home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 90.786.506 visualizzazioni ]
06/02/2013 19.32.54 - Articolo letto 1329 volte

ELEZIONI: SI PARLA POCO DI TURISMO, THALIA PROMUOVE UN FORUM

ELEZIONI ELEZIONI
Media voti: ELEZIONI: SI PARLA POCO DI TURISMO, THALIA PROMUOVE UN FORUM - Voti: 0
Nota di Rosa Pafundi del Centro Studi Turistici
Basilicata "In questo avvio di campagna elettorale - afferma in una nota Rosa Pafundi del Centro Studi Turistici - il turismo, che è uno degli elementi trainanti del Paese e nello specifico potrebbe diventarlo per la Basilicata, è ai margini del confronto politico. Lo si usa quasi come uno specchietto per le allodole, ma ci si tiene a doverosa distanza dai programmi e soprattutto dalle idee innovative che potrebbero, se attuate, aiutare il settore a uscire dalla crisi. Turismo e territorio rappresentano un insieme inscindibile a condizione che il turismo sostenga le vocazioni del territorio. Territorio vuol dire economia, qualità della vita, capacità di sapersi offrire in un sistema integrato nel quale tutti i meccanismi ruotino e agiscano insieme perseguendo un solo obiettivo. Avviene all’estero, si fatica da noi perché è duro sconfiggere le rendite di posizione, aprirsi al mercato, consentire alla concorrenza di svilupparsi fino in fondo.
E’ dunque essenziale uscire dalla logica dell’estate e delle vacanze di Natale o di Pasqua per aprirsi a tutti i mesi dell’anno con proposte in grado di coinvolgere strati di popolazione fino a ora veicolati vero altre aree pare una scelta sensata. Vedere migliaia, se non milioni di pensionati europei, svernare in Spagna, Croazia o in Marocco e scoprire che in Italia è difficile farlo perché non vi è offerta e soprattutto la comunicazione è scarsa fa male e dimostra un livello di arretratezza che va velocemente colmato. Immaginare un turismo aperto, informatizzato, in grado di dialogare in tempo reale e di mettere a disposizione tutto un territorio e non solo strutture, magari anche eccellenti, ma non in grado di interagire tra loro, proprio in un’epoca che ha nella mobilità uno dei propri punti di forza, pare assolutamente assurdo. Dunque va considerata la sostanziale ridefinizione del modello di vacanza sempre più orientata verso viaggi più brevi e più frequenti.
Per riportare l’Italia ai primi posti delle classifiche mondiali, il turismo ha  bisogno principalmente di investimenti per l’innovazione e di azioni di governance robuste.
La speranza è che i partiti, consapevoli che in Italia il turismo vada a braccetto con cultura e ambiente, diano la giusta attenzione a questi temi perché ciò avrebbe implicazioni non solo simboliche ma anche concrete.
Basta però un rapido sguardo ai programmi e alle dichiarazioni dei candidati per rendersi conto che i temi legati alla valorizzazione del patrimonio culturale e del territorio sembrano essere ancora una volta marginali. Qualche parola in più sulle politiche per lo sviluppo del turismo, purtroppo ancora molto generiche.
Un addetto ai lavori, specie se espressione dell’imprenditoria di settore,  sicuramente può conoscere meglio di altri le tematiche turistiche. Il Centro Studi Turistici Thalia ha “setacciato” le liste di candidati lucani e di “espressione autentica” del mondo turistico ne ha trovato uno solo: Nicola Benedetto. Con lui abbiamo avuto un primo scambio di idee su cosa è possibile fare per dare una vera svolta alla promozione, alla commercializzazione, allo sviluppo del turismo in Basilicata, superando i limiti attuali del pubblico. Non ci sono ricette magiche e tra l’altro ci vogliono anni prima che l’offerta turistica lucana diventi un “prodotto” adeguatamente consolidato e di richiamo. Ci piacciono le idee, sicuramente coraggiose ed innovative, di Benedetto e contiamo nei prossimi giorni di approfondire il confronto su aspetti specifici in un forum di operatori turistici. 
Siamo convinti che le elezioni di febbraio non vanno sprecate, nei programmi come negli impegni di chi sarà chiamato a governare il Paese: la ricchezza che i flussi turistici sono in grado di innescare anche negli altri settori é pari alla capacità di porre il territorio al centro di ogni ragionamento. Sicurezza, lotta al degrado, incentivazione all’imprenditoria locale e poi tanta voglia di creare una rete, un sistema integrato che coinvolga tutti gli attori in un grande progetto di ripresa e di offerta. Certo, le Regioni in questo hanno fallito: il turismo non è settoriale, ma globale e deve coinvolge tutta l’Italia, senza confini di comune o di provincia: nell’epoca della mobilità facile è il minimo. Ci sono tanti imprenditori impegnati su questa linea, che hanno il coraggio di aprire alberghi di charme a Matera; aiutarli vuol dire dare una mano al nostro Paese ed anche indicare una strada certa a favore di un’occupazione solida e soprattutto destinata a durare nel tempo. Crederci è obbligatorio quando è necessario e strategico l’impegno di coloro che a fine febbraio saranno eletti per governare un Paese che ha assoluta necessità di riprendersi da una grave crisi e che sa di avere nel turismo e nel proprio territorio le armi migliori."



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi