home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 85.075.757 visualizzazioni ]
12/12/2012 13.40.58 - Articolo letto 2337 volte

Petrolio, primo passo per l’applicazione del protocollo d’intesa

Incontro POFESR Regione - Province - Comuni Incontro POFESR Regione - Province - Comuni
Media voti: Petrolio, primo passo per l’applicazione del protocollo d’intesa - Voti: 0
De Filippo: "Si chiede all’Eni e alle altre compagnie di dare risposte veloci alle domande di sviluppo sollecitate dal tessuto imprenditoriale e sociale lucano"
Basilicata Entra nel vivo l’applicazione del protocollo d’intesa sottoscritto il 5 ottobre scorso tra Regione, Eni, parti datoriali e sociali per la “Promozione di iniziative nel settore geo-minerario finalizzate allo sviluppo regionale, alla tutela della salute e dell’occupazione locale”. Nel pieno rispetto del cronoprogramma indicato dal documento, l’Eni ha presentato questa mattina, nella sala Verrastro della Giunta regionale, i programmi di investimento per la Val d’Agri, previsti dall’Asse I “Promozione di iniziative nel settore geo-minerario”, a tutte le parti firmatarie dell’intesa, che sono, oltre alla Regione, Confindustria, Alleanza delle cooperative, Rete Imprese Italia, Confapi, Cgil, Cisl e Uil, cioè le organizzazioni datoriali e sindacali riunite nel tavolo Obiettivo 2012.
Nello specifico, con il programma di investimenti  saranno completate le attività individuate nell'Intesa del 1998 e oggetto di specifica autorizzazione di “Variazione del programma lavori” (Vpl), rilasciata dal ministero per lo Sviluppo economico nel gennaio 2012. In particolare, con la realizzazione della quinta linea di trattamento del gas all'interno del Centro Oli (Cova), i cui lavori sono cominciati il 29 novembre scorso con un investimento di circa 250 milioni di euro, e di 9 pozzi produttori, così come stabilito nell’accordo 1998, sarà possibile raggiungere il livello produttivo di 104 barili al giorno, rendendo così pienamente operativa la concessione Val d'Agri.
All’Eni, però, i partecipanti al tavolo hanno posto anche altre questioni: dalla formazione e dalle opportunità occupazionali per altre fasce di lavoratori, quali quelli espulsi dai cicli produttivi e gli ultratrentacinquenni, fino a programmi di sviluppo che incentivino altre attività economiche. Temi, questi, che saranno affrontati in modo organico a iniziare dai primi di gennaio, quando il tavolo tornerà a riunirsi anche per attuare altri specifici punti del protocollo.
“La firma dell’intesa – ha commentato il presidente della Regione, Vito De Filippo, che ha presieduto l’incontro – ha messo in campo una nuova metodologia della comunità regionale, in tutte le sue articolazioni, verso la questione dei rapporti produttivi che ruotano intorno al petrolio. Si tratta di un processo iniziato ma non concluso, che chiede all’Eni e alle altre compagnie di dare risposte veloci alle domande di sviluppo sollecitate dal tessuto imprenditoriale e sociale lucano, guardando a programmi di investimento che valorizzino le peculiarità che il territorio esprime”.



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi