da propri tecnici, insieme ai vigili del fuoco e ai carabinieri della Compagnia di Tricarico e della stazione di Calciano”. Sopralluogo che, in realtà, non ci sarebbe mai stato. O quantomeno – stando al racconto di Bonelli - del quale sia i carabinieri che i vigili del fuoco non ne sarebbero al corrente. All’Anas, quindi, il compito e l’obbligo di fare chiarezza confermando e/o smentendo il sopralluogo e – soprattutto – l’ipotetico pericolo di ulteriori cedimenti. A mò di rassicurazione ufficiale. Vista e considerata, anche, l’importanza strategica che la quotidianamente trafficata infrastruttura riveste nei collegamenti viari regionali e non solo. Sebbene una prima, formale, risposta ci sia già stata. Risale, però, al 3 dicembre dello scorso anno, quando il condirettore generale Gavino Coratza, rispondendo ad una mail di Bonelli, spiegò che: “Anas ha effettuato studi e valutazioni tecniche connesse al crollo da cui non sono emerse problematiche relative alla stabilità dell’opera”. Quanto ai lavori sin qui effettuati, Bonelli li reputata tutt’altro che di consolidamento. Specie sul “viadotto Calciano 1” dove - secondo il geometra – gli interventi apportati “sono serviti solo a nascondere gli effetti del fenomeno erosivo. Fenomeno che divaga di campata in campata ed è sempre presente”. “Purtroppo – chiosa Bonelli - da 16 anni a questa parte – sotto i viadotti di “Calciano 1” e “Calciano 2” – assistiamo a una sequenza di interventi cervellotici ed auto-riproducenti. Con gabbioni, macigni, micropali e tanta improvvisazione. Interventi che la corrente scombussola, travolge, distrugge e spazza via. E che nel loro insieme si sono rivelati un inutile spreco di pubbliche risorse. Rincorrono il problema ma non lo risolvono. Per fronteggiare l´erosione sotto una campata deviano la corrente sotto un´altra. Ma non fanno in tempo a riparare lo sfascio sotto la prima, che è già pronto uno sfascio maggiore sotto la seconda”.


Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi