home > notizie > Notizie Matera | SassiLand > Leggi notizia
[ 86.115.087 visualizzazioni ]
08/11/2009 13.25.50 - Articolo letto 6456 volte

STRADE A RISCHIO IN TUTTA MATERA

STRADE A RISCHIO IN TUTTA MATERA (foto martemix) STRADE A RISCHIO IN TUTTA MATERA (foto martemix)
STRADE A RISCHIO IN TUTTA MATERA (foto martemix) STRADE A RISCHIO IN TUTTA MATERA (foto martemix)
STRADE A RISCHIO IN TUTTA MATERA (foto martemix) STRADE A RISCHIO IN TUTTA MATERA (foto martemix)
Media voti: STRADE A RISCHIO IN TUTTA MATERA - Voti: 0
Segnaletica in stato di degrado e scarsa manutenzione le principali cause
di GIOVANNI MARTEMUCCI
Matera

 La morte, 3 giorni fa, di un altro anziano investito da uno scooter sulla circonvallazione di Matera, in via Levi, ripropone il problema della sicurezza della circolazione stradale, della segnaletica e dei controlli da parte delle forze dell’ordine. L’opinione pubblica è scossa per l’inquietante sequela di morti sulle strade cittadine che coinvolgono sempre più spesso i pedoni, gli utenti più deboli della circolazione stradale. Una settimana fa a perdere la vita era stato un uomo di 70 anni, Antonio Novesi, investito da un fuoristrada in pieno centro mentre attraversava la strada sulle strisce, che però erano in realtà poco visibili. In quel caso l’incidente era dovuto all’alta velocità del mezzo e forse anche all’abbagliamento del sole. L’incidente in via Carlo Levi dove ha perso la vita un anziano ottantatreenne, Ignazio Burgi è accaduto invece di sera, su una strada molto trafficata ma scarsamente illuminata e con un asfalto in condizioni pietose. Sulle probabili cause dell’incidente si pronunceranno i vigili urbani che hanno effettuato i rilievi. Lo stato dell’asfalto lungo tutta la circonvallazione è davvero malridotto e presenta ovunque buche e sconnessioni. Lo stesso discorso vale per l’illuminazione pubblica lungo l’importante arteria. Gli abitanti del tratto di circonvallazione che costeggia Rione Pini affermano che da tempo l’illuminazione pubblica risulta spenta, ma nessuno sa il perché con il risultato che è praticamente impossibile tornare a casa a piedi salendo lungo via Fosse Ardeatine. Ma il problema della scarsa sicurezza stradale riguarda tutta la città. Ormai attraversare la strada è diventato un terno al lotto: tutti gli attraversamenti pedonali presentano strisce bianche usurate, invisibili anche di giorno. Figurarsi cosa accade di notte nei pressi di questi attraversamenti pedonali mal segnalati. Ma la cosa più inquietante è che della manutenzione delle strade e del rifacimento ciclico della segnaletica non se ne occupa nessuno da anni: per questo la sicurezza dei pedoni ma anche di ciclisti, motociclisti e automobilisti è scesa ad un livello bassissimo.  Dove finiscono i circa 750 mila euro (la metà dei proventi delle multe elevate, mediamente, ogni anno a Matera) che dovrebbero essere utilizzati per asfaltare le strade, rifare la segnaletica, e in generale per migliorare la sicurezza della circolazione? Nessuno lo sa né, tantomeno, il Comune si preoccupa di spiegare come utilizza quei soldi se le strade sono nello stato che tutti conosciamo. Ovviamente c’è anche un problema legato all’educazione da parte degli utenti della strada che sottovalutano i pericoli, spesso non rispettano il codice e, soprattutto, i limiti di velocità. Il mancato rispetto dei limiti di velocità (alla base gli ultimi incidenti mortali) è forse proporzionale alla consapevolezza di poterla fare franca, vista la scarsità dei controlli. Controlli spesso demandati ad inutili rilevatori di velocità come quello in viale Italia, strada ormai interdetta al traffico. A luglio si era tenuta una conferenza di servizi sulla sicurezza stradale a cui avevano partecipato dirigenti e tecnici dell’Ufficio Traffico e dell’Ufficio Tecnico del Comune. Erano stati definiti interventi infrastrutturali e alla segnaletica orizzontale e verticale, utili a migliorare la sicurezza stradale e ridurre le criticità di alcuni punti della rete viaria urbana. Da allora poco o nulla è accaduto.

Giovanni Martemucci




Sassiland News - Editore e Direttore responsabile: Gianni Cellura
Testata registrata presso il Tribunale di Matera n.6 del 30/09/2008




Commento
Il 09/11/2009, Briomatera ha scritto :
per il prevalere di forze inclini al difattismo e dedite al solo perseguimento di interessi di particolari e di fazione. Questo è uno dei motivi che impediscono a Matera di costituire una comunità coesa di cittadini che si riconoscono in valori condivisi

Commento
Il 09/11/2009, Briomatera ha scritto :
...La rabbia deriva dal fatto che gli aspetti oggetto di lassismo non sono marginali o secondari, ma investono l'incolumità stessa dei materani, come nel caso della sicurezza stradale! Serve una domostrazione di discontinuità che finora non si è vista...

Commento
Il 09/11/2009, Briomatera ha scritto :
Lo stato delle strade cittadine è veramente indegno di una città che sio fregia dell'attributo turistica, è finananche candidata a capitale della cultura 2019, ma al contempo continua tranquillamente in una situazione di inerzia ed immobilismo...

 
Vota questo contenuto

Ultimi commenti

Da p.zza Vittorio Veneto - zona Ipogei

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale ciò che sta accadendo in piazza Vittorio Veneto - zona Ipogei a Matera ! Osserva il semplice movimento cittadino, o gli eventi organizzati in piazza, o semplicemente il tempo che fa. Nella pagina potrai trovare anche utilissime indicazioni per giungere a Matera o relative all' evento che potrai osservare .

Da via La Martella e via Appia

webcam Matera Clicca qui per osservare in tempo reale il traffico sulla via Appia, all'altezza dello svincolo per via La Martella a Matera

Vista Cattedrale di Matera

Clicca qui per osservare la Cattedrale di Matera sulla Civita degli antichi Rioni

Eventi di oggi