home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 89.010.645 visualizzazioni ]
08/02/2013 18.22.46 - Articolo letto 5956 volte

La trasgressione delle “maschere cornute”

Maschere cornute (foto internet) Maschere cornute (foto internet)
Media voti: La trasgressione delle “maschere cornute” - Voti: 0
Protagoniste, ad Aliano, nella gran domenica di Carnevale. Riproducono i “volti” animali più variegati. Levi li descrisse nel “Cristo si è fermato ad Eboli”.
di ANTONIO GRASSO
Aliano “Tre son le feste principali: lo Natale, la Pasqua e lo Santissimo Carnevale”. In questo popolare adagio di estrazione contadina tutta la “sacralità” della ricorrenza. Che ancora oggi, in alcuni casi, resta tale. Come ad Aliano dove, nella gran domenica della settimana Grassa, sono le caratteristiche maschere cornute le protagoniste della vita cittadina. All’insegna del motto “Semel in anno licet insanire” (almeno una volta nell’arco dell’anno è lecito impazzire ndr). Realizzate con una tecnica rudimentale (un impasto di argilla e cartapesta), riproducono i “volti” animali più variegati : dal bue alla volpe, dal caprone al cane, dal maiale all’ariete, ecc.. I diabolici “fruschi” (gli animali selvatici, secondo la traduzione dal dialetto lucano ndr) descritti, in punta di penna, da Carlo Levi nel suo “Cristo si è fermato ad Eboli” (Einaudi, 1945). Figure zoomorfe – più raramente antropomorfe – molto diverse l’una dall’altra. “Invisibili presenze bestiali che si manifestano nell’aria – ricorda Levi in un passaggio iniziale del suo trascorso alianese – mentre un incanto animalesco pareva stendersi sul paese abbandonato”. Ieri come oggi. Elemento caratterizzante della maschera è il copricapo - detto anche “cappellone” – ottenuto con canne a forma di cono e ricoperto da fili di carta multicolore e lunghe penne di gallo che scendono a guisa di criniera. Mentre una fascia di crine circonda la vita. E dal petto pendono tanti campanelli di bronzo e finimenti di muli e cavalli. Di derivazione greco – enotria, le maschere cornute evocano nell’immaginario collettivo i timori e le angosce legate alla magia nera e alle superstizioni del volgo.   


Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi