home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 84.540.987 visualizzazioni ]
04/01/2013 20.15.42 - Articolo letto 2385 volte

La crisi e l'eplosione della rabbia sociale

ELEZIONI ELEZIONI
Media voti: La crisi e l'eplosione della rabbia sociale - Voti: 0
Nota del Centro Studi Jonico DRUS di Montalbano Jonico
Italia "Nuova legge - riporta la nota diffusa da Vincenzo Maida, del Centro Studi Jonico DRUS - elettorale, abolizione delle province, riduzione del numero dei parlamentari, tagli significativi ai costi della casta, riforma degli ordini professionali, liberalizzazioni, dismissione del patrimonio pubblico per ridurre il costo del debito pubblico e investire nella crescita, unica strada quest’ultima per creare vera occupazione, rinnovamento del personale politico, ecc…
La casta ha resistito. Monti ha avuto il via libera solo quando si è trattato di intervenire sulle pensioni, sull’aumento della pressione fiscale, sui tagli delle risorse allo stato sociale.
Ogni volta che i provvedimenti hanno riguardato corporazioni, come i farmacisti, tagli ai costi  della macchina politico-istituzionale, interventi sostanziali contro la casta e riforme, come quella elettorale, il ceto politico ha fatto resistenza.
La vittoria di Bersani alle primarie del PD ha consentito a Berlusconi di ritornare in campo. Se avesse vinto Renzi gli scenari politici sarebbero radicalmente cambiati anche nel centro-destra. Il ceto politico che resiste da vent’anni e che ha determinato il sostanziale fallimento della II repubblica non aveva scampo. Ce lo ritroveremo invece in buona parte in parlamento.
Renzi, che veniva osservato con simpatia anche da una parte non irrilevante dell’elettorato di centro-destra, ha perso soprattutto al sud per due motivi: sul piano locale non ha trovato interpreti autorevoli della sua proposta politica ed il ceto politico catto-comunista, che ha in mano il potere costruito con una inestricabile ragnatela politica-clientelare-affaristica, ha fatto quadrato, terrorizzato dall’idea del rinnovamento.
La Bindi e la Finocchiaro sono state catapultate l’una in Calabria e l’altra in Puglia, evidentemente al nord o nei loro collegi le avrebbero preso a pernacchie.
Il sud si conferma che l’area del Paese più arretrata, più colonizzata, più controllata socialmente, più incapace di svincolarsi dalla tutela del sistema di potere imperante.
Se non ci fosse la novità dell’agenda Monti assisteremmo nuovamente all’ennesima campagna elettorale tra Berlusconi ed un esponente del centro-sinistra in odore di vittoria, come Occhetto e  come Prodi.
Monti si propone come il rinnovamento, l’archiviazione della dicotomia destra-sinistra superata dalla storia e dalle sfide dei tempi ultimi. Lo scontro, ha detto, è tra i conservatori del vecchio sistema, dei vecchi privilegi, dei vecchi equilibri corporativi e coloro che vogliono traghettare l’Italia nella terza repubblica con spirito europeistico, liberale e riformatore.
Il suo obiettivo dichiarato è quello di attrarre gli innovatori delle due parti contrapposte isolando la sinistra libertaria e post-comunista ed i populisti-demagoghi del centro-destra. Una impresa difficile nel breve periodo, anche perché all’ombra del montismo si sta riciclando ancora una volta una parte della classe politica fallita e fallimentare.
Gli ultimi sondaggi gli danno come percentuale massima di approdo sotto il 20%, ma può essere determinante per i futuri equilibri se al senato il centro-sinistra non ha una maggioranza sufficiente.
E intanto la crisi avanza, le famiglie sono sempre di più in difficoltà, i privilegi indignano, i divari sociali si fanno più consistenti, i disperati aumentano, le procure si sono prese una pausa pre-elettorale, ma non è difficile prevedere possibili, incontrollate esplosioni di rabbia sociale, anche senza un Masaniello, in un futuro non tanto lontano."



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi