home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 85.816.516 visualizzazioni ]
12/01/2013 18.40.13 - Articolo letto 2218 volte

Politica e transumanza infinita

ELEZIONI ELEZIONI
Media voti: Politica e transumanza infinita - Voti: 0
Nota di Vincenzo Maida del Centro Studi Jonico DRUS di Montalbano Jonico
Montalbano Jonico "Le candidature per la imminente competizione elettorale - afferma Vincenzo Maida, del Centro Studi Jonico DRUS in una nota- potrebbero riservarci ancora molte sorprese.Indiscrezioni annunciano ad esempio un passaggio di ex-UDC nella Destra di Storace e Buontempo (er pecora), qualcuno è stato già ufficializzato.
E’ solo un esempio, la lista dei cambi di casacca degli ultimi tempi sarebbe davvero molto lunga.
Ma cosa rende  possibile questa transumanza politica senza fine?
Una volta c’erano i partiti che facevano riferimento a delle ideologie, a delle visioni del mondo, a delle concezioni della società, della vita, dell’economia, a dei riferimenti internazionali.
Passare dalla DC al PCI o al MSI era quasi impossibile.
I mal di pancia, le aspirazioni frustrate, trovavano un sedativo all’interno della stessa area politica attraverso le “correnti”.
Poi venne la crisi dei regimi dell’est, la morte delle ideologie, tangentopoli, ecc…
Ex-democristiani ed ex- comunisti si misero insieme per costruire una imbattibile “macchina da guerra” e Berlusconi raccolse tutti quelli che in essa non si riconoscevano.
Da allora la politica non è più legittima ambizione personale per raggiungere dei traguardi e realizzare un progetto politico, ma puro arrivismo, lotta individuale per ritagliarsi un posto al sole ben retribuito.
Non vi è alcuna visione comune dei problemi, né aspirazione a realizzare un sognato modello di società.
Fino a quando vi sono da spartire incarichi, postazioni amministrative, in una parola potere, le aggregazioni tengono.
La Basilicata è un esempio di questa capacità di tenuta del sistema di potere che comporta una fisiologica lotta interna ed un’altrettanta fisiologica espulsione da quel “sistema” del più debole o del meno tutelato a livello a nazionale.
Ex-comunisti ed ex-democristiani da noi governano ininterrottamente dal 1995, lo facevano già prima in ruoli diversi e distinti di maggioranza e opposizione, ed hanno di fatto realizzato l’unico miracolo che si può attribuire ad Aldo Moro, che la Chiesa vorrebbe beatificare, quello di far diventare convergenti delle parallele.
Il PDL si accontenta di sopravvivere con qualche riciclato o superprotetto romano ed una Destra che si lecca le ferita procurate dalla diaspora in cui si è dissolta.
All’ottimo Di Consoli, che nei giorni scorsi è scagliato contro i nominati eletti del PDL, bisognerebbe raccontare la storia della Destra lucana che nel 1995 ottenne tre parlamentari e quattro consiglieri regionali ed una marea di amministratori locali e si è auto-annientata con  una guerra  cannibalesca ed intraspecifica. Non è colpa degli altri se ne hanno approfittato.
Tutto cambia invece quando si tratta del governo nazionale.
Lì le contraddizioni sono invece destinate ad esplodere, perché si tratta di compiere scelte di fondo, di misurarsi con altri attori importanti della società ( i sindacati, confindustria, il mondo cattolico, l’associazionismo, le corporazioni professionali, ecc…).
Il PD, come il PDL, come la stessa aggregazioni che si è riunita intorno a Monti, non ha una sola visione di politica economica . Il responsabile per l’economia ed il lavoro del PD, Fassina,  che è un comunista a 360 gradi, se ad esempio, facesse il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, troverebbe come alleati sono la SEL e la CGIL, mentre avrebbe contro una parte consistente dello stesso PD, l’Europa, le piccole e medie imprese, confindustria, ecc…Il governo insomma non avrebbe vita lunga.
Se a questo si aggiunge che al Senato vi sono molte probabilità che non vi sia una maggioranza netta, il quadro della instabilità futura è completo.
La lunga transizione insomma non è ancora finita, la seconda repubblica non è ancora nata e viviamo la coda interminabile e velenosa della prima."



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi