home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 89.977.821 visualizzazioni ]
10/11/2012 18.11.29 - Articolo letto 2537 volte

Ministro Patroni Griffi in visita in Regione

Ministro Patroni Griffi in visita in Regione Ministro Patroni Griffi in visita in Regione
Media voti: Ministro Patroni Griffi in visita in Regione - Voti: 0
Province, De Filippo: “Ci guidi ragionevolezza, se no manifesteremo dissenso”
Basilicata “Se i progetti di riordino dovessero andare avanti, se dovessimo trovarci nella condizione di confusione istituzionale di una Regione che coincide con la sua unica Provincia, con i presidenti delle Regioni che vivono la stessa situazione ci siamo chiesti se non sia il caso di dare un forte segnale di dissenso pur di mettere in discussione un’architettura dello Stato in cui non ci riconosciamo, se il profilo di questa riforma sia incompatibile con il nostro impegno. Noi lucani siamo un popolo molto discreto, molto sobrio ma solo quando si prospettano questioni che avvertiamo come di forte impatto negativo facciamo sentire tutta la nostra determinazione”. Con queste parole, il presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo, ha espresso al ministro della Funzione Pubblica, Filippo Patroni Griffi, la forte contrarietà dei lucani, ma anche dei molisani e degli umbri, al progetto di riforma delle Province che lascerebbe  in queste tre Regioni un unico ambito provinciale.
De Filippo ha rivendicato come la Basilicata sia stata sempre in prima fila negli impegni di razionalizzazione e riduzione dei costi, a partire dalla Sanità e fino alla governance.
“Se siamo qui ancora oggi a ripetere le nostre richieste in materia di Province – ha aggiunto De Filippo – è perché crediamo fortemente che ragionevolezza, logica ed equità siano i principi che ispirano tanto il livello regionale che quello nazionale di governo. Ed è per questo che apprezziamo la disponibilità all’ascolto impersonificata oggi dalla presenza del Ministro in Regione. In questa occasione noi torniamo a ripetere un concetto chiaro: la coincidenza di Regione  e Provincia sullo stesso identico territorio è un controsenso che crea frizioni e difficoltà nei territori, che determina sfiducia nell’attenzione che lo Stato ha proprio per queste realtà demograficamente più piccole, già penalizzate dagli stessi parametri demografici sotto il profilo economico e dei servizi. E vogliamo restare fiduciosi – ha concluso De Filippo – che i sentimenti dello Stato siano diversi e che questo orientamento sia presto tradotto in atti già per iniziativa del Governo”.

Da Patroni Griffi apprezzamento per “Confronto serrato e ragionevole”
 
Il ministro ha ascoltato con attenzione i temi che gli sono stati posti, tra cui coincidenza tra Regione e Provincia, necessità d un limite di estensione delle Province e peculiarità dei territori prevalentemente montani
 
Ha espresso apprezzamento per un “Confronto serrato e ragionevole tanto nei toni che nei contenuti” il ministro della Funzione Pubblica Filippo Patroni Griffi al termine dell’incontro avuto in Regione Basilicata con il Presidente Vito De Filippo, il sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento, Giampaolo D’Andrea, una delegazione di parlamentari (Maria Antezza, Filippo Bubbico, Carlo Chiurazzi, Egidio Digilio, Cosimo Latronico, Antonio Luongo, Salvatore Margiotta e Vincenzo Taddei), il presidente del Consiglio regionale, Vincenzo Folino, i consiglieri regionali, Ernesto Navazio, Luca Braia, Vincenzo Santochirico, Gennaro Straziuso,  Roberto Falotico, Antonio Autilio,  Giannino Romaniello, Vito Guadiano, Luigi Scaglione, Gianni Rosa e Nicola Pagliuca, i presidenti della Province di Potenza e Matera, Piero Lacorazza e Matera Franco Stella, e i sindaci dei due capoluoghi, Vito Santarsiero e Salvatore Adduce.
Nel corso dell’incontro, sono stati illustrati al Ministro tutte le ragioni che suggeriscono modifiche al progetto di riforma per quel che riguarda la Basilicata, a partire dalla coincidenza territoriale che si determinerebbe tra la Regione e la sua unica provincia (elemento in comune con Molise ed Umbria), fino ad arrivare all’estensione territoriale, per la quale è stato chiesto che oltre al parametro minimo già fissato dal Governo (non meno di 2.500 kmq) ve ne sia anche uno massimo (suggerito in 7.500) anche per evitare che assicurare servizi essenziali su un territorio così vasto diventi difficile e ancor più costoso, andando contro proprio ai principi ispiratori della riforma.
Nei circa 90 minuti di confronto serrato, il Ministro ha ascoltato con attenzione e annotato le diverse osservazioni fatte, mostrando apprezzamento per questioni che sono entrate nel merito della riforma senza fermarsi alle rivendicazioni territoriali, ma riservando eventuali riflessione ai successivi approdi parlamentari della riforma.

Latronico all'incontro con il ministro Patroni Griffi
"Adesso la decisione passa al Parlamento ed in quella sede faremo valere la nostra azione e la nostra iniziativa per modificare il decreto sul riordino delle Province per salvare quelle lucane di Matera e di Potenza". Lo ha dichiarato il senatore del Pdl, Cosimo Latronico, partecipando ad un incontro in Regione Basilicata, a Potenza, alla presenza del ministro Patroni Griffi."  Il centro sinistra  regionale porta la responsabilita' di aver sottovalutato questa partita arrivando ad un passaggio delicatissimo che ha messo a rischio la permanenza della Provincia di Matera e la stessa unità della Regione Basilicata. Per quanto ci riguarda continueremo la nostra battaglia parlamentare già compiuta a luglio sul primo decreto, per salvare le due province  di Matera e di Potenza come è stato fatto per Sondrio e Belluno".

Parlamentari lucani del PDL

“L'incontro con il ministro Patroni Griffi non ha sortito gli effetti desiderati. Il ministro ha confermato le posizioni del governo. La battaglia  ora si sposta in Parlamento. In tale sede il Pdl, proseguendo l'azione già compiuta, presenterà emendamenti per modificare i criteri alla base del riordino e per ribadire la specificità territoriale della Basilicata. Con particolare riferimento alla necessità di fissare un tetto alla dimensione territoriale massima per evitare l'abnormità di una provincia di 10.000 kmq con le inevitabili disfunzioni in termini di gestione efficace dei servizi per i cittadini. Per rafforzare l'azione parlamentare è necessario che il Consiglio regionale, così come richiesto dal gruppo  Pdl, rimoduli la sua posizione chiedendo, senza subordinate, il mantenimento delle due Province”. Lo hanno dichiarato i parlamentari lucani del Pdl, il sen. Guido Viceconte, l’on Vincenzo Taddei e il sen. Cosimo Latronico.  “Il centro sinistra lucano abbandoni ambiguità e contraddizioni e sostenga,con convinzione, la posizione della difesa delle due province cosi' come  sta facendo da sempre il Pdl lucano”.





Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Articoli correlati

Eventi di oggi