home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 88.851.886 visualizzazioni ]
19/11/2012 19.22.18 - Articolo letto 2294 volte

Basilicata Innovazione: cosa è stata e cosa diventerà

Basilicata Innovazione Basilicata Innovazione
Media voti: Basilicata Innovazione: cosa è stata e cosa diventerà - Voti: 0
Presentati i dettagli del programma 2012-2015
Potenza L’1 luglio 2012 ha compiuto 3 anni e oggi Basilicata Innovazione si “rimette in marcia”, come progetto di successo, per realizzare il programma del prossimo triennio 2012-2015. Un programma che punta alla crescita del PIL regionale, alla valorizzazione del potenziale umano, alla creazione di nuovi posti di lavoro e che sarà realizzato attraverso collaborazioni operative e condivisione di know how con imprese e ricercatori lucani. Se n’è parlato oggi, a partire dalle ore 10, presso il Park Hotel di Potenza, in occasione del convegno “I risultati, le novità, la strategia operativa” organizzato da Basilicata Innovazione.
Hanno chiuso il dibattito, in qualità di partner del progetto, anche alcuni rappresentanti dell’Amministrazione regionale, tra cui Vito De Filippo - presidente della Regione Basilicata, e Adriano De Maio - presidente di AREA Science Park - che ha affermato:«Aggregazione, innovazione e internazionalizzazione sono le tre sfide da vincere per recuperare terreno e tornare a condizioni di sviluppo in grado di sostenere la creazione di ricchezza e nuova occupazione. La sfida di Basilicata Innovazione - ha sottolineato - è accrescere il proprio impatto positivo e misurabile  sulla competitività della regione, facendo leva, in particolare, su uno sviluppo basato sulla conoscenza. Non è una strada facile, certo. Ma questo primo, intenso triennio sta dimostrando che la direzione intrapresa è quella giusta».
Il team di Basilicata Innovazione ha aperto l’evento con un “tuffo nel passato”, ripercorrendo quanto fatto nel triennio 2009-2012: attività a fianco delle imprese per sostenerne la competitività; valorizzazione dei risultati della ricerca con gli EPR (Enti Pubblici di Ricerca) regionali per immetterli sul mercato; assistenza nella definizione di progetti d’impresa da trasformare in start up. É seguita la presentazione della pubblicazione contenente i risultati del “Progetto Assessment”, uno studio realizzato in collaborazione con Arthur D. Little - società leader internazionale nella consulenza sulla pianificazione e sviluppo di piani industriali - e che ha coinvolto un campione di imprese lucane per verificare e migliorare la loro posizione sul mercato e il profilo competitivo. Hanno preso poi la parola gli assessori regionali Marcello Pittella e Vincenzo Viti e la dirigente dell’Ufficio Autorità di gestione della Regione Patrizia Minardi  per condividere opinioni e aspettative su quanto fatto e quanto possa e debba ancora fare Basilicata Innovazione, per rendere l’innovazione da un lato lo strumento “a portata di mano”, in grado di trasformare le potenzialità di sviluppo del tessuto produttivo lucano in azioni e risultati concreti; dall’altro il contenitore di competenze e sapere specialistico per alimentare la cultura dell’innovazione.
Partendo da queste riflessioni, Paolo Cattapan - direttore di Basilicata Innovazione - e Andrea Trevisi - responsabile del servizio di trasferimento tecnologico - hanno aperto “la finestra sul futuro”, ovvero sulle attività che Basilicata Innovazione metterà in campo nel prossimo triennio, tra cui spiccano alcune novità: premi per l’innovazione, ovvero risorse finanziare per supportare le imprese nelle prime fasi operative di realizzazione dell’innovazione di prodotto o di processo individuata; giovani lucani, iniziativa per favorire l’inserimento lavorativo in azienda dei neo-laureati, attraverso percorsi di formazione on the job; osservatorio formazione, ricerca e innovazione, strumento per analizzare e monitorare i trend dei principali settori economici della regione e l’andamento di domanda-offerta di formazione, ricerca e innovazione.
Basilicata Innovazione continuerà a non offrire consulenze ma competenze, efficaci, concrete, mature, capaci di impostare strategie di crescita in diversi settori scientifici e produttivi, puntando a diventare l’Agenzia regionale per l’Innovazione. La sfida è sì nelle mani del personale specializzato, ma anche nella volontà del Territorio di accoglierla, come sottolinea e scrive Paolo Cattapan nella pagina finale dell’Activity Report 2009-2012, distribuito in occasione dell’evento:”Dobbiamo pensare da grandi, per contribuire a creare un nuovo ecosistema di tipo aggregativo, capace di fare massa critica e di avere continuità nel tempo, garantire mercati di sbocco, aprire nuovi orizzonti. Un sistema non rigido ma modificabile, flessibile e sempre in grado di ascoltare il mercato globale. Per orientare, anticipare, competere. Ed essere vincenti!”



Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi